• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Milan > Calciomercato Milan, agente Mexes: "Voleva la Fiorentina. Ecco la verità"

Calciomercato Milan, agente Mexes: "Voleva la Fiorentina. Ecco la verità"

Il procuratore racconta la verità sul mancato approdo del difensore francese in viola


Philippe Mexes (Getty Images)
Jonathan Terreni

02/09/2015 15:25

CALCIOMERCATO MILAN AGENTE MEXES FIORENTINA / MILANO - Ecco svelato l'arcano. L'agente di Philippe Mexes, Olivier Jouanneaux, rivela perché la trattativa tra Milan e Fiorentina per il passaggio in viola del difensore francese non si è concretizzata: "A luglio il giocatore ha rinnovato di un anno il contratto con il Milan ma dopo la tournée in Asia ha avuto la sensazione di non essere un elemento importante per l'allenatore - racconta a 'violanews.com' - Da quel momento il giocatore ha iniziato a porsi domande e la Fiorentina si è fatta viva prima con il Milan e poi con Philippe. A Firenze c'era un allenatore che lo voleva, un progetto importante e la concorrenza per lui non è mai stata un problema, aveva accettato, a cifre più basse. Mihajlovic non lo considerava importante per il suo progetto. Tuttavia il presidente Berlusconi non l'ha voluto liberare perché è affezionato a Philippe. La società rossonera si è sempre comportata bene con lui e da professionista non è tipo che crea problemi. Avrebbe dato sicuramente il massimo a Firenze. Riavvicinamento last minute? Nelle ultime ore non è successo più nulla. Una trattativa vera e propria tra le società non c'è mai stata. Dispiace per com'è andata. Non so se se ne potrà riparlare a gennaio, il calcio è imprevedibile. Certo, lui accetterebbe anche in futuro. Se il Milan lo liberasse, sarebbe una possibilità".

 




Commenta con Facebook