• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Pagelle > PAGELLE E TABELLINO DI UDINESE-GENOA

PAGELLE E TABELLINO DI UDINESE-GENOA

Al Friuli paga la qualità: Perotti e Di Natale fanno meglio di tutti, bene anche i portieri. Pessimi Lodi e De Maio


Udinese (Getty Images)
Lorenzo Bettoni @lorebetto

04/10/2015 17:00

ECCO LE PAGELLE DI UDINESE-GENOA

UDINESE

Karnezis 6,5 - Nel primo tempo deviazione miracolosa su un colpo di testa ravvicinato di Gakpé. Si ripete ad inizio ripresa sulla girata di Pavoletti riuscendo addirittura a bloccare il pallone.

Wague 6 - Non sempre sicurissimo quando Perotti si aggira dalle sue parti, così come quando deve impostare il gioco. Non commette comunque sbavature clamorose.

Danilo 5,5 - Non si fa confondere dal tanto movimento di Gakpé. Sicuro quando deve giocare il pallone. Sciupa tutto con in intervento sciagurato in piena area su Gakpé che causa il rigore in favore del Genoa.

Felipe 6,5 - Colantuono lo preferisce a Piris per gestire nel migliore dei modi la velocità di Capel. Risponde bene sia contro l’ex Siviglia nel primo tempo che contro Gakpé nella ripresa. Esce con i crampi. Dal 70’ Piris 5,5 -  Quando entra lui la difesa dell’Udinese inizia a ballare un po’ di più.

Edenilson 5,5- Più facile vederlo sulla linea dei difensori che su quella dei centrocampisti. Non a caso viene ammonito per un fallo sull’ex compagno Perotti. Da lì in poi va sempre in difficoltà quando l’argentino lo punta. Dal 63’ Widmer 6 – Colpisce una traversa a tempo praticamente scaduto.

Badu 6,5 - Non si intende con Thereau in un paio di occasioni in avvio ma alla lunga è comunque tra i centrocampisti più convincenti di Colantuono. Come sempre in questo inizio di stagione.

Lodi 5 - Primo tempo in totale apnea. Nella ripresa cresce un po’ ma il suo errore in disimpegno causa di fatto il rigore con cui Perotti pareggia i conti. Delusione. Dall’ 83’ Iturra s.v.

Marquinho 5 - Se il primo tempo sottotono di tutta l’Udinese poteva essere una giustificazione alla sua brutta prestazione, anche quando i padroni di casa salgono di ritmo nei secondi 45 minuti l’ex Roma è sempre tra in più distratti e imprecisi. Si sveglia solo nel finale quando sfiora il gol dopo un super slalom. Rimandato.

Adnan 6,5 - Una molla sulla sinistra. Quando punta il suo diretto avversario riesce quasi sempre a sfondare.

Thereau 5,5 - Le poche volte che cerca di partecipare alla manovra dei friulani si accartoccia sul pallone. Nella ripresa gioca un po’ di più in area, senza comunque riuscire ad essere un fattore. Si becca qualche fischio dalle tribune.

Di Natale 7 - Quando la passa dai suoi piedi succede sempre qualcosa. Tutto incerottato dopo la craniata di De Maio si inventa la prima palla gol dell’Udinese tentando un pallonetto che non esiste in natura e che Lamanna sventa con qualche difficoltà. Si blocca dopo una manciata di secondi nella ripresa con un tocco sottomisura.

All. Colantuono 5,5 - La sua Udinese ha perso tutte le prime tre partite casalinghe delle stagione. Dopo un primo tempo di sofferenza riesce a sbloccare la partita nella ripresa ma nonostante l’arrivo di Lodi non ha comunque un giocatore in grado di mettere in ghiaccio la partita infatti il Genoa pareggia in rimonta.

 

GENOA

Lamanna 7 - Stoppa il tentativo di Di Natale con una discreta parata. Non può nulla sul vantaggio dell’eterno capitano dell’Udinese. Al 90’ passato salva il risultato con una paratona su Marquinho. Tra i più positivi.

De Maio 5 - Dopo sette minuti abbatte Di Natale con una testata violentissima. Anche lui non ne esce comunque benissimo rientrando, come il capitano friulano, con una vistosa fasciatura. Spesso è in ritardo, come in occasione del vantaggio firmato proprio Di Natale.

Burdisso 5,5 - Dopo un primo tempo tutto sommato tranquillo, il suo goffo tentativo di chiusura in avvio di ripresa spiana la strada al vantaggio della squadra di Colantuono.

Izzo 6,5 - Gioca esterno in una difesa a tre  ma si destreggia quasi come se fosse il terzino di una linea a quattro. Oltre a essere attento difensivamente si spinge fino all’altezza di Perotti. Qualche errore di misura nella ripresa non compromette comunque il suo buon match.

Cissokho 5,5 - Al 20’ frana su Felipe rischiando di causare un rigore ingenuo. Commette qualche errore di misura.

Rincon 6,5 - Da bosco e da riviera, taglia e cuce. Usate voi l’espressione che preferite, ma Rincon è ormai una sicurezza nella mediana del Gasp, pur non facendo un lavoro molto appariscente.

Dzemaili 6 – Dà ordine alla mediana del Genoa. Dall’84’ Tachtsidis s.v.

Laxalt 6 - Poco propositivo nel primo tempo, ma è lui che copre le discese di Izzo. Più attivo in fase di spinta nel secondo tempo.

Capel 5,5 – Se l’azione del Genoa si sviluppa soprattutto dalla parte di Perotti non può essere certo colpa sua. Quando viene chiamato in causa, tuttavia, non le azzecca proprio tutte. Dal 46’ Pavoletti 6 - La risposta del Grifone al vantaggio di Di Natale si concretizza nella sua girata bloccata da Karnezis. Dà consistenza all’attacco rossoblù.

Gakpé 6 - Fa molto movimento senza palla ma è comunque costretto a giocare spesso di sponda. Ha sulla testa l’occasione più importante del primo tempo che viene sventata da un ottimo Karnezis. Con l’ingresso di Pavoletti si posta esterno a destra dove fa un po’ peggio pur guadagnandosi il rigore realizzato da Perotti. Lazovic s.v.

Perotti 7 - Parte largo a sinistra, ma si accentra anche molto per far iniziare la manovra del Grifone e sfuggire dalla marcatura della difesa bianconera. Anche quando si attiva sull’esterno è sempre letale perché approfitta di Edenilson che dopo l’ammonizione propiziata proprio dall’argentino non può più affondare il tackle. Ovunque giochi crea sempre superiorità. Segna il rigore del pari.

All. Gasperini 6 - Se prima del match Colantuono aveva perso tutte le partite casalinghe, il suo Genoa non aveva mai trovato la gioia della vittoria in trasferta. Trova invece il primo punto dopo una partita giocata su buoni livelli (soprattutto il primo tempo) ed un'ottima reazione una volta sotto. Se a Colantuono manca un metronomo, a lui manca un puntero.

Arbitro: Angelo Cervellera 6,5 -  Partita condotta con personalità ed usando pochi cartellini. Unico piccolo dubbio al 20’ quando Cissokho frana su Felipe e potrebbe essere fischiato un rigore per l’Udinese. Dettagli, comunque. C’è, invece, il rigore su Gakpé con il quale pareggia il Genoa.

 

 

TABELLINO
UDINESE-GENOA 1-1

UDINESE (3-5-2): Karnezis; Wague, Danilo, Felipe (dal 70’ Piris); Edenilson (dal 63’ Widmer); Badu, Lodi, Marquinho, Adnan; Thereau, Di Natale. A disp. Romo, Meret, Bruno Fernandes, Domizzi, Insua, Iturra, Perica, Pasquale, Kone, Aguirre. All. Colantuono.
GENOA (3-4-3): Lamanna; De Maio, Burdisso, Izzo; Cissokho, Rincon, Dzemaili (dall’ 84’ Tachtsidis), Laxalt; Capel (dal 46’ Pavoletti), Gakpé (dal 90’ Lazovic), Perotti. A disp. Perin, Ujkani, Figueiras, Marchese, Ntcham. All. Gasperini.
Arbitro: Cervellera di Taranto
Marcatori: 47’ Di Natale (U), 76’ rig. Perotti (G)
Ammoniti: 32’ Edenilson (U), 75’ Danilo (U), 89’ Izzo (G)
Espulsi:




Commenta con Facebook