• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Inter > Calciomercato Inter, Eder: "Un onore il loro interesse, ma alla Sampdoria sto benissimo"

Calciomercato Inter, Eder: "Un onore il loro interesse, ma alla Sampdoria sto benissimo"

L'attaccante italo-brasiliano: "Domani possiamo fare molto bene, come è successo contro la Roma"


Eder ©Getty Images
Marco Di Federico

03/10/2015 09:05

SAMPDORIA INTER EDER MANCINI / MILANO - Eder Citadin Martins è la grande rivelazione di questo inizio di stagione. Capocannoniere a sorpresa della Serie A, se la Sampdoria naviga nelle zone alte della classifica il merito è soprattutto suo. Oggetto del desiderio del calciomercato Inter negli ultimi giorni di agosto, domani il brasiliano sfiderà proprio i nerazzurri per raggiungerli in testa alla classifica. "Al 'Ferraris' ci sentiamo a nostro agio, forse abbiamo più fiducia. Di sicuro possiamo fare molto bene, come è successo contro la Roma. - le sue parole alla 'Gazzetta dello Sport' - Anche lo scorso anno abbiamo fatto benissimo in casa, se escludiamo il finale di campionato. Noi semmai nello spogliatoio ci chiediamo spesso perché invece non riusciamo a fare altrettanto fuori casa. Stiamo lavorando per migliorare anche lì a partire dal prossimo impegno a Frosinone: se vogliamo puntare alle zone alte della classifica i punti conquistati in casa non bastano".

INTER - "Prima di tutto c'è un fatto fondamentale: io sono felice di essere rimasto. L'interessamento dell'Inter, una squadra che ammiro da tanto, è stato un onore, ma io ho dato al presidente la mia disponibilità a restare. Io a Genova sto benissimo. Certo, ho vissuto momento complicati: ricordo il lunedì nel ritiro della Nazionale, con il telefono che squillava in continuazione e le voci di calciomercato che si rincorrevano, spesso lontano dalla verità. Tutti volevano sapere cosa succedeva. Io però ero sereno, sapevo cosa volevo".

MATURITÁ - "Quando sono arrivato in blucerchiato avevo 24 anni, non potevo essere la persona che sono adesso. Tra non molto compirò 29 anni, sono più conscio di quanto sia importante allenarsi, vivere da atleta, preparare le partite con meticolosità. Quello che è successo non conta, se stai lì a pensare agli errori che hai fatto a Bergamo non ti prepari nel modo giusto alla sfida all’Inter. Eppoi mi sono ritrovato uno stimolo in più: avessi fatto male avrebbero detto che ero scontento e volevo andare via".

MIHAJLOVIC - "Non mi sento molto diverso da quello che ero lo scorso anno. La differenza la fanno i gol. Ricordo bene che anche all'inizio della scorsa stagione Mihajlovic mi diceva sempre: continua a giocare così e non preoccuparti, i gol verranno. É un momento così, particolarmente positivo, e me lo godo".

CASSANO - "Lui è quasi a posto e ci darà presto un grande aiuto".




Commenta con Facebook