• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Pagelle > PAGELLE E TABELLINO DI VERONA-TORINO

PAGELLE E TABELLINO DI VERONA-TORINO

Scaligeri raggiunti due volte, ma prestazione di squadra non deludente. Nel Toro ottimo Molinaro


Juanito Gomez ©Getty images
Antonio Papa (Twitter: @antoniopapapapa)

13/09/2015 14:46

ECCO LE PAGELLE DI VERONA-TORINO:

 

VERONA 

Rafael 5,5 - Forse poteva fare qualcosa di più sul gol di Acquah, ma era coperto da Quagliarella. Incolpevole sul primo go. 

Pisano 5,5 - In fase di spinta funziona l'asse con Sala, in fase difensiva però la partita è da dimenticare, anche perché Molinaro è in giornata di grazia e lo asfalta. Disattento anche sull'incursione di Baselli. 

Marquez 6 - Prova anche l'incursione offensiva, in fase difensiva è attento in marcatura ma si lascia sfuggire chi viene dalle retrovie. 

Moras 6 - La marcatura sugli attaccanti funziona, tanto che sia Quagliarella che Belotti raramente riescono a rendersi pericolosi. 

Souprayen 6 - C'è grande curiosità intorno a questo esterno che in poche settimane si è conquistato subito il posto da titolare. Spinge bene, attento anche in difesa. Un terzino da tener d'occhio. 

Sala 6 - Spinta e copertura, centrocampista universale come ci ha abituato ormai da tempo, il mediano di Mandorlini è un martello che spesso si sovrappone ora con Siligardi ora con Pisano. Calo vistoso nel secondo tempo, peccato perché nel primo era stato molto positivo. Dall'84' Ionita s.v.

Viviani 6,5 - Regista ispirato, gioca un ottimo primo tempo dando ottimi palloni filtranti per i compagni. Notevoli anche le traiettorie da calcio piazzato. Nella ripresa perde un po' il polso della situazione, ma resta comunque il più bravo ad accendere la luce in mezzo al campo. 

Greco 6,5 - Molto vivace, sempre al centro del gioco, una sua splendida azione rischia' di mandare a rete Toni in quella che forse è l'occasione più pericolosa della prima frazione. 

Siligardi 6 - Dei tre lì davanti è quello più mobile, anche se va un po' a sprazzi. Spende molto ed esce dopo un'ora, fra applausi tutto sommato meritati. Dal 62' Jankovic 6 - Entra col piglio giusto, con la consueta cattiveria agonistica. Rimedia subito un giallo poi contribuisce a dare sostanza all'attacco veronese.

Toni 6,5 - Sempre immarcabile, sempre fisico ai limiti del fallo, sfiora il gol nel primo tempo, sventato da una gran parata di Padelli, poi trova li rigore per portare i suoi in vantaggio e lo trasforma con la consueta freddezza. In un modo o nell'altro risponde sempre presente.

Gomez 7 - Esterno di corsa e sacrificio, va ad aiutare i centrocampisti scalando in seconda linea molto più dei compagni di reparto. Ma è bravo anche ad inserirsi, infatti una sua percussione porta al rigore dell'1-0. Un 'assist' speciale bissato poi col gol del nuovo vantaggio. Decisivo. Dall' 83' Pazzini s.v.

All. Mandorlini 6 - Due volte in vantaggio, due volte raggiunti, la seconda dopo pochi minuti. Una partita che si poteva vincere e che invece finisce male per alcune disattenzioni difensive, di reparto più che di singoli. Non si può dire che il Verona abbia demeritato, anzi, ma i tre punti erano alla portata. 

 

TORINO 

Padelli 6,5 - Un miracolone sulla testa di Toni al 40' del pt, un altro paio di interventi importanti. Spiazzato sul rigore, ma non può fare sempre capolavori.

Bovo 6,5 - Parte a destra ma quasi subito scala a sinistra. Con Toni è una guerra continua, sulla furbizia più che sul fisico visto che parliamo di Davide contro Golia. Visto che il centravanti gialloblu segna solo su rigore si può dire che la missione è sostanzialmente compiuta.

Glik 6 - Lui invece Toni lo marca molto col fisico, ed è un gran duello. Va anche vicino al gol sugli sviluppi di un calcio d'angolo, ma non è una novità.

Avelar sv - Pochi minuti e poi il problema muscolare che lo costringe ad uscire senza ovviamente lasciare il segno sul match. Dal 15' Jansson 5 - La grande ingenuità sul fallo da rigore che sblocca il match. Intervento in netto ritardo, proteste inutili.

Bruno Peres 6 - Va un po' da intermittenza, ma quando decide di spingere sa farsi valere. Non una delle sue migliori partite ma non sfigura di certo.

Baselli 6,5 - E' incredibile il momento di questo centrocampista, che riesce a trovare la rete con una semplicità disarmante. Alle spalle degli attaccanti c'è sempre lui e quando arriva un pallone vagante è sempre pronto a metterlo dentro. Chissà se è un'evoluzione precoce o solo un momento d'oro, in ogni caso Ventura può sicuramente leccarsi i baffi.

Vives 6 - Si piazza in mezzo al campo e fa un buon filtro, anche se i centrocampisti avversari sono molto in palla e a volte gli schizzano via. Molto più quadrato nella ripresa, sia lui che tutto il resto della squadra. 

Obi 5,5 - Esce ad inizio ripresa, dopo aver sofferto molto il dinamismo di Sala e aver dimostrato di essere ancora lontano dalla condizione ottimale. Dal 50' Acquah 6,5 - Approccio giusto al match, mezz'ora in crescendo e poi il gol del pareggio che risolve un bel po' di problemi al Toro.

Molinaro 7 - Prestazione di una continuità impressionante, soprattutto nella spinta. Va sul fondo a crossare un numero imprecisato di volte e alla fine trova finalmente l'azione decisiva, mettendo in mezzo l'ennesimo pallone e trovando finalmente la sponda vincente di Acquah. Il migliore in campo. 

Quagliarella 6 - Sbaglia un gol fatto nel primo tempo, si fa vedere un po' di più nella ripresa, soprattutto per aprire spazi ai compagni che vengono dalle retrovie.

Belotti 5,5 - Si muove, cerca gli spazi giusti, ma è evidente che ancora non è inserito nell'intelaiatura della squadra. Da rivedere. Dal 58' Maxi Lopez 5,5 - Non si fa vedere molto, non trova lo spunto giusto per la zampata. Mezz'ora così così.

All. Ventura 6,5 - Se riesce a fare risultato anche su un campo difficile come Verona, dopo essere andati due volte in svantaggio, vuol dire che la strada è davvero quella giusta. Il Torino sonnecchia ma poi colpisce quando è il momento, nel finale addirittura va vicino al colpo del ko. Forse sarebbe stata una punizione troppo grave per il Verona, comunque è un punto ottimo. 

 

Arbitro 6 - Qualche fuorigioco un po' approssimativo, sul rigore però vede bene, perché Jansson prende in pieno Gomez. Nonostante le proteste una chiamata valida. 

 

TABELLINO 

VERONA-TORINO 2-2 

VERONA (4-3-3): Rafael; Pisano, Marquez, Moras, Souprayen; Sala (dall'84' Ionita), Viviani, Greco; Siligardi (dal 63' Jankovic), Toni, Gomez (dall'83' Pazzini). A disposizione: Gollini, Coppola, Albertazzi, Helander, Bianchetti, Winck, Romulo, Wszolek, Zaccagni. All. Mandorlini.

TORINO (3-5-2): Padelli; Molinaro, Glik, Bovo; Peres, Obi (dal 51' Acquah), Vives, Baselli, Avelar (dal 15' Jansson); Quagliarella, Belotti (dal 58' Maxi Lopez). A disposizione: Ichazo, Castellazzi, Mantovani, Zappacosta, Benassi, Prcic, Amauri, Martinez. All. Ventura.

MarcatorI: 49' (rig) Toni (V), 66' Baselli (T), 71' Gomez (V), 72' Acquah (T).

Ammoniti: 11' Avelar (T), 17' Pisano (V), 65' Jankovic (V), 81' Marquez (V), 92' Baselli (T), 92' Toni (V), 93' Greco (V).

Espulsi:




Commenta con Facebook