• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Estero > SOCCER FEVER - Top, Flop e uomini mercato della Week 29 della MLS

SOCCER FEVER - Top, Flop e uomini mercato della Week 29 della MLS

Calciomercato.it vi propone un focus sul calcio a stelle e strisce


Sebastian Giovinco ©Getty Images
Michele Furlan (Twitter: @MicheleFurlan1)

23/09/2015 18:55

SOCCER FEVER MLS WEEK 29 / ROMA - Appuntamento settimanale di Calciomercato.it con Soccer Fever, la rubrica che vi offre un approfondimento sulla week 29 della Mls, il massimo campionato statunitense con i top, i flop e gli uomini mercato.


In Mls si comincia a pensare ai play-off, reale obiettivo di tante franchigie. La Week 29 vede già alcuni verdetti. Nella Eastern Conference, infatti, i New York Red Bulls di Jesse Marsch perdono con i New England Revolution salvo poi sbancare il campo dei Portland Timbers guadagnando il matematico approdo alle eliminatorie. I Red Bulls agganciano anche i Vancouver Whitecaps (sconfitt 3-0 dai Seattle Sounders) in testa alla classifica per il Supporters' Shield. Per il resto c'è ancora tanta incertezza. Ad est i Columbus Crew vincono e superano il D.C. United, attualmente quarto. Due partite contraddittorie per il Toronto di Giovinco: sconfitta contro New York City (che vince anche con San José e torna in corsa per i play-off) e vittoria con Colorado: Montreal sempre a -4. La franchigia di Joey Saputo pareggia con San José (una delle tante squadre impegnate nel back-to-back) e vince agevolmente con New England. Successo anche per Philadelphia, che rimane attaccata al treno. Ad Ovest crollando Dallas e Los Angeles Galaxy, oltre che i Portland Timbers. Bene i Seattle Sounders e lo Sporting Kansas City. San José, come visto, ha racimolato un solo punto e vede avvicinarsi pericolosamente il Real Salt Lake, vittorioso sugli Houston Dynamo ormai con pochissime speranze di arrivare alla post-season.


TOP - Settimana spettacolare. Il Toronto rivede un Sebastian Giovinco in versione trascinatore, con 19 gol totali realizzati e 14 assist incrementati dalla doppietta e dall'assist contro Colorado. In casa New York City bene i 'Big Three', con Andrea Pirlo che è finalmente decisivo con un paio di giocate delle sue (proprio contro i canadesi dell'ex compagno ai tempi della Juventus). Nel successo della squadra di Kreis contro San José invece sale in cattedra Grabavoy con una doppietta. Gloria anche per il centravanti del Real Salt Lake Devon Sandoval, per il quale non è stata un'annata fortunata (solo 4 centri compresa la doppietta ai Galaxy). Montreal sogna i play-off e lo deve al calcio totale di Didier Drogba, perfetto in fase offensiva sia come ispiratore che come finalizzatore. La resurrezione dei Seattle Sounders passa da Obafemi Martins: contro Vancouver l'ex Inter mette a referto un assist e un gol, mostrando la solita intesa con Clint Dempsey. Sempre ad Ovest, lo Sporting Kansas City ringrazia il suo numero 10 Benny Feilhaber. Per lui doppietta e leadership conclamata.


FLOP - In San José Earthquakes-Montreal Impact assistiamo a 3 flop di livello. Sciagurato il pallone perso da Alexander che manda in rete Wondolowski. Malissimo il portiere Bingham sul pareggio di Bekker. Folle l'intervento di Oyongo direttamente su Perez Garcia: rosso diretto sacrosanto. In Sporting Kansas City-Dallas il portiere dei texani è il giovane Jesse Gonzalez e per lui è un incubo. Errata posizione sulla punizione di Feilhaber e rigore causato con un'uscita disastrosa. Malissimo anche Juninho dei Los Angeles Galaxy che affossa i suoi commettendo un fallo da rigore davvero ingenuo con il Real Salt Lake che allunga così in maniera decisiva. Montreal sorride, Donadel no. L'ex Fiorentina e Napoli si fa cacciare direttamente per una tackle durissimo nonostante l'ampio vantaggio dei suoi. 


CONSIGLI DI MERCATO - I Columbus Crew sono una delle squadre più complete della Mls. In attacco ci sono i gol di Kamara, la classe di Higuain e gli inserimenti di Meram e Finlay. Il centrocampo però è retto da Tony Tchani, mediano con licenza di inventare e arrivare alla conclusione. Nato a Bafang, in Camerun, il 13 aprile 1989. Si trasferisce negli Usa a 15 anni dove comincia a giocare nelle giovanili dei Virginia Cavaliers. Gioca anche con gli Hampton Roads Piranhas, club della Premier Development League. Seconda scelta assoluta al draft del 2010 per i New York Red Bulls, ha giocato anche con il Toronto Fc prima di arrivare a Columbus nel 2011. Centrocampista completo, con un fisico da corazziere (1,93 per 84 kg) e piedi delicati. Può agire centralmente come mediano o anche giostrare qualche metro avanti. Bravo a spezzare l'azione avversaria e a farla ripartire subito con buona precisione. E' ambidestro e ha visione di gioco. Quest'anno ha realizzato 5 gol e 4 assist, dimostrando di essere maturo e  quasi un top per la Mls


TOP 11 (3-4-3): Robles (New York Red Bulls); Beltran (Real Salt Lake), Collin (Orlando City), Marshall (Seattle Sounders); Barnetta (Philadelphia Union), Feilhaber (Sporting Kansas City), Tchani (Columbus Crew), Grabavoy (New York City); Giovinco (Toronto), Drogba (Montreal Impact), Sandoval (Real Salt Lake). All. Jason Kreis (New York City).




Commenta con Facebook