• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Roma > Calciomercato Roma, pista francese per il centrocampo: contatti continui per Vainqueur

Calciomercato Roma, pista francese per il centrocampo: contatti continui per Vainqueur

I giallorossi sono pronti a mettere a segno un nuovo colpo per rafforzare la rosa a disposizione di Garcia


Vainqueur.jpg
Eleonora Trotta (@elenora_trotta)

28/08/2015 21:00

MERCATO ROMA CENTROCAMPO VAINQUEUR GUARIN TAIDER/ ROMA - Come vi abbiamo anticipato la Roma sta cercando di mettere a segno un colpo a centrocampo prima della chiusura del calciomercato. Le condizioni fisiche di Strootman e non solo hanno spinto i giallorossi a monitorare il mercato dei centrocampisti. La pista francese - come raccontato in questi giorni - è stata certamente la più battuta e il nome di William Vainqueur ne è una prova. Il giocatore in forza alla Dinamo Mosca, per il quale ci sono dei contatti continui, piace parecchio e a breve sono previsti delle novità.  Vainqueur è un calciatore di 26 anni che ama giocare con il piede destro in tutte le zone della mediana, che i russi hanno prelevato lo scorso anno dallo Standard Liegi. In quel periodo il centrocampista era stato anche un'idea del Napoli, ma a spuntarla furono i russi. Dopo più di un anno, quindi, c'è ancora l'Italia nel destino di Vainqueur.

Decisamente meno concreta - secondo le nostre indiscrezioni - la strada che porta a Taider. Per l'ex Sassuolo appare più percorribile la pista che lo porta al Bologna.

Per quanto riguarda, infine, Guarin - come vi abbiamo detto nei giorni scorsi - vanno registrati solamente dei pour parler.

A tre giorni dalla chiusura del calciomercato sembra essere quindi William Vainqueur il nome giusto per la mediana di Rudi Garcia.




Commenta con Facebook