• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Pagelle > PAGELLE E TABELLINO DI EMPOLI-ATALANTA

PAGELLE E TABELLINO DI EMPOLI-ATALANTA

Toloi è un gigante, ma Pinilla spara a salve. Solito Saponara extra-large, Tonelli se la dorme


Riccardo Saponara (Getty Images)
Lorenzo Bettoni @lorebetto

24/09/2015 22:43

ECCO LE PAGELLE DI EMPOLI-ATALANTA

 

EMPOLI

Skorupski 6,5 - Pinilla gli scalda i guanti ad inizio ripresa, anche se forse la palla sarebbe uscita comunque. Dramé ci ritenta a 15’ dalla fine, lui prolunga sopra la traversa.

Zambelli 5,5 - Uno dei giocatori più esperti della rosa di Giampaolo è molto impreciso anche sul più semplice dei passaggi, specialmente dopo il vantaggio di Toloi.

Tonelli 5 - Distratto per tutto l’incontro e troppo lento quando si tratta di disfarsi della palla. Per di più Toloi gli sfila dietro segnando il gol del vantaggio nerazzurro. Lui dorme, così come il resto della linea toscana.

Costa 5 - Non troppa differenza rispetto alla prestazione di Tonelli: lento e distratto.

Mario Rui 6 - Il migliore della difesa dell’Empoli, ma per esclusione. Anche lui, infatti, non offre il solito coraggioso appoggio alla fase offensiva al quale siamo abituati.

Paredes 6 - Da stropicciarsi gli occhi il flip flap che al ventesimo manda al cross Zambelli. Ha qualità, ma la fascia sinistra però è la più tartassata dall’Atalanta visto che la sua fase difensiva non è molto consistente.

Ronaldo 5,5 - Scelto dal primo minuto dopo la buona prestazione da subentrato ad Udine, gioca un primo tempo in chiaroscuro. Dal 46’ Diousse 6 - Entra per dare fisicità e lasciare Saponara più libero di muoversi dalla cintola in su. Fa questo e poco più.

Croce 6,5 - Come a Udine gira a vuoto nel primo tempo. Proprio come nell’anticipo di sabato scorso, però, cresce nella ripresa.

Saponara 7 - Nella prima mezz’ora crea almeno tre-quattro occasioni da gol, condite da tre tunnel. Quando entra in possesso del pallone riesce sempre a inventare qualcosa. Difetti? A volte forza anche troppo la giocata e nella ripresa si mangia un paio gol.

Maccarone 5,5 – Come al solito non gli si può imputare il poco impegno. Gioca però molto lontano dalla porta e commette alcuni errori di misura. Dal 79’ Pucciarelli s.v.

Piu 5 - Al suo esordio in Serie A, ha sulla testa la prima e unica palla gol dell’Empoli nel primo tempo (in fuorigioco), ma la sua conclusione finisce a lato. Fatica davanti all’esperienza dei centrali atalantini. Ci può stare. Dal 46’ Livaja 5 - Non un ex qualsiasi, visto che a Bergamo ha litigato anche con il magazziniere. Ha una palla gol ad inizio ripresa, ma ricama troppo senza andare al sodo.

All. Giampaolo 5,5 - Subisce l’ennesimo gol del campionato di testa. Il vantaggio dell’Atalanta arriva addirittura su una situazione in cui l’Empoli difendeva con una linea di ben 7 (sette!) difensori. Nella ripresa meriterebbe qualcosa di più con due conclusioni ravvicinate di Saponara, il suo top player. Un punto perso, ma le partite le decidono (anche) gli episodi.

 

ATALANTA

Sportiello 6,5 - Spettatore per gran parte dell’incontro, si attiva a 15’ dalla fine per dire di no a Saponara con un intervento non facile.

Masiello 6,5 - Terzino bloccato. Gioca una partita attenta e supera, forse, un paio di volte la propria metà campo. Si fa male ed esce in barella dopo una miracolosa diagonale che chiude la via del gol a Saponara, nel secondo tempo. Dal 65’ Bellini 6 – Sicurezza, personalità e ammonizione.

Toloi 7 - Ex San Paolo e Roma, trova la prima rete in Serie A sugli sviluppi di un corner beffando l’Empoli piazzato a zona. Nella ripresa i toscani spingono sull’acceleratore, ma lui riesce sempre a metterci una pezza sia su palle alte che su quelle basse. Nel finale dubbio contatto tra lui e Pucciarelli in area toscana. Dall’ 86’ Stendardo s.v.

Paletta 6,5 - Saltato soltanto da Saponara a una manciata di minuti dal termine. Dimostra buona intesa con Toloi e anche nell’uno contro uno non è lo stesso giocatore in affanno con la maglia del Milan.

Dramé 5,5 - Un po’ troppo bloccato ed insicuro palla al piede. Difensivamente concede qualcosina. Non una delle migliori uscite.

Kurtic 6 - Solito match importante in fase di interdizione, tenta un paio di conclusioni che finiscono altissime.

De Roon 6,5 - Saponara gli fa almeno tre tunnel, ma non illudetevi la sua fase di interdizione è stata buona. In fase di impostazione gioca quasi sempre semplice e sbaglia poco.

Grassi 5 - Mezz’ala che pesta la riga. Sta molto più sull’esterno che dentro al campo. Corre molto dietro ai centrocampisti azzurri, ma si inserisce poco senza palla. Non crea quasi mai superiorità numerica dalla sua parte. Dal 58’ Migliaccio 6 – Non ha le caratteristiche di Grassi e infatti gioca una partita più sedentaria.

Maxi Moralez 6 - Si alterna con Gomez, come sempre. Mette sulla testa di Toloi la rete dell’1-0. E’ nervoso e dopo essersi preso un richiamo da Gavillucci, viene ammonito sul finale del primo tempo. Vivace, ma non sempre riesce a trovare la giocata.

Pinilla 5 - Non si sa chi dorma di più tra lui e i centrali dell’Empoli. Nonostante Costa e Tonelli, infatti, non siano nella loro serata migliore, lui riesce comunque a non farsi vedere dai radar di Skorupski. Ci prova solo una volta, nel secondo tempo, ma il portiere ex Roma devia in corner un pallone che forse sarebbe comunque uscito.

Gomez 7 - Sulla sinistra è aiutato dal dinamismo di Kurtic & co. Si dimostra la solita spina nel fianco di difese non proprio velocissime come quella dell’Empoli. E’ praticamente il regista di Reja.

All. Reja 6,5 - Classica partita dell’Atalanta formato trasferta, fatta di attesa e ripartenze veloci. A dire il vero non troppo veloci, stavolta, anche per colpa di un Pinilla non in palla. La difesa, comunque, tiene più che bene. Tre punti che alla lunga saranno pesanti per la permanenza in A.

 

Arbitro: Claudio Gavillucci 5 - Non convince la gestione complessiva dell’incontro. Arbitrare all’inglese, infatti, non significa non fischiare i falli che ci sono. Alcuni gialli sono troppo severi, mentre altri che ci starebbero non vengono sventolati. Infine  dubbi nel finale per un contatto in area empolese Pucciarelli-Toloi. La decisione non è semplice. L’errore arriva certamente poco dopo quando, per ammonire Saponara che eccedeva nelle proteste, ferma una ripartenza veloce dell’Empoli. In confusione.

 

TABELLINO

EMPOLI-ATALANTA 0-1

Empoli (4-3-1-2): Skorupski; Zambelli, Tonelli, Costa, Mario Rui; Paredes, Ronaldo (dal 46’ Diousse), Croce; Saponara; Maccarone (dal 79’ Pucciarelli), Piu (dal 46’ Livaja). A disp. Pelagotti, Laurini, Bittante, Barba, Camporese, Maiello, Zielinski, Krunic, Buchel. All. Giampaolo.
Atalanta (4-3-3): Sportiello; Masiello (dal 65’ Bellini), Toloi (dall’ 86’ Stendardo), Paletta, Dramé; Kurtic, De Roon, Grassi (dal 58’ Migliaccio); Maxi Moralez, Pinilla, Gomez. A disp. Bassi, Radunovic, D'Alessandro, Denis, Cigarini, Conti, Cherubin, Monachello, Raimondi. All. Reja.

Arbitro: Gavillucci di Latina

Marcatori: 31’ Toloi (A)

Ammoniti: 34’ Pinilla (A), 41’ Maxi Moralez (A), 48’ Grassi (A), 85’ Saponara (E), 87’ Diousse (E), 89’ Bellini (A)

Esplusi:




Commenta con Facebook