• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > > LA MOVIOLA DI CM.IT: Moisander, il tocco di mano vale un rigore. Braccio di Barzagli, ma niente pena

LA MOVIOLA DI CM.IT: Moisander, il tocco di mano vale un rigore. Braccio di Barzagli, ma niente penalty

Giornata negativa per i nostri arbitri. Cervellera e Banti non fanno una bella figura. Tanti i rigori non concessi


Luca Banti ©Getty Images
Antonio Russo (Twitter @tonyrusso93)

24/09/2015 07:30

MOVIOLA 5° GIORNATA BANTI CERVELLERA BARZAGLI MOISANDER /TORINO – Turno infrasettimanale non brillantissimo per i nostri fischietti. Pesano gli errori di Banti in Sampdoria-Roma e di Cervellera in Juventus-Frosinone. Poche le sufficienze, con i soli Rizzoli e Celi a salvarsi.
Male anche Russo, che in Inter-Verona non vede un chiaro rigore per gli scaligeri e uno per i nerazzurri.
Prestazioni opache anche per Doveri e Pairetto che peccano nella gestione dei cartellini. Infine, in Fiorentina-Bologna, Calvarese non dà un rigore alla viola.

 

UDINESE-MILAN 2-3, arbitro Doveri 5,5 – Direzione poco uniforme per il fischietto capitolino. Davvero esagerata l’ammonizione comminata a Balotelli: l’attaccante rossonero interviene senza cattiveria e per di più sul pallone. Manca comunque un giallo allo stesso 'Super Mario' per una cintura ai danni di Adnan e uno a Badu per una manata a Bonaventura. Corretto il rosso a Bruno Fernandes nel finale.

 

INTER-VERONA 1-0, arbitro Russo 5,5 – Prestazione non esaltante per l’arbitro campano. Sullo 0-0 Medel colpisce Juanito: era rigore. Manca anche un penalty all’Inter per fallo su Icardi. Man mano che scivola via il match, Russo sembra perdere di mano la partita, prendendo diverse decisioni discutibili.

 

SAMPDORIA-ROMA 2-1, arbitro Banti 5 – Il direttore di gara toscano si mostra eccessivamente permissivo nei confronti dei falli tattici dei giallorossi. Al 26’, episodio nell’area di rigore capitolina: Eder entra in contatto con Manolas e cade, bene fa il fischietto livornese a non concedere il rigore. Infine, tocco di braccio in area da parte di Moisander: la palla schizza prima sul piede, ma l’arto sembra davvero troppo largo. Poteva starci il penalty.

 

LAZIO-GENOA 2-0, arbitro Rizzoli 6 – Buono il suo arbitraggio in una gara maschia, ma corretta. Giuste le due espulsioni. Unico piccolo neo, che fortunatamente non ha inciso sul risultato, un’errata chiamata di off-side al 57' su Djordjevic lanciato a rete.

 

JUVENTUS-FROSINONE 1-1, arbitro Cervellera 5,5 – Episodio chiave al 30’: in un’azione concitata, un giocatore del Frosinone calcia a botta sicura verso la porta difesa da Neto, ma impatta sul braccio largo di Barzagli. Poteva starci il penalty. Per il resto direzione molto all’Inglese, con pochi fischi e tanto gioco.

 

FIORENTINA-BOLOGNA 2-0, arbitro Calvarese 5,5 – Pessima la gestione dei cartellini. Due gli episodi sotto osservazione: nel primo tempo, Gonzalo Rodriguez e Rossettini si strattonano in area rossoblu, ma in questo caso non sembrano esserci gli estremi per un rigore; nella ripresa, invece, Ferrari abbatte Rebic in area: il rigore non sarebbe stato uno scandalo.

 

CARPI-NAPOLI 0-0, arbitro Rocchi 6 – Prestazione nel complesso buona. In pieno recupero Callejon realizza la rete della vittoria per il Napoli, ma gli viene annullata per fuorigioco: decisione giusta.

 

PALERMO-SASSUOLO 0-1, arbitro Pairetto 5,5 – Non commette particolari errori. Probabilmente, l’unica sbavatura la compie in occasione del gol di Floccari: l’azione è, infatti, viziata da un fallo a metà campo di Magnanelli ai danni di Vazquez non sanzionato. Buona la gestione dei cartellini.

 

CHIEVO-TORINO 1-0, arbitro Celi 6 – Partita corretta e priva di particolari episodi da segnalare. Il fischietto pugliese si disimpegna bene non commettendo sbavature.




Commenta con Facebook