• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Champions league > Manchester City-Juventus, Allegri: "Dobbiamo stare zitti e fare risultato"

Manchester City-Juventus, Allegri: "Dobbiamo stare zitti e fare risultato"

Calciomercato.it vi oha offerto le dichiarazioni dell'allenatore bianconero


Allegri (Getty Images)
Bruno De Santis (@Bruno_De_Santis)

14/09/2015 18:45

MANCHESTER CITY JUVENTUS BUFFON ALLEGRI CONFERENZA / MANCHESTER (Inghilterra) - Dimenticare il campionato e ricordarsi come si fa a vincere: la Juventus vuole mettere da parte la crisi e cominiciare nel migliore dei modi la Champions League. Alla vigilia del debutto di Champions League, il tecnico dei bianconeri Massimiliano Allegri risponde in conferenza stampa alle domande su le news JuventusCalciomercato.it ha seguito  per voi le dichiarazioni a 24 ore dal test di Manchester. 

EQUILIBRIO - "Domani dobbiamo non pensare al campionato. Domani sarà la prima partita di Champions, in un girone molto difficile. Dobbiamo fare una partita di coraggio e avere fiducia in noi: dobbiamo in questo momento invertire la tendenza. Nel calcio basta un risultato a far tornare la squadra forte. La squadra in campo ha dato tutto, c'è mancato il gol, siamo stati un po' sfortunati perché in casa abbiamo preso due gol su due tiri. Serve equilibrio, mantenere il basso profilo, parlare poco e cercare di fare risultato".

POGBA - "La partita della consacrazione? Quando è entrato sabato ha fatto un buon secondo tempo ed è tornato a giocare secondo le sue caratteristiche. Deve trascinarci seguendo le sue caratteristiche, con la forza e con la tecnica. Domani deve essere una partita che la squadra deve giocare con le dovute attenzioni, ma avremo spazi. Sarà una partita completamente diversa dal campionato come capita sempre in Europa. Domani è un test importante per vedere a che punto è la squadra in Europa e nella quale dovremo sicuramente migliorare. Non sappiamo dove possiamo arrivare e parlare di scudetto o Champions non ha senso: dobbiamo stare zitti e fare risultati". 

LEMINA - "Può giocare anche da mezzala di inserimento. Domani ho cinque centrocampisti a disposizione e vedremo se ne giocheranno 3 o 4. Al di là di chi scenderà in campo voglio personalità, ottima gestione della palla e dobbiamo riprendere gusto a difendere in un certo modo. Di calcio si parla molto della fase offensiva ma è bello anche difendere in un certo modo, non concedere niente all'avversario. Ci sono momenti della partita in cui non puoi avere il dominio del gioco, in Europa soprattutto, e in quei momenti deve difendere in modo giusto, ordinato, con tutta la squadra. Serve sacrificio a difendere anche per attaccare meglio".

HERNANES - "Ha fatto una buona partita, veniva da dieci giorni dove non sempre si era allenato. In questo momento devo valutare varie situazioni. Sabato a me è dispiaciuto per i ragazzi perché hanno fatto una partita giusta per attenzione, cattiveria e intensità e abbiamo avuto molte occasioni. In questo momento non facciamo molti gol. Quando inizieremo a segnare le partite saranno diverse". 

CUADRADO - "Non mi chiedete la formazione perché non la dico. Cuadrado ha fatto bene e va sfruttato per le sue caratteristiche: al suo fianco deve avere calciatori in grado di sostenerlo". 

CALCIATORI AL DEBUTTO - "Non terrò conto della precedente esperienza, perché la si fa giocando. Abbiamo cambiato 10 calciatori di movimento e ci vuole tempo e lavoro. Bisogna fargli giocare le partite perché solo così migliorano". 




Commenta con Facebook