• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Pagelle > PAGELLE E TABELLINO DI ROMA-BARCELLONA

PAGELLE E TABELLINO DI ROMA-BARCELLONA

Florenzi versione Pibe de Roma. Alba viene oscurato, Suarez non basta


Alessandro Florenzi (Getty Images)
Antonio Russo (Twitter @tonyrusso93)

16/09/2015 22:48

ECCO LE PAGELLE DI ROMA-BARCELLONA

 

ROMA

Szczesny 6,5 – Non può fare molto sul gol di Suarez. Ad inizio ripresa si fa trovare pronto su una conclusione ravvicinata di Messi. Poco dopo è costretto a lasciare anzitempo il campo da gioco, per un infortunio, in seguito ad un intervento poco ortodosso del centravanti uruguaiano del Barça. A quanto pare i blaugrana non gli portano bene, infatti, anche 4 anni fa, quando era all’Arsenal, aveva dovuto lasciare il campo per un problema alla mano. Dal 49’ De Sanctis 6 – Si fa trovare pronto e con una parata a terra su Iniesta strappa gli applausi dei propri tifosi.

Florenzi 8 – Difensivamente gioca una partita ordinata. Quando però ha l’opportunità di viaggiare su quella fascia mette letteralmente in crisi il Barcellona. Al 31’ si veste da Maradona e realizza un gol incredibile, praticamente da metà campo, con un pallonetto che non lascia scampo a Ter Stegen. Dopo le ottime prestazioni in campionato, arriva anche questa superlativa partita in Champions. Impressionante. Dall’85’ Torosidis s.v.

Manolas 7 – Si perde Suarez nell’azione del gol, che ad onor del vero è in fuorigioco. Per il resto non commette sbavature e aiutato dai centrocampisti non fa passare uno spillo all’interno dell’area di rigore capitolina.  Nel finale salva un gol sulla linea di porta. Impenetrabile.

Rudiger 6,5 – Strappa molti applausi dal pubblico dell’Olimpico con i suoi interventi precisi e decisi. La sua giovane età lo porta di frequente a strafare, ma ha mezzi atletici strepitosi e l’età dalla sua parte. Potrebbe diventare davvero un grande difensore.

Digne 6 – Resta molto schiacciato nelle retrovie e non prova mai la sortita offensiva. Nell’azione che porta al gol di Suarez si trova, suo malgrado, coinvolto in un fortuito contatto con Messi che gli impedisce di intervenire.  

Nainggolan 6,5 – Rincorre Rakitic ovunque e lo costringe alla giocata frettolosa, che il più delle volte è anche sbagliata. In fase propositiva si fa vedere poco, ma disputa una gara di grande sostanza.

De Rossi 7 – Si posiziona davanti alla difesa e quando ce n’è bisogno da’ una mano ai compagni con proficui ripiegamenti. La sua intelligenza tattica lo rende una pedina fondamentale nello scacchiere di Garcia. Tantissimi i palloni recuperati. Mastino romano.

Keita 6 – Prova a fare densità a metà campo, ma esce abbastanza fuori dal match. Sembra timido e non è da lui. Cresce nella ripresa e strappa la sufficienza.

Salah 6,5 – Su quella fascia, con le sue accelerazioni, mette letteralmente in crisi Mathieu. Il Barcellona lascia ampi spazi dietro, dove lui ci sguazza tranquillamente. Gioca una gara di grande sacrificio, tantissimi i suoi ripiegamenti. Cuore e tecnica per l’egiziano.

Dzeko 6,5 – Numeri d’alta scuola per l’ex City, che fa tante sponde per i compagni e fa salire la squadra con maestria. Non si fa notare molto, ma fa il lavoro sporco che gli chiede Garcia. Sacrificato nell’occasione.

Iago 6 – Torna ad affrontare il club che gli ha dato i natali calcistici. Parte in maniera molto timida e nel primo tempo tocca pochissimi palloni. Cresce nella ripresa. Dall’81’ Iturbe s.v.

All. Garcia 7,5 – La sua Roma mette subito le cose in chiaro e mentre il Barça prova sempre, il solito, estenuante, tiki taka, i giallorossi tentano di verticalizzare subito la manovra ed azzannare la preda. La squadra capitolina difende con ordine e riparte con precisione e velocità. Davvero formidabile il Florenzi di questo primo scorcio di stagione.

 

BARCELLONA

Ter Stegen 5,5 – Nell’azione del gol, è leggermente fuori dai pali (come sua abitudine) ma Florenzi compie una prodezza sensazionale.  Per il resto non viene chiamato a grossi interventi. Attento sul finale di primo tempo ad una conclusione insidiosa di Nainggolan.

Sergi Roberto 5,5 – Su quell’out Digne e Iago non gli danno grande apprensione in fase di contenimento. Quindi è più libero di sganciarsi e provare la sortita offensiva, ma gli effetti non sono sempre positivi.

Piqué 6 – Con l’assenza di Mascherano i compiti d’impostazione, nelle retrovie, sono assegnati a lui. Tiene abbastanza bene Dzeko, ma non riesce ad impostare il gioco come sa fare l’argentino.

Mathieu 5 – Viene schierato a sorpresa al posto di Mascherano, al centro della difesa blaugrana. Da quel lato si perde continuamente Salah, che gli parte alle spalle e lo irride in continuazione con i suoi fulminei scatti.

Jordi Alba 5 – Gioca molto alto, costringendo Mathieu all’uno contro uno con Salah in fase passiva. Non riesce mai a superare Florenzi su quell’out, che lo umilia anticipandolo costantemente.

Rakitic 5,5 – Sonnecchia nella prima parte della partita, sbagliando tanti lanci. Poi però si fa trovare pronto su un cambio di campo e mette sulla testa di Suarez il pallone dell’1-0. Dopo questa azione però torna nel suo limbo e non ne azzecca una. Dal 62’ Rafinha s.v. – Gioca una manciata di secondi e su un intervento di Nainggolan si fa male ed è costretto ad uscire. Dal 65’ Mascherano 6 – Gioca un buono scorcio di match. Si limita a svolgere il compitino in una posizione che non gli appartiene più da tempo.

Busquets 6,5 – Taglia il gioco della Roma e cuce quello del Barcellona con un inusuale semplicità. Corre tanto e disputa nel complesso una buona partita.

Iniesta 6,5 – Tenta di frequente l’inserimento e va anche vicino al gol. Mette abbastanza in crisi Keita, che soprattutto nel primo tempo è troppo lezioso.

Messi 6 – Dopo appena 4 minuti mette i brividi alla Roma con un affilato sinistro dal limite dell’area. Quando la squadra non gira prova sempre a mettersi in proprio per inventare calcio. Compie una serie infinita di dribbling, anche se non riesce ad essere incisivo come al solito. Nel finale sfiora il colpo da tre punti, ma la traversa gli nega la gioia del gol.

Suarez 6,5 – Non si vede molto ad inizio match, ma quando c’è da metterla dentro si fa trovare pronto davanti alla porta. Come sempre si mostra non proprio l’immagine della correttezza. Con un intervento maldestro fa male a Szczesny.

Neymar 5 – Molto fumoso, gioca a nascondino dietro Florenzi e Manolas. Non si mette molto in luce e finisce per essere una delle più grandi delusioni nella serata di Champions dell’Olimpico.

All. Luis Enrique 6 – Torna a Roma dopo la triste parentesi professionale vissuta nella stagione 2011/2012. Il suo Barcellona, campione d’Europa in carica, non mette di certo paura ai giallorossi nella prima frazione di gioco, che in contropiede mettono seriamente in crisi gli azulgrana. Nel secondo tempo il copione non cambia e il suo Barça esce a testa bassa dall’Olimpico.

 

Arbitro Kuipers 5 – Arbitraggio non certo eccellente per il fischietto olandese. Nella prima frazione di gioco, veementi proteste della Roma sul gol del Barcellona. Effettivamente Messi fa fallo su Digne impedendogli di intervenire su Rakitic, inoltre Suarez, sull’assist del croato è lievemente in fuorigioco. Sempre nel primo tempo, il centravanti uruguaiano protesta per un presunto fallo da rigore da parte di Szczesny, dai replay sembra starci il penalty. Nella ripresa da segnalare un contatto in area blaugrana tra Mascherano e Nainggolan: il direttore di gara lascia proseguire il gioco.

 

TABELLINO

ROMA-BARCELLONA 1-1

Roma (4-3-3): Szczesny(dal 49’ De Sanctis); Florenzi(Dall’85’ Torosidis), Manolas, Rudiger, Digne; Nainggolan, De Rossi, Keita; Salah, Dzeko, Iago (dall’81’ Iturbe). A disp.: Maicon, Totti, Vainqueur, Gervinho. All. Garcia.

Barcellona (4-3-3): Ter Stegen; Sergi Roberto, Piqué, Mathieu, Jordi Alba; Rakitic(dal 62’ Rafinha)(dal 65’ Mascherano), Busquets, Iniesta; Messi, Suarez, Neymar. A disp.: Ramirez, El Haddadi, Adriano, Bartra, Masip. All. Luis Enrique.

Arbitro: Björn Kuipers (Olanda)

Marcatori: 21’ Suarez (B), 31’ Florenzi (R)

Ammoniti: 63’ Nainggolan (R), 75’ Piqué (B)

Espulsi:




Commenta con Facebook