• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Inter > Carpi-Inter, Mancini: "Perisic? Io penso a domani. In Italia siamo sempre peggio..."

Carpi-Inter, Mancini: "Perisic? Io penso a domani. In Italia siamo sempre peggio..."

L'allenatore dei nerazzurri si prepara alla sfida contro gli emiliani nel giorno dell'arrivo di Perisic


Roberto Mancini (Getty Images)
Omar Parretti (@omarJHparretti)

29/08/2015 15:55

DIRETTA CONFERENZA STAMPA MANCINI LIVE INTER CARPI / MILANO - Roberto Mancini, allenatore dell'Inter, ha incontrato i giornalisti in conferenza stampa dopo il successo dei nerazzurri contro l'Atalanta nel match della scorsa settimana. Adesso è il momento di pensare al Carpi, ma intanto a Milano è arrivato anche Ivan Perisic, il corteggiatissimo esterno del Wolfsburg. Calciomercato.it ha seguito per voi le parole in diretta.

Ecco le dichiarazioni: "Castori saprà mettere il Carpi nelle migliori condizioni per fare bene. Capitano i big match alle primissime giornate come nel caso di Roma-Juventus: è giusto così. Per vincere domani dobbiamo dare il 200% perché sarà la loro prima in casa e ci metterano più del massimo. Non sarà una gara semplice come alcuni hanno già detto. Icardi? Non lo rischio".

PERISIC - La News Inter del giorno è l'arrivo del croato, ma: "Vorrei parlare della nostra avversaria. Ne abbiamo già dette tante su di lui. Mercato? Il Carpi è temibile (ribadisce, glissando sulla domanda, ndr). In radio ne ho parlato? Ma lì si cazzeggia..."

DISTRAZIONI - "Non so se alcuni sono deconcentrati, ma so che tutti i ragazzi saranno a disposizione per il match. Brozovic? Spero che abbia recuperato. Ad inizio campionato è sempre difficile giocare, quindi dobbiamo mettere in conto alcune sofferenze. Magari se avessimo fatto gol subito contro l'Atalanta non ci sarebbe stato bisogno del colpo di Jovetic".

PRESSIONE SU MILANO - "Sinceramente penso che possiamo essere sempre in grado di vincere. Dobbiamo sopportare i momenti duri, quando perdi, e quelli felici quando tutto va bene. Pressione? Questa è l'Italia e siamo addirittura peggiorati qua". Poi parentesi sul calcio italiano: "La Lazio è andata fuori, ma non era semplice affrontare il Bayer Leverkusen, che è squadra abituata alla Champions. Gli investimenti sono ricominciati da poco e comunque la Juventus è arrivata in finale l'anno scorso".




Commenta con Facebook