• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Lazio > Lazio, dagli introiti al calciomercato: ecco cosa può cambiare se si va in Champions League

Lazio, dagli introiti al calciomercato: ecco cosa può cambiare se si va in Champions League

La qualificazione dei biancocelesti alla fase a gironi potrebbe cambiare completamente la stagione


Tare e Lotito ©Getty Images
Antonio Papa (Twitter: @antoniopapapapa)

26/08/2015 17:41

CALCIOMERCATO LAZIO SCENARI QUALIFICAZIONE CHAMPIONS / ROMA - Quando si dice le partite che valgono una stagione. Ogni anno per una squadra della nostra Serie A il preliminare di Champions è già uno spartiacque dell’annata che sarà, delle aspettative per la nuova stagione e del calciomercato, anche e soprattutto per la questione degli introiti derivanti dall’accesso ai gironi di Champions League. Quest’anno tocca alla Lazio, che a Leverkusen si gioca un pezzo di speranza, un pezzo di storia ma soprattutto un gran bel pezzo di torta, quella che spetta a chi partecipa alla massima competizione continentale. Facciamo un riepilogo di ciò che potrebbe cambiare nelle ambizioni, nel morale e nel calciomercato Lazio  qualora la partita di stasera terminasse con la qualificazione in Champions League. 

DAGLI INTROITI ALLA  FASCIA DEI GIRONI: COSA SUCCEDE SE LA LAZIO SI QUALIFICA ALLA CHAMPIONS LEAGUE


Tutto pronto per il match: sono anche uscite le probabili formazioni di Bayer Leverkusen-Lazio, gara che può cambiare in meglio la stagione laziale. Con una battuta potremmo dire che, conoscendo Claudio Lotito, non si può che iniziare quest’analisi partendo dalla cosa più golosa: la valanga di soldi che entrerà nelle casse della Lazio. La sola qualificazione vale 12 milioni, se escludiamo l’altro cospicuo bottino derivante dai diritti tv (per un totale di circa 30 milioni). In più quest’anno sale anche il ‘premio’ per le partite vinte, che sarà di 1,5 milioni anziché di un milione. E stiamo parlando solo della prima fase, se poi si passa il turno le entrate crescono vertiginosamente. Passare alla fase successiva, comunque, non sarà semplice per la Lazio. Con tutta probabilità il sorteggio di Nyon vedrà i biancocelesti in terza fascia, con la malaugurata possibilità di pescare anche una big in quarta fascia, su tutte le tedesche Wolfsburg  e Borussia Moenchengladbach. Rischio girone di ferro quindi, ma naturalmente è auspicabile che non sia così e che l’urna sorrida a Pioli. 


OBIETTIVO CENTRAVANTI: COSA PUO’ SUCCEDERE NEL CALCIOMERCATO LAZIO SE SI PASSA IL TURNO


Naturalmente il passaggio alla Champions porterebbe anche nuovi investimenti sul mercato. Tare e Pioli hanno detto che col ritorno di Mauri la rosa è al completo, con tre alternative per reparto. Ma forse qualcosa sarà ancora fatto. Di certo servirà una punta: in questo momento Djordjevic è l’unico di ruolo, visto l’infortunio di Klose (2 mesi out) e Keita adattato a centravanti. Va seguita l’evoluzione del giovane spagnolo: se continua a far bene in posizione centrale può diventare l’asso nella manica di Pioli e trovare finalmente una collocazione tattica. Le indiscrezioni degli ultimi giorni vogliono Matri di nuovo in pole per essere il nuovo centravanti della Lazio, ma si continuano a battere le piste Adebayor e Matos, argentino del San Lorenzo. La qualificazione poi servirebbe anche per tener duro sulle offerte faraoniche giunte a Lotito per Biglia e Felipe Anderson: trattenere i due talenti di casa resta l’acquisto più importante di tutti. 


DAL TERZINO AL CENTROCAMPISTA: GLI ‘SFIZI’ DI PIOLI SE LA LAZIO SI QUALIFICA ALLA CHAMPIONS


Per il resto appare difficile un possibile intervento ulteriore, come si evince anche dal riepilogo di mercato di calciomercato.it sulle falle nelle rose delle big I tifosi invocano un terzino sinistro vista la scarsa affidabilità da titolare di Braafheid e l’evoluzione a singhiozzo della carriera di Radu, deludente da almeno un paio di stagioni. Tare nicchia, anche perché in rosa c’è Senad Lulic che il terzino può farlo, ma qualcosa potrebbe ancora succedere sulla sinistra. Per Tremoulinas il Siviglia ha fissato il prezzo, resta lui il principale indiziato ad entrare in rosa se si decide di investire ancora sul mercato. Più difficile che arrivi un centrocampista: l’infortunio di Biglia non è gravissimo, si parla di un mese di stop. Il reparto è al completo e non sembra esserci l’intenzione di rimpinguare ulteriormente una rosa già ricca di alternative. 

 




Commenta con Facebook