• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Estero > SOCCER FEVER - Top, Flop e uomini mercato della Week 26 della MLS

SOCCER FEVER - Top, Flop e uomini mercato della Week 26 della MLS

Calciomercato.it vi propone un focus sul calcio a stelle e strisce


Bradley Wright Phillips (Getty Images)
Michele Furlan (Twitter: @MicheleFurlan1)

02/09/2015 16:30

SOCCER FEVER MLS WEEK 25 / ROMA - Appuntamento settimanale di Calciomercato.it con Soccer Fever, la rubrica che vi offre un approfondimento sulla week 26 della Mls, il massimo campionato statunitense con i top, i flop e gli uomini mercato, oltre alla top 11 della settimana.


La Week 26 della Mls 2015 vede una situazione di stallo per quanto riguarda le squadre nelle prime posizioni delle due conference e del Supporter's Shield. I Los Angeles Galaxy di Bruce Arena cadono in casa del San José Earthquakes in occasione del derby californiano. Sconfitte anche per i Vancouver Whitecaps (2-0 contro Houston) e D.C. United, battuto nettamente dal New York Red Bulls di Jesse Marsch. La squadra della 'Grande Mela' ha anche perso con i Chicago Fire nel back-to-back (due gare in pochi giorni). Due partite anche per la franchigia dell'Illinois, che ha poi pareggiato con Orlando City (1-1). Doppio impegno anche per i Colorado Rapids che accorciano verso la zona playoff grazie ai succesi sugli Housotn Dynamo e sullo Sporting Kansas City. Il Toronto Fc di Sebastian Giovinco fa suo il derby canadese contro il Montreal Impact. Colpo esterno dei New England Revolution che sbancano lo stadio dei Philadelphia Union. Bene Dallas contro il Real Salt Lake (2-0). Nel derby dell'estremo ovest i Seattle Sounders superano di misura i Portland Timbers (2-1). Cade ancora il New York City battuto dal più attrezzato Columbus Crew.


TOP - Bradley Wright-Phillips è il 'Player of the Week' designato dalla Mls. Poco incisivo nella sconfitta contro i Chicago Fire, regala una prestazione da urlo nel successo sul D.C. United: due gol (agganciata quota 13) e un assist vincente. Due vittorie per i Colorado Rapids di Pablo Mastroeni. Le firme sono dell'irlandese Kevin Doyle (due gol) e del portiere Irwin, sensazionale nel salvare i tre punti nei minuti finali della gara contro lo Sporting Kansas City. Allungo pesante dei New England Revolution in chiave play-off e il merito è anche di Diego Fagundez, gioiellino uruguaiano che timbra la vittoria contro Philadelphia. In Seattle Sounders-Portland Timbers a rubare la scena sono il portiere Frei (nominato miglior estremo difensore della settimana) e Obafemi Martins, che fa impazzire la difesa avversaria. Dopo alcune prove in chiaroscuro torna alla ribalta il canadese Cyle Larin, centravanti di Orlando City. Purtroppo per lui i compagni non lo seguono (nemmeno Kakà) e contro Chicago è solamente 1-1, anche perché la franchigia dell'Illinois schiera un Accam in grande spolvero. Toronto supera Montreal nel derby: merito di Giovinco? No, a strappare applausi ci pensa Jonathan Osorio che propizia i gol di Bradley ed Altidore.

FLOP - Nella caduta dei Los Angeles Galaxy contro San José fanno rumore le topiche della coppia centrale formata da Gonzalez (nazionale Usa) e Leonardo, che rimedia anche un cartellino rosso. Altro derby: Montreal cade a Toronto e sicuramente non può ringraziare il difensore belga Ciman (nervoso, impreciso ed espulso nel finale) e il centravanti Oduro, autore di una rete ma anche di due errori grossolani che condizionano il risultato. Maidana ha la brillante idea di 'passeggiare' su Lee Nguyen in Philadeplhia-New England (rosso diretto per lui) mentre l'entrata folle di Laba costringe Vancouver a giocare in 9 la gara persa contro Houston. Seattle Sounders-Portland Timbers: la franchigia dell'Oregon allenata da Caleb Porter può recriminbare per la prova del centrale difensivo Nate Borchers, autore di una partita da film horror. New York sponda City perde ancora: i big three' Villa-Pirlo-Lampard deludono il pubblico dello 'Yankee Stadium'.


CONSIGLI DI MERCATO - La Mls di quest'anno sta mettendo in vetrina tanti talenti di scuola africana. Uno di questi è certamente David Accam, esterno offensivo mancino dei Chicago Fire. Classe '90, nato ad Accra, in Ghana, e cresciuto nella Right to Dream Academy. Si è poi trasferito in Inghilterra dove ha giocato in realtà minori come il Ledbury Town e l'Evesham United. Nel 2012 si trasferisce in Svezia, all'Ostersund dove fa vedere immediatamente le proprie qualità tanto da meritarsi la chiamata dell'Helsingborg con cui gioca più di 80 partite segnando 38 gol. Nel 2015, nonostante le proposte da mezza Europa, decide di firmare per i Chicago Fire come 'designated player', ovvero giocatore per il quale non ci sono limiti di salario imposti dalla lega. Esterno d'attacco velocissimo e dotato di dribbling e buona tecnica individuale, ha confidenza con il gol ed è bravo a servire assist ai compagni. Quest'anno 7 gol e 2 passaggi vincenti in 17 partite disputate. Strapparlo alla sua nuova realtà, però, non sarà affatto semplice.


TOP 11 (3-4-3): Frei (Seattle Sounders); Farrell (New England Revolution), Goodson (San José Earthquakes), Rodriguez (Houston Dynamo); Stephens (Chicago Fire), Sarvas (Colorado Rapids), Bradley (Toronto FC), Sanchez (Colorado Rapids); Higuain (Columbus Crew), Wright-Phillips (New York Red Bulls), Accam (Chicago Fire). All. Pablo Mastroeni (Colorado Rapids).




Commenta con Facebook