• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Serie A > Serie A, da 'Kuba' a 'Coso': i nomi-scioglilingua del nostro campionato

Serie A, da 'Kuba' a 'Coso': i nomi-scioglilingua del nostro campionato

Da Błaszczykowski a Szczęsny passando per Christodoulopoulos, che incubo per i telecronisti


Szczesny con la nuova maglia (calciomercato.it)
Antonio Papa (Twitter: @antoniopapapapa)

01/09/2015 17:34

SERIE A KUBA LAZAROS NOMI IMPRONUNCIABILI / NAPOLI - Chiamateli 'coso'. L'invasione soprattutto dall'Est Europa di calciatori con nomi di difficile pronuncia sta scatenando sui social tanta ironia da parte degli appassionati. Da quando Wojciech Szczęsny è sbarcato a Roma le battute si sono sprecate, soprattutto immaginando come avrebbe potuto chiamarlo Francesco Totti. Da lì alla maglia photoshoppata con il 'Coso' il passo è stato brevissimo. Ma è stato solo il nome più altisonante di una carrellata di calciatori dai nomi curiosi: vediamo quelli che faranno più disperare appassionati e soprattutto telecronisti. 

NOME IN CODICE KUBA - Jakub Błaszczykowski, al secolo 'Kuba'. Il nuovo polacco della Fiorentina non è difficile da pronunciare (Blascicoschi sappiamo dirlo tutti, su...) ma è complicatissimo da scrivere. Solo i più temerari evitano il copia e incolla, e perfino dietro la maglia è molto probabile che invece del cognome ci sia il soprannome storico, quel Kuba che ha risolto parecchi problemi ai produttori di divise da gioco. Idem Lazaros Christodoulopoulos, per gli amici (e per le casacche delle squadre che l'hanno avuto) semplicemente Lazaros. Per la gioia dei tifosi della Sampdoria, la sua nuova squadra. 

WSZOLEK, WILCZEK E GLI ALTRI SCIOGLILINGUA - Percorso inverso di Lazaros l'ha fatto Wszolek, 'Ciolek' per le cronache, che dalla Samp è andato al Verona. A Carpi invece è arrivato Wilczek, altro polacco 'complicato'. Anche a Napoli si sono divertiti: dall'albanese Hysaj al romeno Chiriches, già ribattezzato 'chicchirichì'. Come ciliegina sulla torta è arrivato Nat Chalobah dal Chelsea, e la sua fama - diciamo così - non eccelsa ha già scatenato le battutine. Chalo-boh, Sciabolà, Chalbaobab. Quest'ultima è davvero tutta da interpretare. 




Commenta con Facebook