• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Juventus > Calciomercato Juventus, da Hamsik a Pogba: tutti i retroscena dell'estate bianconera

Calciomercato Juventus, da Hamsik a Pogba: tutti i retroscena dell'estate bianconera

Oltre allo slovacco del Napoli, Marotta ha provato l'assalto anche per Pastore


Beppe Marotta ©Getty Images
Giorgio Musso (Twitter: @GiokerMusso)

04/09/2015 16:50

CALCIOMERCATO JUVENTUS RETROSCENA HAMSIK PASTORE POGBA RUGANI ZAZA / ROMA - Un 'Profeta' per Massimiliano Allegri. E' Hernanes il prescelto dalla dirigenza vice-campione d'Europa per la trequarti, al termine di un'estenuante estate di contrattazioni che ha visto molteplici profili accostati al calciomercato Juventus. Una sessione di calciomercato in cui non sono mancati i colpi di scena in casa bianconera, condita dopo il gong finale da alcuni curiosi e intriganti 'dietro le quinte'. In principio fu Oscar, poi Götze e Isco, prima della telenovela Draxler: l'infinito braccio di ferro con lo Schalke 04, rumors incontrollati sull'evoluzione della trattativa, con il fantasista tedesco accasatosi infine sempre in Bundesliga ma nelle fila del facoltoso Wolfsburg. Dentro a questo calderone, però, anche delle offensive segrete e silenziose da parte del club di Corso Galileo Ferraris, rivelate a posteriori nelle ultime ore dagli stessi protagonisti. Da Hamsik a Pastore, passando per il 'niet' di Pogba al Chelsea e il due di picche al Napoli per Rugani, senza dimenticare l'assalto di Marsiglia e Arsenal per Zaza: la coda lunga del calciomercato Juventus con tutti i retroscena sui colpi sfumati - in entrata e uscita - e le trattative portate avanti sottotraccia da Marotta & soci.

 

Hamsik-Pastore: doppio tentativo amaro per Marotta

"Sapevo dell'offerta bianconera". Anche Marek Hamsik ha ammesso lo scambio di telefonate tra Juventus e Napoli per portarlo alla corte di Allegri. Retroscena, svelato in primis da Beppe Marotta in occasione della presentazione di Hernanes e Lemina: "Ho sentito De Laurentiis dieci volte per Hamsik. Faceva al caso nostro, visto che aveva già esperienza in Italia. È un nome a cui abbiamo lavorato sottotraccia per un mese". A stretto giro di posta, è arrivata anche la conferma del patron partenopeo alle rivelazioni dell'Ad bianconero: "La Juve - ha sottolineato De Laurentiis a 'Radio Kiss Kiss' - ci ha provato per Hamsik offrendomi 25 milioni. Gli ho ricordato che è il nostro capitano e abbiamo tenuto botta".
Un profilo, quello del Nazionale slovacco, molto gradito evidentemente a Massimiliano Allegri, viste le sue caratteristiche 'ibride' da trequartista e la capacità di inserirsi con costanza in area avversaria. Ma non solo Hamsik: la Juventus ha provato l'assalto anche a Javier Pastore, nome che spesso e volentieri rimbalza nelle finestre di calciomercato in ottica bianconera. E' stato lo stesso trequartista ex Palermo a svelare il corteggiamento della 'Vecchia Signora': "In estate sono stato contattato dalla Juventus, ma il PSG non ha mai pensato ad una mia cessione - ha detto l'argentino a 'ESPN Radio' - Io comunque non ho mai preso in considerazione un addio alla Francia perché al Paris Saint-Germain sto bene". Evidentemente, sia per Hamsik che per Pastore, solo un assegno faraonico da parte di Andrea Agnelli avrebbe potuto cambiare le carte in tavola.

 

Pogba respinge Mourinho. No al Napoli: Rugani incedibile

Intrighi in entrata, ma anche in uscita a Vinovo. Paul Pogba, almeno fino alla cessione al Bayern Monaco di Vidal, è rimasto al centro dei rumors di radiomercato in merito ad un possibile addio ai colori bianconeri già questa estate. Voci affievolitesi poi nella seconda parte del mercato, prima del retroscena odierno: l'assalto, concreto, di Mourinho e del Chelsea per l'asso francese nell'ultima settimana di trattative. La Juventus (nonostante l'offerta 'monstre' vicina ai 100 milioni di euro) è stata però irremovibile, forte anche della volontà del giocatore di proseguire la sua avventura sotto la Mole e, da nuovo leader tecnico della squadra di Allegri, onorare la maglia numero 10 ereditata da Carlos Tevez.
Offensiva respinta e rimandata al mittente anche quella per Daniele Rugani, da inizio estate nella lista della spesa del nuovo Napoli del mentore Sarri. Marotta ha rifiutato una somma superiore ai 20 milioni di euro per il giovane difensore, chiudendo anche ad un possibile inserimento del cartellino dell'ex Empoli nell'affaire Hamsik. Pure Simone Zaza ha riempito le prime pagine dei giornali in prossimità dei titoli di coda della campagna trasferimenti: prima l'affondo del West Ham, poi il tentativo del Marsiglia, fino ad arrivare all'interesse dell'Arsenal, con Wenger deciso a riprovarci a gennaio. L'ex Sassuolo è rimasto però a disposizione di Allegri, pronto a mettere in difficoltà il tecnico nelle scelte offensive e a contribuire nel nuovo ciclo juventino alla scalata verso la riconferma sulle cime d'Italia e d'Europa.




Commenta con Facebook