• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Napoli > Sassuolo-Napoli, Sarri: "Sarà un esordio duro. Io esempio di meritocrazia? Contento, ma..."

Sassuolo-Napoli, Sarri: "Sarà un esordio duro. Io esempio di meritocrazia? Contento, ma..."

Il tecnico partenopeo ha parlato alla vigilia del match


Maurizio Sarri (Getty Images)
Andrea Corti (@cortionline)

22/08/2015 12:54

SASSUOLO NAPOLI CONFERENZA SARRI / NAPOLI - Alla vigilia dell'esordio in campionato sul campo del Sassuolo, il tecnico del Napoli Maurizio Sarri ha parlato in conferenza stampa a Castel Volturno. Ecco le parole dell'allenatore degli azzurri sulla sfida che sta monoplizzando le news Napoli degli ultimi giorni: "Il Sassuolo è una società importante e una squadra rodata. Sarà un esordio duro".

OBIETTIVO - "Quest'anno sarà un campionato più difficile di quello passato. L'obiettivo è tirar fuori il 101% del nostro potenziale".

DIFESA - "Nella fase di possesso c'è grande incidenza della qualità dei giocatori. La difesa è applicazione, lavoro e tanta attenzione".

ATTACCO - Inevitabile poi per Sarri parlare del suo reparto offensivo, che non è stato indeblito dal calciomercato: "Il nostro parco attaccanti è di altissimo livello. Ho molte soluzioni. Tutte di estrema qualità".

PRINCIPIO - "La costruzione di una squadra parte dalla difesa. In ogni mia squadra ho impostato il lavoro partendo da questo principio".

MERITOCRAZIA - "Sono contento che ci sia chi mi cita come esempio di meritocrazia. Ma questo non mi aggiunge pressione".

DIFESA ALTA - "Una linea di difesa alta, se applicata con i giusti tempi, offre grandi garanzie. Per questo bisogna lavorare tanto e bene".

IDEA DI CALCIO - "Da anni propongo un'idea di calcio. Ciò che mi interessa è il campo. Nella mia testa, ora, c'è il Sassuolo".

MERCATO - "Non sento Giuntoli da tre giorni e delle trattative non mi interessa. Tra qualche giorno faremo un bilancio, io ho delle partite da preparare. Non so nemmeno se Giuntoli verrà allo stadio domani, non voglio sentirlo perché la mia testa deve pensare solo alla gara con i neroverdi. Pretendo che nessuno metta bocca nel mio lavoro, e faccio lo stesso per il lavoro degli altri. Mi fido di Giuntoli per il mercato e voglio che lui si fidi di me sull'aspetto tecnico".

 

 

 




Commenta con Facebook