• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Pagelle > PAGELLE E TABELLINO DI SASSUOLO-NAPOLI

PAGELLE E TABELLINO DI SASSUOLO-NAPOLI

Reina cerca di tenere a galla il Napoli, Maggio lo affonda. Cannavaro sbaglia, Floro Flores le indovina tutte


Antonio Floro Flores ©Getty Images
Antonio Russo (Twitter @tonyrusso93)

23/08/2015 22:45

ECCO LE PAGELLE DI SASSUOLO-NAPOLI

 

SASSUOLO

Consigli 6 – Nel primo tempo non è chiamato a grossi interventi a parte un’uscita su Higuain. Incolpevole sulla rete di Hamsik, nella ripresa, il Napoli non lo costringe a fare parate rilevanti.

Vrsaljko 6,5 – Contro la squadra che l’ha cercato per mezza estate ha voglia di mettersi in luce. Spinge come un ossesso su quella fascia e mette in crisi Hysaj che non riesce proprio a prendergli le misure.

Cannavaro 5,5 – Comincia maluccio ed è protagonista in negativo nell’azione che porta Hamsik al gol. Compie diverse ingenuità davanti alla propria area. La sua ex squadra non gli porta bene.

Acerbi 6,5 – Mette la museruola allo spauracchio Higuain e come un leone lotta con i veloci attaccanti del Napoli. Buona la prima per lui.

Peluso 6 – Resta più basso rispetto a Vrsaljko, ma da quel lato tiene bene le sfuriate di Maggio. Diligente, si limita a svolgere il compitino.

Missiroli 5,5 – Ci capisce poco o nulla su Hamsik. Lo slovacco è ispiratissimo e lui non riesce in alcun modo ad arginarlo.

Magnanelli 6 – Come un po’ tutto il Sassuolo parte sottotono. Con il passare del tempo però cresce e comincia a dettare con maestria la manovra dei nero-verdi.

Duncan 6 – Molto dinamico. Resta basso a protezione della propria area e con la sua velocità offre un fondamentale contributo in fase di ripartenza.

Berardi 7 – Come sempre è l’uomo più pericoloso del Sassuolo. Dopo il vantaggio del Napoli va vicino al pareggio con un’acrobazia dall’interno dell’arietta piccola. Con una grande invenzione mette Floro Flores a tu per tu con Pepe Reina per la rete del pareggio. Lascia il terreno di gioco nella ripresa per infortunio. Dal 63’ Politano 6,5 – Entra e va subito vicino al gol, ma i suoi sogni di gloria s’infrangono sulla difesa del Napoli. Sul finire di match disegna l’assist per il gol di Sansone.

Defrel 6 – Sonnecchia per la prima mezz'ora, poi decide di voler mettere la propria firma sul match, ma s’imbatte in uno strepitoso Reina. Dall’82’ Falcinelli s.v.

Floro Flores 7 – Prova di frequente la botta dalla distanza. Al 32esimo trova il gol del pareggio con uno splendido taglio che sorprende Maggio alle spalle. Per lui prima marcatura in carriera contro il ‘suo’ Napoli. Dal 73’ Sansone 6,5 – Come un falco si fionda sul cross di Politano e realizza il gol del sorpasso per i nero-verdi.

All. Di Francesco 7 – Il suo Sassuolo parte malissimo e dopo appena tre minuti è già sotto. Nella prima parte di match i nero-verdi soffrono tantissimo la verve degli attaccanti partenopei, ma poi crescono alla distanza e dopo il pareggio concludono il primo tempo alla stragrande. Nella ripresa tengono botta e poi pungono con Sansone.

 

NAPOLI

Reina 7 – Incolpevole sui gol del Sassuolo. Sul crepuscolo del primo tempo, prima salva con una parata bassa su Defrel e poi sempre sul centravanti francese compie un autentico miracolo. Prestazione maestosa per lui.

Maggio 4,5 – Quasi sempre in ritardo in fase di spinta. Nell’azione del gol di Floro Flores si fa cogliere impreparato sul taglio dell’attaccante napoletano che gli parte alle spalle. Anche sulla rete di Sansone si fa cogliere fuori posizione.

Albiol 5 – Vede giocatori del Sassuolo spuntargli da tutte le parti. Non riesce a prendere in mano le redini della retroguardia e commette diversi errori da penna rossa.

Chiriches 5 – Appare lento e macchinoso e spesso va in difficoltà sui veloci attaccanti del Sassuolo che lo sorprendono d’infilata. In un paio di occasioni è abbastanza ingenuo in fase di rilancio. Così non va.

Hysaj 5 – Va abbastanza in confusione su quella fascia. Mostra di non essere un mancino naturale in un paio di occasioni in cui effettua degli appoggi errati. Berardi con le sue serpentine lo mette abbastanza in difficoltà.

David Lopez 5,5 – A sorpresa trova la casacca da titolare. Si cala perfettamente nel ruolo e da mastino quale è, morde le caviglie degli avversari rubando un’infinità di palloni. Con lo scorrere dei minuti però cala maledettamente.

Valdifiori 5 – Tenta sempre la verticalizzazione di prima, ma non sempre è preciso. Non riesce a fare filtro a centrocampo e si fa prendere sempre d’infilata dai centrocampisti nero-verdi.   

Hamsik 6,5 – Ritrova la sua vecchia, amata posizione di mezz'ala sinistra e torna subito protagonista. Come un centravanti vecchio stampo piomba su una palla vacante a centro-area e realizza la prima rete del Napoli ‘sarriano’. Uno dei pochi a salvarsi.

Insigne 5,5 – Si muove tra le linee e prova a creare la superiorità numerica con le sue serpentine. A tratti diventa irritante e con lo scorrere del tempo si dissolve nel prato verde del ‘Mapei Stadium’. Dal 73’ El Kaddouri 5,5 – Mette qualche cross interessante al centro, ma nel complesso non riesce a dare la giusta sterzata al match.

Mertens 5,5 – Tenta spesso lo scambio sul breve con Higuain, ma appare poco avvezzo al nuovo ruolo ritagliatogli da Sarri. Per trovare spazio dall’asfissiante marcatura dei centrali emiliani si allarga, ma non riesce a creare la superiorità numerica. Dal 79’ Callejon s.v.

Higuain 5,5 – Pronti via mette subito il proprio zampino sulla prima marcatura azzurra. Suo il tiro dalla cui ribattuta scaturisce il gol di Hamsik. Regala lampi di gran classe, ma non è ancora in forma e si vede in qualche mancato scatto. Dal 63’ Gabbiadini 5,5 – Continuano ad aleggiare ombre sul suo futuro a Napoli. Il suo ingresso non cambia nulla e lui si limita a giochicchiare al limite dell’area.

All. Sarri 4,5 – Gli azzurri partono a mille e dopo pochissimo sono già in vantaggio grazie a capitan Hamsik. La tenuta difensiva però è quello che è e dopo il pareggio, gli azzurri si sciolgono sotto i colpi del Sassuolo, che nel primo tempo va in un paio di occasioni vicino alla rete del sorpasso. Nel secondo tempo i partenopei tentano una timida reazione, ma poi subiscono la rete di Sansone. Pessima la prima per Sarri. Tante le cose da correggere.

 

Arbitro Doveri 5,5 – Direzione nervosa per il fischietto capitolino, partita molto spezzettata. Grave errore al 45’, quando Doveri ammonisce Berardi che in realtà subisce un calcetto da Hysaj, in questo caso il giallo doveva essere sventolato al terzino partenopeo.

 

TABELLINO

SASSUOLO-NAPOLI 2-1

Sassuolo (4-3-3): Consigli; Vrsaljko, Cannavaro, Acerbi, Peluso; Missiroli, Magnanelli, Duncan; Berardi (dal 63’ Politano), Defrel (dall’82’ Falcinelli), Floro Flores (dal 73’ Sansone). A disp.: Pegolo, Pomini, Fontanesi, Terranova, Longhi, Gazzola, Biondini, Pellegrini, Laribi. All. Di Francesco.

Napoli (4-3-1-2): Reina; Maggio, Albiol, Chiriches, Hysaj; David Lopez, Valdifiori, Hamsik; Insigne (dal 73’ El Kaddouri); Mertens (dal 79’ Callejon), Higuain (dal 63’ Gabbiadini). A disp.: Gabriel, Rafael, Henrique, Koulibaly, Strinic, Allan, Jorginho, Luperto, Dezi. All. Sarri.

Arbitro: Daniele Doveri di Roma

Marcatori: 3’ Hamsik (N), 32’ Floro Flores (S), 84’ Sansone (S)

Ammoniti: 4’ Magnanelli (S), 18’ Chiriches (N), 39’ Valdifiori (N), 45’ Berardi (S), 57’ Peluso (S), 86’ Sansone (S)

Espulsi:




Commenta con Facebook