• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Pagelle > PAGELLE E TABELLINO DI ROMA-CARPI

PAGELLE E TABELLINO DI ROMA-CARPI

Pjanic illumina, De Rossi si spegne per un attimo. Borriello top, Matos che flop


Roma in festa per gol di Pjanic (Getty Images)
Antonio Russo (Twitter @tonyrusso93)

26/09/2015 19:52

ECCO LE PAGELLE DI ROMA-CARPI

 

ROMA

De Sanctis 7,5 – Nel primo tempo con un intervento di piede nega la rete a Borriello. Non può niente poco dopo sull’incornata dello stesso ex Roma. Nella ripresa para un rigore a Matos e nella stessa azione compie un autentico miracolo nuovamente sull’ex Fiorentina, prestazione superlativa anche per lui.

Maicon 6,5 – Fin dai primi minuti spinge tanto su quella fascia e mette in crisi la catena di sinistra del Carpi. Sembra ritornato in forma. Scambia con i compagni e propizia il 3-0 con un tiro dalla distanza che Brkic respinge sui piedi di Gervinho.

De Rossi 5,5 – Detta i tempi di gioco dalle retrovie. Non gioca una brutta partita, ma sul suo giudizio pesa l’errore di valutazione in occasione del gol di Borriello. L’ex Roma, infatti, gli parte alle spalle e lo sorprende con un taglio sul primo palo.

Manolas 6,5 – Si rifà dell’autogol di tre giorni fa con un’ottima prestazione. Fa buona guardia su Matos e a metà primo tempo realizza il suo primo gol con la maglia della Roma.

Digne 6,5 – Spinge poco rispetto a Maicon e comunque la Roma da quel lato attacca di meno. Fa buona guardia su Letizia che su quel versante non crea problemi ai capitolini. Nel secondo tempo si concede anche la gioia del gol.

Nainggolan 6,5 – Corre come un matto e copre una cifra incalcolabile di chilometri. Prova di tanto in tanto l’inserimento e in un paio di occasioni sfiora anche la rete. Prestazione di grande sostanza.

Keita 6 – Si posiziona davanti alla difesa e fa filtro a centrocampo. Dopo pochi minuti s’infortuna ed è costretto a lasciare il campo anzitempo. Dal 20’ Vainqueur 7 – Si disimpegna bene nel suo esordio con la casacca giallorossa. Sul crepuscolo del primo tempo va anche vicino al gol. Si limita a svolgere il compitino senza strafare, buon rincalzo.

Pjanic 7,5 – È lui l’uomo deputato da Garcia a dare qualità al gioco giallorosso. Si va a prendere la palla dai piedi dei difensori e la smista con maestria su entrambe le fasce con verticalizzazioni molto precise. Poco prima della mezzora con una perla da palla inattiva porta i suoi sul 2-0. Divino.

Salah 6,5 – Si rende protagonista di diverse giocate interessanti. Arriva di frequente sul fondo e mette tanti palloni deliziosi al centro. Ad inizio ripresa si fa trovare pronto su un’azione di Totti e realizza il 4-1.  

Dzeko 6Viene cercato molto dai compagni e lui in mezzo all’area di rigore si fa valere con il suo fisico. È inaspettatamente molto dinamico e si ritaglia anche qualche buona occasione. Dal 45’ Totti 6 – Entra, ha giusto il tempo di mettere lo zampino nel 4-1 e si fa male. Esce tra gli applausi dell’Olimpico. Sino ad ora stagione sfortunata per il capitano. Dal 55’ Iturbe 6 – Non si mette particolarmente in luce, ma non demerita e strappa la sufficienza.

Gervinho 7 – Crea spesso la superiorità numerica su quella fascia con I suoi dribbling. Appare in buona forma e si fa trovare pronto poco dopo la mezzora quando su una respinta corta di Brkic realizza la rete del 3-0. Sembra ritornato ai livelli del primo anno a Roma.

All. Garcia 7 – I giallorossi dovevano dare un segnale forte dopo la débâcle contro la Sampdoria ed ecco fatto.  I capitolini partono subito forte e con le due ali, Gervinho e Salah mettono letteralmente in crisi gli esterni del Carpi. Ottima prestazione di tutta la squadra, continuano a preoccupare i tanti infortuni.

 

CARPI

Brkic 5,5 – Non può molto su quattro dei cinque gol giallorossi, qualcosa in più invece poteva fare sulla rete di Gervinho. In quel caso la respinta è corta e centrale.

Romagnoli 5 – Sul terzo gol, Gervinho gli parte alle spalle e non lo vede arrivare. Viene sommerso da un oceano giallorosso. Pomeriggio da mal di mare per lui. Dal 45’ Di Gaudio 6 – Entra quando ormai il risultato è compromesso e non può fare di più.

Gagliolo 5 – Si fa trovare impreparato in più di un’occasione e soffre il dinamico Dzeko di quest’oggi. Nel secondo tempo cambiano gli interpreti, ma non il copione. Mal di testa per lui.

Zaccardo 5 – Viene saltato costantemente da Gervinho, che gli fa vedere i sorci verdi su quella fascia. Prestazione davvero pessima per lui. A fine gara gli servirà un’aspirina.

Gabriel Silva 5,5 – In fase difensiva va in grande difficoltà nel tenere uno straripante Maicon. In fase offensiva, invece, quelle poche volte che può dire la sua, fa vedere buone cose. Suo l’assist per il gol di Borriello.

Cofie 5,5 – Non riesce a fare filtro a centrocampo e va di frequente in difficoltà nel tenere i centrocampisti capitolini. Deve ricorrere spesso al fallo e viene anche ammonito.

Fedele 5,5 – Va in grande difficoltà nel tenere Pjanic che gli spunta da tutte le parti. Prova timidamente a dare geometrie al Carpi, ma i risultati sono scarsi. Dal 55’ Lazzari 6 – Offre un buon contributo, ma i giochi ormai sono fatti.

Bianco 5,5 – Soffre il grande dinamismo di Nainggolan. Corre tanto, ma non riesce a dare sostanza al suo gioco. Prestazione insufficiente per lui.  

Letizia 5 – Non spinge su quell’out e finisce per giocare una gara anonima. Nella ripresa si fa beffare da Digne che realizza il 5-1. Gara da dimenticare per lui e per il Carpi.

Matos 4,5 – Un po’ in ombra. Dialoga poco con Borriello e viene narcotizzato da Manolas. Nel secondo tempo si fa parare un rigore da De Sanctis e sulla respinta si fa ipnotizzare ancora una volta dal portiere abruzzese. Pessima prestazione per lui.

Borriello 7 – Nella prima frazione di gioco si confeziona tutto da solo una palla gol e solo un bravissimo De Sanctis gli nega la gioia. Taglia alla perfezione sul primo palo e con un’incornata realizza la rete dell’1-3. È sicuramente il migliore in campo nelle fila del Carpi. Dal 72’ Lasagna 6,5 – Entra col piglio giusto e va più volte vicino alla rete, ma trova sulla sua strada una difesa ermetica e un grande De Sanctis.

All. Castori 5 – Tanti gli errori in fase di appoggio per gli emiliani. I biancorossi hanno palesato ancora una volta di avere una scarsa tenuta difensiva. Continua ad impressionare, invece, Borriello che probabilmente, alla lunga, diventerà insostituibile in questa squadra. Le uniche speranze di salvezza passano proprio dai piedi dell’ex Roma.

 

Arbitro Irrati 5,5 – Ottima prestazione dei guardalinee che indovinano tutte le scelte. Regolarissimi tutti i gol. Restano dubbi sul rigore concesso al Carpi. Maicon entra in maniera scomposta, ma l’intervento non sembra poter meritare il penalty. Arbitraggio che comunque non ha inciso ai fini del risultato finale.

 

TABELLINO

ROMA-CARPI 5-1

Roma (4-3-3): De Sanctis; Maicon, De Rossi, Manolas, Digne; Nainggolan, Keita(dal 20’ Vainqueur), Pjanic; Salah, Dzeko(dal 45’ Totti)(dal 55’ Iturbe), Gervinho. A disp.: Lobont, Castan, Gyomber, Emerson, Torosidis, Uçan, Di Livio, Pop, Ponce. All. Garcia.

Carpi (3-5-1-1): Brkic; Romagnoli(dal 45’ Di Gaudio), Gagliolo, Zaccardo; Gabriel Silva, Cofie, Fedele(dal 55’ Lazzari), Bianco, Letizia; Matos; Borriello(dal 72’ Lasagna). A disp.: Bubnjic, Wallace, Martinho, Iniguez, Pasciuti, Belec, Gino, Liotti. All. Castori.

Arbitro: Massimiliano Irrati di Pistoia

Marcatori: 24’ Manolas (R), 28’ Pjanic (R), 31’ Gervinho (R), 34’ Borriello (C), 51’ Salah (R), 68 Digne (R)

Ammoniti: 26’ Cofie (C), 76’ Maicon (R)

Espulsi:




Commenta con Facebook