• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Milan > Milan, Bonaventura: "Inter, attenta a Luiz Adriano e Bacca"

Milan, Bonaventura: "Inter, attenta a Luiz Adriano e Bacca"

Il centrocampista rossonero parla a quattro giorni dal derby


Bonaventura (Calciomercato.it)
Bruno De Santis (@Bruno_De_Santis)

09/09/2015 16:20

MILAN BONAVENTURA DERBY / MILANO - Meno quattro: il conto alla rovescia per il derby è ormai agli sgoccioli. Ancora quattro giorni è Inter e Milan si sfideranno per una partita che quest'anno potrebbe tornare a contare per il vertice del campionato. La stracittadina riempie le news Milan di questi giorni ed è ovviamente anche al centro dell'intervista rilasciata da Giacomo Bonaventura a 'Milan Channel': "Stiamo lavorando come facciamo per le altre partite, aspettiamo solo che rientrino tutti dalle Nazionale. Abbiamo dato il massimo per arrivare bene alla sfida con l'Inter". 

Bonaventura continua: "Il primo derby è stato una grande emozione, c'era grande aspettativa nei nostri confronti, poi pareggiammo disputando una buona partita. Le prime giornate sono delle partite in cui si deve trovare la quadratura tattica, ci si studia un po' tra noi compagni. E' una partita importante ma siamo abituati a giocarle: con il calciomercato sia noi che loro abbiamo campionato molto. Se dovessimo vincere sarebbe un premio per noi e per il mister visto il tanto lavoro fatto".

L'ex Atalanta si sofferma su Mihajlovic: "E' molto diretto con noi e cerca di spronarci. Abbiamo cambiato modulo e anche l'atteggiamento. Non ci risparmiamo mai, diamo sempre il massimo". 

Sulle critiche al centrocampo rossonero, Bonaventura dice: "E' presto per trarre giudizi, abbiamo giocato solo due partite. Il mio ruolo? Come trequartista posso pensare di più alla fase offensiva, saltare l'uomo e prendermi qualche rischio, mentre a centrocampo devo giocare più di testa che di istinto. Ovunque sarà impiegato cercherò di dare il massimo: più che la zona di campo dove giocare, conta sapere come farlo". 

Infine, si torna al derby: "L'Inter deve temere i nostri attaccanti, noi dobbiamo stare molto attenti ai loro tanti bravi calciatori". 




Commenta con Facebook