• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Germania > Eintracht Francoforte, Meier: "Vicino al trasferimento in Italia? Ecco la verità"

Eintracht Francoforte, Meier: "Vicino al trasferimento in Italia? Ecco la verità"

L'ultimo capocannoniere della Bundesliga si racconta in una lunga intervista


Meier (Getty Images)

28/09/2015 15:45

EINTRACHT FRANCOFORTE MEIER BUNDESLIGA / FRANCOFORTE (Germania) - Alexander Meier non ha alcuna intenzione di mollare lo scettro di capocannoniere della Bundesliga conquistato al termine della scorsa stagione. Dopo un infortunio che l'ha tenuto lontano dai campi da gioco per oltre 4 mesi, l'attaccante è tornato a trascinare l'Eintracht Francoforte a suo di reti: già 4 quelle realizzate in questo campionato, 3 contro il Colonia due settimane fa. Non a caso, Meier è stato il protagonista della nostra rubrica 'I craque del momento'.

La 32enne punta di Buchholz in der Nordheide si è raccontata in una lunga intervista rilasciata in esclusiva ai microfoni di 'Calciomercatonews.com', di cui riportiamo una parte. 

"I nostri obiettivi stagionali? Possiamo riuscire a tornare in Europa, ma ci sono tanti club che se la giocano con noi. Le chances di qualificarci per una competizione europea non sono maggiori a quelle di non farlo. Non ho fissato un numero di gol che voglio segnare, voglio solo fare bene in ogni singola gara. Comunque, non sarò io a vincere la classifica dei cannonieri, ma Thomas Mueller. I miei miti? Ho sempre adorato Ronaldo, il fenomeno intendo. Era un attaccante strepitoso, il mio vero unico idolo. Anche se fra gli attaccanti tedeschi mi piaceva anche Jancker, che ha un passato anche in Italia. Squadra preferita? Seguivo il campionato italiano alla fine degli anni ’90, quando c'era Ronaldo appunto. Oggi preferisco altri campionati. Però ci sono società di grande tradizione e fascino come l'Inter, il Milan e la Juventus. La Serie A non passerà mai di moda. Ma non ho una squadra preferita in Italia".

È mai stato vicino al trasferimento nel nostro campionato?
"No. Non c’è mai stata una vera trattativa. Non l'ho mai nemmeno desiderata particolarmente. Non sono mai stato vicino al trasferimento in una squadra estera. All'Eintracht sto più che bene”.
 




Commenta con Facebook