• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Pagelle > PAGELLE E TABELLINO DI INTER-VERONA

PAGELLE E TABELLINO DI INTER-VERONA

Felipe Melo non tradisce Mancini, Sala è una furia, Liajic impalpabile


Esultanza Inter (Getty Images)
Davide Ritacco

23/09/2015 22:46

ECCO LE PAGELLE DI INTER-VERONA

 

INTER

Handanovic 6 – Sala lo spaventa colpendo la traversa ma per il resto non è chiamato molto in causa. Attento ad opporsi a Siligardi.

Santon 6 – Molto bravo nel chiudere tutte le diagonali ma meno propositivo in avanti. Forse un po’ di stanchezza nelle gambe ne ha turbato il rendimento.

Medel 6,5 – Il solito mastino, ormai è chiaro a tutti che da centrale è sicuramente più adatto che a comandare il centrocampo. Buona anche l’intesa con Miranda.

Miranda 6 – Ritrova una maglia da titolare dopo il breve periodo di stop e si riprende i gradi di capitano della difesa.  

Telles 6 – Il giovane terzino brasiliano non si risparmia e si fa trovare pronto. Spinge bene ma difende anche con buona applicazione. Dal 89’ Ranocchia s.v.

Guarin 5 – Ammonito dopo 2 minuti per un fallo a centrocampo dopo un pallone perso malamente. Dà fisicità in mezzo al campo, ma sbaglia un gran numero di palloni.

F. Melo 7 – Sblocca un match che si stava facendo molto complicato con un gran colpo di testa. E’ di sicuro il miglior nerazzurro della serata e conduce le danze in mezzo al campo. Resta la pecca del fallo su Pazzini che non smentiscono le voci di ‘cattivo’.   

Kondogbia 5,5 – Idee poche e confuse. Intorno alla mezz’ora sbaglia anche l’occasione più ghiotta di tutto il primo tempo. Mancini lo richiama in panchina anche per fargli tirare un po’ il fiato. Dal 61’ Biabiany 6 – Ritrova il campo e il calcio giocato dopo il lunghissimo stop dovuto a problemi cardiaci. Un buon rientro.

Perisic 6,5 – La sua prestazione lievita col passare dei minuti. Sulla sua corsia mette spesso in difficoltà la difesa del Verona. E’ sempre pronto a far male.

Ljajic 5 – Il suo esordio con la maglia nerazzurra non è certo memorabile. Poco incisivo è troppo spesso fuori dal gioco. Dal 57’ Jovetic 6,5 – L’assist subito dopo il suo ingresso in campo, fa capire come sia fondamentale la sua presenza nello scacchiere di Mancini. E’ il vero trascinatore e leader dell’Inter.  

Icardi 6 – Prova in tutti i modi a liberarsi e a farsi vedere per cercare di chiudere a rete ma è stretto in mezzo a dei veri e propri giganti. Molto meglio con Jovetic a suo fianco.  

All. Mancini 6 – Primo tempo molto complicato con un Icardi troppo isolato e la manovra troppo lenta. Il gol di Melo gli toglie le castagne dal gioco ma ancora una volta il gioco non impressione. Bene la difesa ancora imbattuta. Cantiere aperto.

 

VERONA

Rafael 6 – C’è ben poco da fare sul colpo di testa di Melo. Bravo nelle uscite e ad infondere sicurezza specie nella ripresa quando viene sollecitato molto di più.

Pisano 5,5 – Dopo una domenica di gloria non riesce a dare continuità alle sue prestazioni. Patisce le scorribande di Perisic.

Bianchetti 6 – Non va malissimo contro Icardi: lotta e tiene sempre la posizione anche se qualche volta l’argentino lo punta. Con l’ingresso di Jovetic soffre leggermente di più.

Moras 6 – Un colosso come lui avrebbe dovuto intercettare il pallone che arriva a Melo in occasione del gol. Sfiora quel pallone ma è bravo in tanti altri interventi.  

Helander 6 – Esordio assoluto in Serie A e col Verona. I giovani campioni dell’Under svedese hanno invaso l’Italia meritatamente e lui non è da meno.  

Albertazzi 5 – Si fa sorprendere da Felipe Melo in occasione del gol e per tutta la gara è sempre in difficoltà. Dal 70’ Souprayen 6 – Prova a spingere maggiormente rispetto al collega ma non sempre ci riesce.

Sala 7 – Giocatore molto duttile. Nei primi minuti è una furia: attacca e difende senza sosta. Si spreme così tanto che deve uscire per infortunio dopo aver spaventato l’Inter colpendo una traversa. Dal 75’ Zaccagni 6 – Il giovane attaccante ha subito una buona occasione per mettersi in mostra ma calcia male.   

Viviani 5,5 – Il fulcro del centrocampo di Mandorlini dovrebbe essere lui ma non riesce a trovare i tempi e le giocate che lo hanno reso protagonista lo scorso anno in B.  

Greco 6,5 – Generosissimo non si risparmia e insegue tutti mettendo in difficoltà Santon e costringendo ai raddoppi Guarin o Kondogbia.  Finisce stremato peccando in lucidità.

Pazzini s.v. – Dal 20’ Siligardi 6 – Entra per lo sfortunato Pazzini e non lo fa rimpiangere muovendosi bene ma mancando sempre il colpo letale.  

Gomez 5,5 – Fa un ottimo lavoro nel chiudere gli spazi alle ripartenze nerazzurre ma fatica a superare l’uomo e rendersi pericoloso.

All. Mandorlini 6,5 – Perdere per infortunio prima Toni e  Pazzini è decisamente sfortuna. Come se non bastasse il migliore in campo (Sala) deve lasciare il campo con un sospetto stiramento. Tre giocatori fondamentali fuori eppure esce da San Siro a testa alta.

 

Arbitro: Russo 5,5 – Sembra voler tenere subito la partita in pugno ammonendo Guarin e Albertazzi in 8’, forse anche esagerando. Poi grazia Felipe Melo reo dell’infortunio di Pazzini e a fine primo tempo restano dubbi per un contatto di Medel su Siligardi in area nerazzurra. Nella ripresa dubbi per un fallo su Icardi.   

 

TABELLINO

INTER-VERONA  1-0

Inter (4-3-2-1): Handanovic; Santon, Medel, Miranda, Telles (dal 89’ Ranocchia); Guarin, F. Melo, Kondogbia (dal 62’ Biabiany); Perisic, Ljajic (dal 57’ Jovetic); Icardi. A disp.: Carrizo, Radu, Juan Jesus, Ranocchia, Nagatomo, D'Ambrosio, Montoya, Brozovic, Gnoukouri, Palacio, Manaj. All.: Mancini 

Verona (5-3-2): Rafael; Pisano, Bianchetti, Moras, Helander, Albertazzi (dal 70’ Souprayen); Sala (dal 75’ Zaccagni), Viviani, Greco; Pazzini (20’ Siligardi), Gomez. A disp.: Coppola, Gollini, Checchin, Winck, Matuzalem, Gugliemelli, Wszolek. All.: Mandorlini

Arbitro: Russo di Nola

Marcatori: 56’ Felipe Melo (I)

Ammoniti: 3’ Guarin (I), 8’ Albertazzi (V), 37’ Kondogbia (I), 61’ Sala (V), 64’ Greco (V), 82’ Helander (V), 90’ Felipe Melo (I), 93’ Biabiany (I)

Espulsi: 




Commenta con Facebook