• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Lazio > Lazio, Keita: "Mai smesso di essere un gruppo. Io lavoro per la squadra"

Lazio, Keita: "Mai smesso di essere un gruppo. Io lavoro per la squadra"

L'attaccante biancoceleste: "A Verona tre punti imporantissimi"


Keita Balde (Getty Images)
Silvio Frantellizzi (Twitter: @SilFrantellizzi)

28/09/2015 12:08

LAZIO KEITA VERONA SERIE A EUROPA LEAGUE/ ROMA - Ha cambiato il volto di Verona-Lazio Keita, entrato in campo al 'Bentegodi' con i biancocelesti sotto di un gol. Il canterano del Barcellona, ha trovato il guizzo giusto, guadagnandosi il calcio di rigore - poi trasformato con freddezza da Lucas Biglia - che ha dato inizio alla rimonta da parte degli uomini di Pioli, completata a tre minuti dal termine dalla punizione a due messa a segno da Marco Parolo. Un colpaccio in trasferta che mancava da troppo alla Lazio, tornata a macinare gioco e a togliersi una soddisfazione lontano dalle mura amiche. Keita ci ha messo del suo, ha dato un mano alla squadra accettando la panchina e facendosi trovare preparato anche a partita in corso. Una vera e propria svolta, un comportamento lontano anni luce dalle voci di calciomercato circolate in estate che parlavano di uno spagnolo che aveva chiesto la cessione perché reclamava più spazio. Ora Keita ha sposato in pieno il progetto laziale, convincendo tecnico e tifosi sul campo e fuori: "Sono entrato in campo per attaccare il più possibile e aiutare la squadra perché stavamo perdendo in casa del Verone e dovevo fare il meglio possibile - ha dichiarato il numero 14 biancoceleste ai microfoni di 'Lazio Style Radio' - Come mi sento? Fisicamente mi sento benissimo, io posso dare una mano alla squadra sia partendo da titolare che non, io lavoro ogni giorno per aiutare il più possibile i miei compagni di squadra - ha spiegato Keita, protagonista odierno delle notizie Lazio - L'abbraccio dopo il fischio finale? E' stata una cosa bellissima, siamo un grande gruppo e non abbiamo mai smesso di esserlo, siamo sempre stati noi stessi. I tre punti conquistati oggi in trasferta sono importantissimi e li abbiamo voluti fortemente. Ora però iniziamo a pensare alla partita di Europa League contro il Saint-Etienne".

 




Commenta con Facebook