• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Lazio > Lazio, dal mercato alla preparazione: radiografia di una crisi

Lazio, dal mercato alla preparazione: radiografia di una crisi

Viaggio all'interno delle cause che hanno portato all'inizio in salita dei biancocelesti


Stefano Pioli (Getty Images)

03/09/2015 09:16

LAZIO CALCIOMERCATO CHAMPIONS LEAGUE PIOLI/ ROMA - Ferita ancora aperta in casa Lazio, quella della 'Caporetto' di Verona, con i biancocelesti sconfitti 4-0 dal Chievo. Una disfatta figlia anche dell'eliminazione ai preliminari di Champions League per mano del Bayer Leverkusen, appuntamento che i biancocelesti non potevano e dovevano fallire, ma hanno fallito. Ai primi di settembre, si parla già di crisi, la prima stagionale per gli uomini di Pioli che hanno già incassato una sconfitta in Supercoppa Italiana con la Juventus. La trasferta di Shanghai, oltre a portare un ko sul campo, ha lasciato in eredità tanti problemi alla Lazio. La preparazione anticipata e il lungo viaggio hanno sollecitato i muscoli dei giocatori, più esposti al rischio infortunio. Biglia, Djordjevic, Marchetti e Klose hanno pagato dazio da lì a poco, risultando indisponibili per la gara di ritorno in casa del Leverkusen. Problemi che vanno ad inserirsi in un contesto ambientale tutt'altro che sereno. L'immobilità di Lotito sul mercato, dove è riuscito a tenere i 'Big' a discapito dei rinforzi che servivano veramente, attaccante in testa, e le polemiche legate all'assegnazione della fascia di capitano (con Biglia che l'ha spuntata su Candreva forse senza il benestare di tutto il gruppo) hanno contribuito a rendere più infuocato un ambiente già sul piede di guerra. Lazio in crisi (anche) a causa di mercato, preparazione e ambiente: passarla prima può essere un vantaggio in relazione alle avversarie di campionato, ma andatelo a spiegare a Stefano Pioli che al rientro con l'Udinese, è già costretto a non poter più sbagliare.

S.F.




Commenta con Facebook