• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Napoli > Napoli, De Laurentiis sulla questione stadio: "Stop polemiche, gli investitori scappano da questa ci

Napoli, De Laurentiis sulla questione stadio: "Stop polemiche, gli investitori scappano da questa città"

Continua la querelle a distanza fra il presidente del Napoli e il sindaco De Magistris sulla questione San Paolo


Aurelio De Laurentiis © Getty Images

03/10/2015 16:13

NAPOLI DE LAURENTIIS STADIO / NAPOLI - Continua incessante la querelle fra il sindaco di Napoli, Luigi De Magistris, e il presidente della squadra Aurelio De Laurentiis. Le parole di qualche giorno fa di De Magistris hanno rilanciato la posizione del Comune, che non molla un centimetro e anzi pensa ad un piano B. Ma ADL non ci sta, e in un'intervista a 'Il Mattino' spara di nuovo a zero sul primo cittadino e sulla giunta comunale: "Voglio chiarire le cose in merito alle parole del sindaco. Io ho parlato in casa mia con De Magistris, alla presenza di Auricchio, dicendo che avrei voluto tirar fuori di tasca mia circa 20 milioni, spiegandogli però precisamente quali fossero le mie intenzioni. Gli ho mostrato un appunto con un elenco di 30 interventi e li abbiamo commentati tutti. All'epoca il sindaco mi espresse la sua soddisfazione per la volontà di tirar fuori tanti soldi in un momento storico del genere. Non fece obiezioni, ma ora pare abbia cambiato idea. Liberissimo di farlo, ma deve spiegarmi perché l'ha fatto". 

IL PROGETTO DE LAURENTIIS - La questione San Paolo rischia di tenere banco fra le notizie Napoli ancora a lungo. De Laurentiis nell'intervista precisa i dettagli della sua proposta al Comune, rispondendo direttamente alle accuse di De Magistris sui 'famosi' 20 milioni: "E' ingiusto dire che la mia proposta conta 'solo' 20 milioni. Ci saranno degli investitori per le aree commerciali, che devono essere ancora contrattualizzati, ma conto di farcela. Non è però colpa mia se in molti scappano se sentono la parola Napoli. Molti stranieri, interessati all’inizio, s’informano e declinano l’invito. Se fossi il sindaco mi preoccuperei di cose del genere, e non di far polemica con la società Napoli".

 
IL PIANO B – De Magistris ha reso chiara l’idea di voler chiudere la questione San Paolo entro la fine del 2015, con o senza De Laurentiis, paventando l’esistenza di un secondo scenario per la ristrutturazione dell’impianto: "Sono curioso di sapere chi sono gli imprenditori di cui parla De Magistris e quanti soldi sarebbero disposti a tirar fuori. Tra il dire e il fare, c’è di mezzo il mare. Al Comune continuano a spararci contro, e così è difficile puntare in alto. A me il sindaco sta simpatico. L’ho incontrato, ci siamo parlati e abbiamo raggiunto un’intesa, stringendoci la mano. La sua parola però non è stata mantenuta. Non so però se è stato lui a cambiare idea o se è la macchina amministrativa che sabota ogni prospettiva".

 

A.P. 

 




Commenta con Facebook