• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Bologna > Lazio-Bologna, Rossi: "A qualcuno tremavano le gambe. Il mercato? Sarò felice quando finirà"

Lazio-Bologna, Rossi: "A qualcuno tremavano le gambe. Il mercato? Sarò felice quando finirà"

Il tecnico rossoblu: "Alla fine, con un pizzico di fortuna potevamo anche pareggiare"


Delio Rossi © Getty Images

22/08/2015 23:23

LAZIO BOLOGNA DELIO ROSSI/ ROMA - Il tecnico del Bologna Delio Rossi, è intervenuto ai microfoni di 'Premium Sport' al termine del match di campionato che ha visto i rossoblu perdere in casa della Lazio: "I primi venti minuti sono stati traumatizzanti, a qualcuno tremavano le gambe ma ci può stare. Il gol di Mancosu ci ha dato coraggio e nella ripresa ce la siamo giocata, alla fine con un pizzico di fortuna in più potevamo portare a casa un pareggio. Dobbiamo crescere in fretta, in alcune situazioni siamo stati inesperti. Ci sono margini di miglioramento ma dobbiamo crescere in fretta perché la categoria non ti aspetta".

DONSAH E GIACCHERINI - "Devo parlare di quelli che hanno giocato stasera, mi resta difficile parlare di quelli che non ci sono. Con la società sappiamo che questo è l'anno zero, ci sono tanti giovani e siamo consapevoli del fatto che ci sarà da soffrire, ma un domani vogliamo dare soddisfazioni alla nostra gente. Siamo solo all'inizio, io ho in testa il prodotto finito ed ancora siamo molto distanti".

MERCATO - "Quando finirà il mercato sarò felice, trovo aberrante fare due partite di campionato ancora con il mercato aperto, perché ci sono giocatori che ti arrivano due giorni prima ed altri che hanno la testa altrove - ha poi spiegato Rossi ai microfoni di 'Sky Sport' - E' un peccato perché bisogna giocare e questi sono punti importanti".

M.F.




Commenta con Facebook