• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Inter > Inter, TI RICORDI DI...Coutinho? Il ragazzino ora è un campione

Inter, TI RICORDI DI...Coutinho? Il ragazzino ora è un campione

A Liverpool il brasiliano è spesso decisivo. Talento da vendere ha trovato concretezza e continuità


Coutinho ©Getty Images
Jonathan Terreni

29/09/2015 10:47

INTER TI RICORDI DI COUTINHO / MILANO - Ti ricordi di...? Ecco la nuova rubrica di Calciomercato.it sui 'flop' del nostro campionato che hanno trovato poi la loro dimensione in altri paesi, rilanciando la propria carriera. In questo episodio: Coutinho.

Già all'età di 15 anni Phlippe Coutinho veniva paragonato in patria ai grandissimi del passato carioca per quel suo talento sconfinato. Forse è proprio questo quello che ha sofferto il giovane brasiliano, bloccato dall'Inter già a 16 anni e arrivato in Italia maggiorenne con un bagaglio di classe in prospettiva impressionante ma con la pressione sempre troppo alta. Che sappia giocare a calcio non è in discussione e si era visto anche in nerazzurro seppure l'era post-Triplete avrebbe messo in difficoltà chiunque, figuriamoci un ragazzino appena 18enne, lentiggini e apparecchio ai denti, proveniente dalla funambolica Rio de Janeiro e sballottato più volte dietro le punte o esterno sinistro. Il prestito all'Espanyol dimostrò che un ambiente meno 'caldo' lo avrebbe aiutato a crescere in quel momento e la sua esperienza spagnola fu tutto sommato positiva tanto da convincere l'Inter a riprovarci. In Italia però mancava di continuità e concretezza; troppe responsabilità che allora non era in grado di reggere.

Nel gennaio 2013 arriva il Liverpool e i nerazzurri lo cedono per 10 milioni più tre di bonus circa. Giusto o sbagliato fatto sta che in Inghilterra, a distanza di quasi due anni Coutinho è cresciuto, è maturato e soprattutto è diventato giocatore concreto. Il pubblico di 'Anfield' certo aiuta, soprattutto chi ha sempre messo voglia e grinta quando il suo fisico non lo supportava. Non solo, perché è diventato anche decisivo per i 'Reds': segna gol straordinari in Premier, serve assist al bacio e con lui la squadra di Rodgers ha quel tocco di fantasia in più in un contesto di grande solidità. Un connubio perfetto per un giocatore che adesso punta forte anche alla Nazionale maggiore e a diventare a tutti gli effetti uno dei migliori numeri 10 del continente, se già non lo è. A 23 anni finiti il ragazzino è diventato campione.




Commenta con Facebook