• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Serie A > Serie A, Baggio: "Juve ancora favorita. Balotelli è alla penultima spiaggia"

Serie A, Baggio: "Juve ancora favorita. Balotelli è alla penultima spiaggia"

Il 'Divin Codino' ha parlato delle ultime vicende del calcio italiano


Roberto Baggio ©Getty Images
Giorgio Musso (Twitter: @GiokerMusso)

19/09/2015 10:08

SERIE A ROBERTO BAGGIO SCUDETTO BALOTELLI JUVENTUS BERARDI / ROMA - Un Roberto Baggio a 360 gradi quello che ha parlato in un'intervista concessa a 'Il Corriere dello Sport'. L'ex fuoriclasse azzurro, in primis, ha detto la sua su Balotelli: "E' tra i migliori calciatori del mondo, ma pare voler dare l'idea di quello che forse non è - ha detto il 'Divin Codino' - Vorrei parlagli, è alla penultima spiaggia. Lo scudetto?  La Juventus è ancora favorita per il campionato, ha qualcosa in più di tutti malgrado queste prime tre giornate. Il miglior talento italiano? Berardi, non ho dubbi. Mi piace molto".

RUOLO IN FIGC - "Perché ho lasciato la Figc? Troppa burocrazia. Volevo far qualcosa per i giovani talenti italiani, ma non c'è struttura e sistema. C'è un'immensa dispersione di possibilità e fondi. Dovevo anche scontrarmi con chi il calcio non sa neanche dove sta di casa".

CARRIERA - "Non volevo lasciare Firenze perché ero grato alla gente. Al Mondiale di USA '94 Sacchi fece bene a togliermi. In Brescia-Atalanta il mio gol più bello. Bonfante e Bachini i talenti inespressi, Borgonovo un amico. Non tifo per nessuno, solo Boca Juniors".

INFORTUNI - "Smettere di giocare per me è stata una liberazione: troppo dolore fisico, non riuscivo neppure a scendere dall'auto. In Francia mi misero 220 punti di sutura. Dissi a mia madre: se mi vuoi bene, devi uccidermi. Dopo un infortunio scoprii il buddismo. Mai fare le vittime, il tuo destino è nelle tue mani".




Commenta con Facebook