• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Juventus > Juventus-Chievo, Allegri: "Smettiamola di parlare di chi non c’è più, ci vuole tempo"

Juventus-Chievo, Allegri: "Smettiamola di parlare di chi non c’è più, ci vuole tempo"

Il tecnico dei bianconeri ha parlato al termine del match contro i gialloblu


Allegri (Getty Images)

12/09/2015 23:20

JUVENTUS CHIEVO POST GARA ALLEGRI PAROLE/ TORINO - La Juventus di Massimiliano Allegri conquista il primo punto in campionato. Il tecnico dei bianconeri - intervistato da 'Sky Sport' - ha commentato l'1-1 contro il Chievo: "Potevano fare meglio con i centrocampisti. Abbiamo creato molto. 4-5 palle gol nel primo tempo. Purtroppo è un momento così: subisci gol al primo tiro in porta. Ho la squadra a disposizione solo da tre giorni. Purtroppo nel calcio non si può ottenere subito tutto. La classifica è brutta, ma io valuto la prestazione della squadra".

POGBA - "Veniva da due partite con la Nazionale. Non è un periodo brillante, mezza partita di riposo ci sta. L'ho concessa pure a Lichtsteiner. Marchisio? Ha avuto un risentimento all'adduttore. Spero di averlo a disposizione martedì".

MOMENTO NO - "C'è ansia di fare gol e nel primo tempo abbiamo sbagliato proprio per questo. A Roma è stata tutta colpa mia per 60 minuti. Oggi abbiamo fatto una buona partita. Non dimentichiamoci che abbiamo dentro tanti giovani e ci vuole tempo. L'obiettivo della Juventus è di lottare per tutte e tre le competizioni".

LEADER MANCANTE - "Bisogna smettere di parlare dei giocatori che c'erano l'anno scorso. La tranquillità avremmo dovuta averla dopo il pareggio e invece non c'è stata. Ci vuole tempo. L'equilibrio in fase difensiva, invece, dobbiamo ritrovarla subito".

MODULO – “Sto cercando di capire quale è la situazione migliore. Dobbiamo riuscire a sfruttare al meglio i giocatori a disposizione, ma ci vuole tempo”.

 




Commenta con Facebook