• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Inter > Inter-Fiorentina, Mancini: "Gara aperta. Brutti e cattivi? Spero continuino a dirmelo..."

Inter-Fiorentina, Mancini: "Gara aperta. Brutti e cattivi? Spero continuino a dirmelo..."

Calciomercato.it ha seguito in diretta le parole del mister nerazzurro alla vigilia dello scontro con i viola


Roberto Mancini (Calciomercato.it)
Omar Parretti (@omarJHparretti)

26/09/2015 15:55

DIRETTA LIVE INTER FIORENTINA CONFERENZA STAMPA / MILANO - Tutto pronto per lo scontro d'alta classifica tra Inter e Fiorentina che si sfidano per il primato di questa Serie A. L'allenatore dei nerazzurri, Roberto Mancini, ha incontrato i cronisti in conferenza stampa per analizzare il match e fare il punto sulle News Inter. Calciomercato.it ha seguito per voi in diretta le parole del mister.

Ecco le dichiarazioni per 'Inter Channel' prima delle domande dei giornalisti: "La Fiorentina gioca molto bene. Hanno molti giocatori e bravi tecnicamente, una squadra fastidiosa da incontrare. Uno come Borja Valero non capisci mai dove gioca".

Inzia così la conferenza stampa: "Brutti e cattivi? Brutti non lo so, cattivi nemmeno. Spero di continuare a sentire che giochiamo male se rimaniamo primi. Non mi interessa sinceramente chi dice che giochiamo male, sono in grado di giudicare se facciamo bene o male, ed adesso non mi pare ci siano squadre perfette. Abbiamo la giusta mentalità e gioca, quindi rispetto le opinioni, ma mi tengo la mia. Scudetto? Ho sempre detto che Juventus, Roma e Napoli se la lotteranno, il fatto che stiano dietro è positivo. Non firmo mai per arrivare terzo o altro, bisogna trovare la penna giusta per firmare, le grandi come noi devono aspirare al massimo".

GRUPPO MATURO - "Chi è nell'Inter sa che le aspettative sono molte, anche quando non si parla con i favori del pronostico per la vittoria finale. Non mi pare ci sia grossa pressione sul gruppo".

FIORENTINA - "Giocavano bene con Montella e lo stanno facendo con Sousa. Hanno una buona fase offensiva e sarà una partita complicata per entrambe. L'attenzione serve sempre non solo contro di loro: partita aperta. Sono molto validi a livello tecnico".

LE SCELTE DI FORMAZIONE - "Miranda e Murillo sono i due centrali. Medel può fare il doppio ruolo, ma ci serve a centrocampo: può giocare ovunque, un posto glielo troveremo. Juan Jesus? Sta bene e domani c'è. Icardi? L'ho visto bene ed in costante miglioramento. Kondogbia? Sta conoscendo il calcio italiano. Difesa a tre? Quanto staranno tutti bene assieme perché no".

MANCA IL '10' - "Ljajic potrebbe farlo. Ha grandi qualità e potrebbe esserlo, ma deve integrarsi bene nel gruppo e sta capendo come si gioca a 'San Siro', lo stadio più difficile in Italia".

LE CRITICHE - "Si ragiona troppo per luoghi comuni qua, poi la gente parla senza sapere e tutto si consolida anche per anni nell'immaginario. E' chiaro che si debba migliorare, perché non si può sempre vincere per 1-0, ma anche dietro e nel palleggio dobbiamo fare progressi. Record? La storia mi interessa poco, se facciamo la sesta vittoria consecutiva meglio. io ho già fatto qualcosa in questa società. Ringrazio Moratti per i complimenti, ma è merito anche di società e giocatori. Thohir l'ho visto soddisfatto".

QUESTA L'INTER DI MANCINI? - "Il fisico serve in campo, ma abbiamo anche la qualità: Jovetic, Ljajic e Felipe Melo, nonostante sia bollato come 'Macellaio'.

IL RUMORE DEI NEMICI - "Tutti hanno nemici. Noi stiamo giocando a calcio facendo il meglio possibile anche contro avversarie che ci vedono e tendono a chiudersi".

COMPLEANNO TOTTI - "Essere a 39 anni in una squadra come la Roma è una cosa starordinaria . Gli faccio tanti auguri".




Commenta con Facebook