• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Estero > SOCCER FEVER - Top, Flop e uomini mercato della Week 28 della MLS

SOCCER FEVER - Top, Flop e uomini mercato della Week 28 della MLS

Calciomercato.it vi propone un focus sul calcio a stelle e strisce


Kei Kamara (Getty Images)
Michele Furlan (Twitter: @MicheleFurlan1)

16/09/2015 19:30

SOCCER FEVER MLS WEEK 28 / ROMA - Appuntamento settimanale di Calciomercato.it con Soccer Fever, la rubrica che vi offre un approfondimento sulla week 28 della Mls, il massimo campionato statunitense con i top, i flop e gli uomini mercato.

 

La Week 28 della Mls 2015 vede un importante avvicendamento in vetta alla Western Conference e alla classifica generale del Supporters' Shield. I Los Angeles Galaxy di Bruce Arena, infatti, non vanno oltre lo 0-0 contro i Montreal Impact di Didier Drogba. Di questo mezzo passo falso ne approfittano i Vancouver Whitecaps di Carl Robinson che superano per 2-0 i Colorado Rapids. I Galaxy vengono agganciati anche da Dallas, che vince di misura sul New York City (al terz ko consecutivo). Frena il D.C. United di Erick Thohir (1-1 con i Rapids, impegnati in un back-to-back) raggiunto dai New York Red Bulls. La squadra della 'Grande Mela' compie una sensazionale rimonta contro i Chicago Fire: da 0-2 a 3-2. Come Colorado, anche lo Sporting Kansas City gioca due gare, con esiti negativi: pareggio a reti bianche con i Portland Timbers e sconfitta netta sul campo di Orlando City, vicini ai play-off ad est. Quasi sicuramente ci arriverà Sebastian Giovinco con il suo Toronto Fc, nonostante il ko con i New England Revolution di un grande Diego Fagundez. Classifica corta ad ovest in zona play-off: 4 squadre in tre punti con i Seattle Sounders che pareggiano con i San José Earthquakes nello scontro diretto. Effimera la vittoria del Real Salt Lake sugli Houston Dynamo: per raggiungere le eliminatorie ci vorrà un miracolo. Chiude Columbus che espugna il campo dei Philadelphia Union grazie al solito Kei Kamara.


TOP - Impossibile non citare Kei Kamara, nominato anche 'Player of the Week'. L'attaccante della Sierra Leone segna una doppietta con cui affonda i Philadelphia Union e si porta da solo in cima alla classifica dei cannonieri con 20 realizzazioni. La squadra del momento però è canadese. Nel 2-0 dei Vancouver Whitecaps sui Rapids c'è tantissimo di Cristian Techera. L'esterno offensivo uruguaiano serve un assist e chiude la pratica: per lui in totale sono 6 gol e 4 passaggi vincenti. Non male. Per il Real Salt Lake arrivare ai play-off è un sogno quasi irrealizzabile. Se esiste anche solo il pensiero, però, è soprattutto merito dell'esperto Javier Morales, scafato trequartista argentino che propizia la vittoria di Houston. Un altro sudamericano, il giovane uruguaiano Diego Fagundez, invece è l'eroe dei New England Revolution che sbancano Toronto. Il classe '95 segna il quinto gol della propria stagione, dimostrando di essere uno dei giovani più importanti della Mls. Non è giovane Adrian Winter, esterno offensivo nato nel 1986 ed arrivato ad Orlando dal Lucerna. Mattatore del 3-1 sullo Sporting Kansas City con una doppietta.


FLOP - Imbarca acqua la difesa degli Houston Dynamo, che incassa due gol praticamente identici frutto di una gestione dissennata dei palloni vaganti: raro da vedere a questi livelli. Nel tracollo del Toronto Fc ci sono due nomi che spiccano negativamente: Perquis e Bradley. Il primo realizza una sfortunata quanto goffa autorete. Il secondo perde palla in maniera sanguinosa nel cuore della propria area, spalancando la porta agli avversari. Male anche New York sponda City dove Andrea Pirlo non riesce ad incidere, così come Frank Lampard. Malissimo anche il portiere Saunders che prende gol direttamente da calcio d'angolo con colpe evidenti. I tifosi dei Colorado Rapids sogneranno per diverse notti l'erroraccio di Lucas Pittinari sotto porta: contro il D.C. United potevano essere tre punti. Quelli dello Sporting Kansas City invece possono essere furiosi con Dominic Dwyer, protagonista di un diverbio poco educativo a gioco fermo che gli vale il rosso diretto.


CONSIGLI DI MERCATO - Carl Robinson sta facendo un lavoro meraviglioso a Vancouver. I suoi Whitecaps sono la squadra capolista ad ovest e nella classifica generale grazie ad un gioco tecnico, rapido ed estremamente piacevole. Uno degli interpreti migliori è sicuramente Cristian Techera. Nato a Paysandù, in Uruguay, il 31 maggio 1992. Cresce nel settore giovanile del Penarol salvo poi passare a quello del River Plate di Montevideo, squadra con cui debutta a 17 anni nella massima serie nazionale. In 5 anni con i 'Darseneros' si toglie diverse soddisfazioni (82 partite e 20 gol) prima di essere ceduto in prestito alla franchigia canadese. Quest'anno, come detto, 6 gol e 4 assist nelle prime 17 gare. Folletto offensivo (è alto solo 1,58) può coprire entrambi gli out in zona offensiva, con una preferenza particolare per quello di sinistra. E' un mancino pure ma può giocare anche a destra (rientrando per il tiro). Estremamente tecnico e rapidissimo nel breve, ha un dribbling secco ed è micidiale in campo aperto. I Whitecaps hanno il diritto di riscatto, ma se dovesse tornare in Uruguay sarebbe pronto per il salto in Europa.


TOP 11 (4-4-2): Melia (Sporting Kansas City); Afful (Columbus Crew), Farrell (New England Revolution), Burling (Colorado Rapids), Cabrera (Montreal Impact); Winter (Orlando City), Morales (Real Salt Lake), Michel (FC Dallas), Techera (Vancouver Whitecaps); Kamara (Columbus Crew), Fagundez (New England Revolution). All. Mauro Biello (Montreal Impact)




Commenta con Facebook