• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Italia > Italia, Prandelli: "Quel Mondiale mi brucia ancora. Balotelli è più maturo"

Italia, Prandelli: "Quel Mondiale mi brucia ancora. Balotelli è più maturo"

L'ex Ct a 360 gradi sul fallimento in Brasile e sulle fasi salienti della sua carriera sportiva


Prandelli © Getty Images
Jonathan Terreni

03/10/2015 08:30

ITALIA PRANDELLI MONDIALE BALOTELLI SERIE A / ROMA - Certi bocconi sono difficili da mandar giù. Cesare Prandelli non ha ancora digerito il flop del l'ultimo Mondiale. L'ex Ct dell'Italia ritorna sulla fallimentare spedizione azzurra in Brasile in un'intervista al 'Corriere dello Sport': "Quella eliminazione mi brucia ancora; è una ferita sempre aperta. E' colpa mia, forse avrei dovuto insistere sul gruppo europeo, gente come Giaccherini e Diamanti magari. Il progetto tecnico era mio. Certo, in quelle condizioni di umidità e caldo non e hanno certo aiutato così come un sorteggio del girone troppo squilibrato. In questo Paese si fatica ad assumersi responsabilità, io mi sono dimesso. Sbagliammo la partita con il Costarica: non tirammo mai in porta".

GRUPPO FANTASTICO - "Al gruppo però non avevo nulla da rimproverare. Gli dissi dopo l'Uruguay che sarei andato là fuori e ci avrei messo la faccia perché era giusto così. I ragazzi dettero il massimo. Mi colpi molto Thiago Motta: negli spogliatoi dopo la partita con l'Inghilterra disse commosso di essere orgoglioso di far parte di quel gruppo".

BALO MATURO - "A Mario ho sempre voluto bene e faccio il tifo per lui perché l'ho sempre aiutato a crescere e difeso nonostante avessi le mitragliatrici puntate addosso. E' una ragazzo che viva la vita a modo suo ma l'ho sentito parlare di cose importanti e per questo credo che sia maturato. E' un grande talento per il nostro calcio".

ITALIA & SERIE A - Le news Italia raccontano di squadre del nostro campionato troppo 'estere': "Alle squadre dico di investire nei vivai; solo così possiamo riavere i nostri talenti ed evitare di spendere nel calciomercato. Oggi i migliori sono Saponara, De Sciglio, Insigne, Berardi. Il calcio vuole sacrifici ma spesso ti ripaga. Guardiamo Messi: oggi è il migliore al mondo nonostante le difficoltà di gioventù".

 




Commenta con Facebook