• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Pagelle > PAGELLE E TABELLINO DI FIORENTINA-BOLOGNA

PAGELLE E TABELLINO DI FIORENTINA-BOLOGNA

Borja Valero stellare, Rebic Balbetta. Destro tiene su la squadra, Ferrari è un disastro.


Borja Valero (Getty Images)
Lorenzo Bettoni @lorebetto

23/09/2015 23:00

ECCO LE PAGELLE DI FIORENTINA-BOLOGNA

 

FIORENTINA

Tătăruşanu 6,5 - Miracoloso al 40’ su una conclusione a tu per tu con Destro.

Roncaglia 6 - Spinge solo una volta nel secondo tempo, ma dietro non concede niente.

Gonzalo Rodriguez 6 - Non ha molto lavoro da svolgere. Quando c’è bisogno affonda il colpo su Destro.

Astori 6,5 - Pulito e sempre puntuale, sia quando c’è da correre all’indietro che in anticipo. Sembra recuperato dopo la difficile stagione alla Roma.

Marco Alonso 7 - Tenta di replicare il capolavoro su punizione ammirato contro il Milan. Stavolta la posizione è più ravvicinata, ma lo spagnolo scheggia l’incrocio. Moto perpetuo per tutto l’incontro. E’ suo l’assist per il 2-0 di Kalinic.

Borja Valero 7,5 - L’unico a cui Paulo Sousa non ha mai rinunciato dal 1’ in quest’inizio di stagione. Come contro il Genoa, gioca praticamente tra i due esterni viola andando a disegnare un 4-2-3-1. Smista bene tutti i palloni caldi della Fiorentina e non sbaglia praticamente nulla. MVP. Dall’85’ Mati Fernandez s.v.

Badelj 5,5 - Solito buon apporto in fase difensiva, ma sbaglia troppi appoggi in avanti.

Vecino 6 - Più dinamico del compagno di banco Badelj, nonostante, anche lui, non faccia faville col pallone tra i piedi. Prolunga il cross di Rebic che Blaszczykowski traduce in gol.

Blaszczykowski 7 - Quando accelera diventa difficile da prendere. A volte si incastra su stop e passaggi, ma nella ripresa guadagna confidenza e piano piano riesce a sfondare sulla destra finché non trova anche la via del gol.

Babacar 5,5 – Sei dei nove punti della Fiorentina in campionato portano la sua firma. Stasera non ha nemmeno una palla gol, ma nel primo tempo tenta qualche scambio interessante e non dispiace il suo gioco di sponda. Esce non convintissimo del cambio, ma senza fare polemica. Dal 55’ Kalinic 6,5 – Vede diversi palloni passargli sopra la testa e butta dentro la prima occasione che gli arriva a portata di mano.

Rebić 5,5 - Esterno atipico perché molto fisico e poco veloce. Si fa in quattro anche in fase di copertura. In avanti è macchinoso, anche se è suo il cross per la rete di Blaszczykowski. Dal 78’ Ilicic s.v.

All. Sousa 7,5 – Arrivato nello scetticismo generale, sta rispondendo con i fatti. “Il gobbo” come veniva chiamato in estate a Firenze, non giocherà un calcio spettacolare come quello di Montella, ma certamente ne gioca uno più pratico, equilibrato e meno schizofrenico. Vince una partita non scontata, perché arriva dopo una prestazione fatta di impegno e pazienza. Adesso la Fiorentina è seconda e domenica giocherà lo scontro al vertice in casa della capolista Inter. Sorpresa.

 

BOLOGNA

Mirante 6 - Non può niente sui due gol della Fiorentina, entrambi giunti da posizione ravvicinata.

Ferrari 4,5 - Molto più sofferente rispetto a domenica scorsa. Specialmente nel primo tempo ha difficoltà nel gestire le sovrapposizioni di Alonso, molto più che la forza di Rebic. A proposito, nella ripresa rischia il rigore proprio per uno strattone sul croato. In apnea.

Oikonomou 6 - Prova un paio volte lanci verso gli esterni, come contro il Frosinone. La difesa viola, però, è più concentrata di quella dei ciociari. Dietro è attento, concentrato e raramente fa girare Babacar. E’ l’ultimo ad arrendersi.

Rossettini 6 - Con le buone o con le cattive riesce sempre ad allontanare i problemi dal centro dell’area rossoblù.

Masina 5 - Nel primo tempo gestisce Blaszczykowski senza grossi problemi. La ripresa però è da incubo visto che da quella parte il polacco sfonda spesso e volentieri e in più segna la rete dell’1-0.

Taider 5,5 - Lotta, ma è troppo impreciso in fase di appoggio. Per sbaglio pesta pure il compagno Diawara che è costretto a passare coi medici gli ultimi minuti del primo tempo. Dal 76’ Falco 5,5 – Una sola discesa che si chiude in un vicolo cieco.

Diawara 6 - Recupera tanti palloni, sempre pronto in raddoppio.

Pulgar 6 - Non sarà un fenomeno, ma ha coraggio e dinamismo.

Rizzo 5 - Unica novità rispetto alla partita di domenica scorsa, vinta in casa contro il Frosinone. Non si rende mai pericoloso in zona offensiva e nonostante gli strilloni di Delio Rossi pressa pochissimo Roncaglia, che non ha i piedi educatissimi e per questo potrebbe concedergli qualcosa. Dall’ 80’ Acquafresca s.v.

Destro 6 - Vicino alla Fiorentina in estate, quasi la castiga a fine primo tempo ma Tătăruşanu lo ipnotizza. Nonostante sbagli l’unica palla gol del Bologna, tiene su tutti i palloni che può, dando fiato ai suoi quando la pressione della Fiorentina si fa intensa. Meno apatico delle ultime partite. Anche se continua a non segnare è difficile trovare qualcuno che abbia fatto di meglio stasera.

Mounier 5 - Corre più all’indietro che in avanti. Fa vedere una sola accelerazione degna del Mounier di domenica scorsa. Dal 63’ Brienza 5,5 - Anche lui ha poche occasioni per mettere in mostra tecnica e velocità.

All. Delio Rossi 4,5 - Rispetto alla vittoria di domenica contro il Frosinone lascia a riposo Brienza per lasciare spazio a Rizzo. Come domenica, però, il Bologna calcia pochissimo in porta. Anzi, lo fa solo una volta con Destro. Per tutto il resto dell’incontro solo sofferenza e zero ripartenze. Il Bologna è una delle delusioni di questo avvio di stagione e per salvarsi ci sarà da sudare parecchio.

Arbitro: Gianpaolo Calvarese 5,5 -  Dubbi nel primo tempo per una trattenuta Rossettini-Gonzalo in area viola. Anche se lo strattone del centrale rossoblù c’è, non sembra così grave da meritare il calcio di rigore. Rischia di più Ferrari nel secondo tempo, quando tira giù Rebic in piena area: se Calvarese fischiasse, non sarebbe uno scandalo. Manca un giallo (almeno) a Rebic per un fallo da dietro su Taider. Si dimentica di altri cartellini. Non convince.

 

TABELLINO

FIORENTINA-BOLOGNA 2-0

Fiorentina (4-3-3): Tătăruşanu; Roncaglia, Gonzalo Rodriguez, Astori, Marco Alonso; Borja Valero, Badelj, Vecino; Blaszczykowski, Babacar (dal 55’ Kalinic), Rebić (dal 78’ Ilicic). A disp. Sepe, Lezzerini, Tomovic, Pasqual, Suàrez, Gilberto, Verdù, Bernardeschi, Rossi, Mati Fernàndez. All. Sousa.
Bologna (4-3-3): Mirante; Ferrari, Oikonomou, Rossettini, Masina; Taider (dal 76’ Falco), Diawara, Pulgar; Rizzo (dall’ 80’ Acquafresca), Destro, Mounier (dal 63’ Brienza). A disp. Da Costa, Stojanovic, Maietta, Mbaye, Morleo, Brighi, Gastaldello, Cristegig, Mancosu. All. Delio Rossi.

Arbitro: Calvarese di Teramo

Marcatori: 71’ Blaszczykowski (F), 81’ Kalinic (F)

Ammoniti: 43’ Diawara (B), 70’ Masina (B), 76’ Rebic (F)

Espulsi:




Commenta con Facebook