• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Napoli > Napoli-Club Brugge, Sarri: "Maradona? Onorato che mi conosca. Ora, tiro fuori la sciabola"

Napoli-Club Brugge, Sarri: "Maradona? Onorato che mi conosca. Ora, tiro fuori la sciabola"

L'allenatore partenopeo ha incontrato i giornalisti in sala stampa


Maurizio Sarri ©Getty Images
Stefano D'Alessio (Twitter: @SDAlessio)

16/09/2015 12:59

EUROPA LEAGUE NAPOLI-CLUB BRUGGE CONFERENZA STAMPA VIGILIA MAURIZIO SARRI / NAPOLI - Alla vigilia di Napoli-Club Brugge, esordio stagionale per i partenopei in Europa League, l'allenatore dei padroni di casa Maurizio Sarri ha commentato le ultime news Napoli nella conferenza stampa di rito. Calciomercato.it ha seguito in diretta l'evento.

LE EMOZIONI DELLA VIGILIA - "Sono molto concentrato sulla squadra, ora non ci penso ma domani in campo sicuramente un po' di tensione potrebbe saltar fuori. Ora sono concentrato sull'allenamento".

LE CRITICHE DI MARADONA E FERLAINO - "Per me Maradona è stato un idolo, già il solo fatto che mi conosca mi onora. Non ho alcuna intenzione di rispondergli, spero solo di riuscire a fargli cambiare idea. A Ferlaino dico che non penso che a Empoli sia mancata la cattiveria perché abbiamo reagito e rimontato due volte il risultato. La settimana precedente, invece, è stata diversa perché in quell'occasione ci siamo sciolti".

ATTUALE MOMENTO DI FORMA - "In questo momento ritengo sia più giusto concentrarsi sulla prestazione e non sul risultato. Ci manca continuità, in tutte e tre le partite di inizio stagione abbiamo sbagliato qualcosa. C'è da dire, però, che siamo stati sfortunati con alcuni episodi negativi che hanno condizionato i risultati. Noi dobbiamo commettere meno errori, speriamo di migliorare e di farlo velocemente. Fare risultato ci aiuterebbe ma io penso alla prestazione. Dobbiamo crescere in cattiveria  ed essere più bravi a gestire i momenti difficili. I calciatori si allenano con intensità. La sensazione è che non ci manchi molto".

TURNOVER CONTRO IL CLUB BRUGGE - "Nelle tre partite disputate in campionato hanno giocato già venti calciatori. Non direi molto, ma qualcosa di diverso rispetto a domenica ci sarà".

IL MODULO - "Tridente o trequartista? Stiamo provando entrambi i moduli, potremmo utilizzarli entrambi domani. Il modulo lascia il tempo che trova, se ci fosse un modulo in grado di garantire la vittoria tutti gli allenatori lo utilizzerebbero. Quello che conta sono i movimenti e la forza dei calciatori. Io porto avanti la mia idea di calcio, non avrebbe senso snaturarla. Voglio una squadra di personalità".

CENTROCAMPO - "Le nostre difficoltà erano di interdizione a centrocampo più che in difesa. Siamo stati scadenti a centrocampo. Valdifiori spesso inizia con poca brillantezza, Hamsik era tornato dalla nazionale più affaticato mentre Allan è cresciuto alla distanza".

DIFFERENZE TRA EMPOLI E NAPOLI - "Per me il calcio è uguale, solo per voi è diverso. Mi piace molto l'applicazione dei giocatori durante gli allenamenti. Sono sempre stato abituato agli allenamenti a porte aperte, ma qui è difficile: ci sarebbero 6-7mila spettatori".

CURVA CHIUSA - "Non capisco il motivo, vanno arrestati i responsabili. Non possono essere penalizzati tutti. E' come se ci fosse un incidente sull'autostrada tra due auto e si togliesse a tutti la patente".

LA POSIZIONE DI HYSAJ - "Le perplessità sulla posizione in campo di Hysaj sono ingiustificate: in carriera ha giocato molto più a sinistra che a destra".

DIFESA - "Commettiamo errori che sono il contrario di quello che pensiamo, ma è difficile far cambiare modo di pensare a giocatori che hanno un percorso lungo e che hanno sempre pensato in un certo modo. In allenamento magati ti viene, con lo stress della partita è diverso".

PORTIERE - "Perché devo scegliere un secondo o un terzo tra Gabriel o Rafael? Di settimana in settimana valuteremo. Non so se giocherà Reina, ne parleremo direttamente domani mattina. Ci confronteremo col medico e decideremo in base a chi starà meglio".

KOULIBALY - "Koulibaly ha un potenziale enorme. Se cresce tatticamente può essere un difensore da top club".

LEADERSHIP - "L'allenatore deve tirare fuori la sciabola e combattere con tutti per difendere la squadra e dargli sicurezza. C'è chi sta combattendo per loro, per tenerli lontani dalle critiche e spero possano trovare serenità e fiducia che a volte hanno. Io ho sempre fatto scelte importanti nella mia vita, a volte anche folli. Sono sempre stato circondato dallo scetticismo perché ero sempre quello che veniva dal basso, ma se sono qui di personalità ne ho avuta parecchio e devo trasmetterla".

VALDIFIORI - "Valdifiori ha dei momenti in cui cala, ma è un fine palleggiatore, ha una grande velocità di idee che ora fatica a esprimere. Il ragazzo crescerà. C'è anche Jorginho che sta diventando un giocatore importante".




Commenta con Facebook