• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Pagelle > PAGELLE E TABELLINO DI BATE BORISOV-ROMA

PAGELLE E TABELLINO DI BATE BORISOV-ROMA

Incredibile Mladenovic, Volodko inafferrabile. Szczesny disastroso, Iago Falque e Torosidis non bastano


Bate Borisov-Roma (Getty Images)
Davide Ritacco

29/09/2015 22:44

ECCO LE PAGELLE DI BATE BORISOV-ROMA

 

BATE BORISOV

Chernik 6,5 – Molto bravo nei primi minuti quando la Roma fa paura e lui si fa trovare presente e attento. Si supera in un paio di occasioni ma si fa superare da Gervinho e Torosidis. 

Polyakov 6 – E’ il meno positivo del pacchetto arretrato. L’ingresso di Iago Falque gli rovina una serata tranquilla con vista sulla disfatta della Roma.  

Dubra 6 – Dà mostra di sé e della sua fisicità specialmente in area di rigore sovrastando di testa i propri avversari ma non appena questi lo puntano in velocità soffre.

Milunovic 6,5 – Meglio del collega di reparto specie nella posizione. Attento anche se la Roma approfitta anche della sua lentezza per cercare la rimonta. 

Mladenovic 8 – Parte malissimo con un passaggio in orizzontale che per poco non regala il vantaggio giallorosso ma si rifà con gli interessi con due reti memorabili che fanno di lui il migliore in campo. La prima doppietta in carriera in Champions League lo esalta e non sbaglia più niente.  

Nikolic 6,5 – Paradossalmente cresce nella ripresa quando il Bate soffre la rimonta della Roma, gestendo bene il pallone e risultando prezioso. Dal 87’ A.Volodko s.v.

Yablonski 6 – Il giovane centrocampista soffre un po’ ad inizio gara sbagliando facili appoggi ma la partita si mette bene e deve solo gestire la sua posizione in campo.

Gordeichuk 7 – Negli spazi vuoti lasciati dal centrocampo di Garcia viaggia che è un piacere. E’ una spina che l’allenatore francese non riesce a scacciare dal cuore giallorosso. Dal 72’ Hleb 6 – La stella Bielorussa ex campione d’Europa con la sua nazionale under 21 e con il Barcellona entra per gestire la palla con la sua esperienza e ci riesce.  

Signevich 6,5 – Bravo a contrastare ogni pallone sia a Manolas che a De Rossi. Con il suo fisico possente rende la vita dura ai due centrali. Bravo anche ad arretrare e scambiarsi con Stasevich.

M.Volodko 7,5 – Non solo costringe Florenzi a rintanarsi nella propria metacampo ma lo punta continuamente saltandolo sia con tecnica che con velocità. Insieme a Mladenovic fa deragliare la Roma sulla destra investendola con enorme potenza. Dal 85’ Rios s.v.

Stasevich 7 – E’ il protagonista del blitz offensivo che a un po’ a sorpresa punisce la Roma. Capisce che può essere una serata magica e gli riesce tutto. Si alterna al centro dell’attacco con Signevich arrivando spesso a fari spenti nell’area avversaria.  

All. Yermanovich 7 – Altro che squadra materasso. Idee chiare, fisico e tecnica. Il suo Bate Borisov è un gioiello di precisione al cospetto di una Roma disunita e pasticciona. Approfitta di tutti i punti deboli della squadra di Garcia affondando il colpo attraverso un gioco spumeggiante.

 

ROMA

Szczesny 4 – L’errore di posizione in occasione del secondo gol, taglia le gambe alla sua squadra che sprofonda, anche se cerca di reagire. Non esente da responsabilità anche sulla terza rete bielorussa.

Florenzi 5,5 – L’idolo di Roma stasera se l’è vista davvero brutta. Dalla sua parte hanno imperversato due tornado come Volodko e lo stupefacente Mladenovic. Si riscatta nella ripresa con una traversa che sarebbe potuta valere il pareggio. Dal 90’ Soleri s.v.  

Manolas 5 – Distratto, pavido e inconsistente. Si vede superare sempre in velocità da Stasevich e fa fatica anche a contrastare Signevich. Meglio nella ripresa ma non basta.   

De Rossi 5 – Tiene in gioco Volodko in occasione del primo gol. Nel primo tempo manca di intensità e va spesso in difficoltà e come se non bastasse mostra il solito temperamento irascibile.  

Digne 6 – Nella ripresa fa funzionare bene la catena di sinistra con Iago Falque: lo dimostra il traversone dal quale nasce il 3-2 di Torosidis. Il primo tempo però è stato negativo come tutta la squadra con amnesie importanti.

Pjanic 5 – Da un leader tecnico come lui ci si aspetterebbe che nei momenti difficili prendesse per mano la squadra ed invece capisce le difficoltà ed è il primo ad alzare bandiera bianca.  

Vainqueur 5 – Fatica a trovare una posizione precisa in mezzo al campo e per questo il suo contributo, sia in difesa che in attacco, risulta praticamente nullo. La bocciatura, quindi, non è tutta da imputare a lui. Dal 39’ Iago Falque 7 – Appena entrato prova a sfondare sulla sinistra ma viene fermato. E’ la scintilla che riaccende la gara fornendo anche un bellissimo assist a Gervinho ma non è fortunato.

Nainggolan 5 – E’ quello più richiamato da Garcia nel primo tempo per dar man forte alla retroguardia che è puntualmente scoperta. La sua proverbiale grinta è mancata in modo evidente.  

Iturbe 4 – Il suo apporto in fase difensiva è nullo così come quello in attacco, dove spreca l'impossibile innescando le ripartenze avversarie. Dal 46’ Torosidis 6,5 – Entra subito nella ripresa e da più senso ad 4-4-2 più sicuro con Florenzi esterno davanti a lui per arginare la devastante corsia di sinistra dei Bielorussi. Trova il gol che riapre il match.   

Gervinho 5,5 – Inizia da attaccante centrale ma non incide, viene spostato a sinistra e non incide così come a destra. Nella ripresa, libero di svariare su tutto il fronte offesnivo si trova più a suo agio e non a caso arriva il gol.

Salah 4 – Prova ad accendersi con qualche tiro dalla distanza ma ne indovina poche sbagliando anche un’occasione importante. Un errore imperdonabile, certamente non da uno con le sue qualità.

All. Garcia 4,5 – Sbaglia completamente lo scacchiere tattico snaturando il gioco della Roma. Le assenze (tante) possono essere un alibi ma in fase di mercato qualcosa è mancato. Prova a rimediare togliendo subito uno spaesato Vainqueur e sistemando la squadra in maniera più logica ma non è solo una questione di moduli. E’ mancata tutta la Roma e lui è il primo responsabile ma non l’unico.

Arbitro: Clattenburg 7 – L’unica sbavatura è nel primo tempo quando non concede un fallo dal limite con conseguente cartellino a Nikolic che atterra Gervinho. Per il resto gara impeccabile sotto tutti i punti di vista.  

 

TABELLINO

BATE BORISOV-ROMA  3-2

Bate Borisov (4-2-3-1): Chernik; Polyakov, Dubra, Milunovic, Mladenovic; Nikolic (87’ A. Volodko), Yablonski; Gordeichuk (dal 72’ Hleb), Signevich, M.Volodko (dal 85’ Rios); Stasevich. A disp.: Soroko, Karnitski, Aleksievich, Jevtic. All.: Yermanovich.

Roma (4-3-3): Szczesny; Florenzi (dal 90’ Soleri), Manolas, De Rossi, Digne; Pjanic, Vainqueur (dal 39’ Iago Falque), Nainggolan; Iturbe (dal 46’ Torosidis), Gervinho, Salah. A disp.: De Sanctis, Castan, Maicon, Torosidis, Uçan. All.: Rudi Garcia.

Arbitro: Mark Clattenburg (ENG)

Marcatori: 8’ Stasevich (B), 12’, 30’ Mladenovic (B), 66’ Gervinho (R), 82’ Torosidis (R)

Ammoniti: 27’ Milunovic (B), 46’ De Rossi (R), 87’ Manolas (R)

Espulsi: -




Commenta con Facebook