• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Juventus > Juventus-Udinese, Allegri: "Mourinho? Non ne parlo. Non siamo soli per lo scudetto"

Juventus-Udinese, Allegri: "Mourinho? Non ne parlo. Non siamo soli per lo scudetto"

Le parole del tecnico bianconero alla vigilia dell'esordio in campionato


Massimiliano Allegri ©Getty Images
Lorenzo Polimanti (@oldpoli)

22/08/2015 12:01

JUVENTUS UDINESE CONFERENZA STAMPA ALLEGRI / TORINO - Alla vigilia della prima di campionato, il tecnico della Juventus, Massimiliano Allegri, interviene in conferenza stampa per fare il punto sulle ultime news Juventus in vista della sfida con l'Udinese. Ecco le sue parole:

SCUDETTO - "Inter, Milan e Roma sono le squadre che hanno fatto il miglior mercato, quindi credo siano le favorite insieme alla Juventus. Non scordandoci del Napoli, l'allenatore nuovo ha portato nuovi stimoli. Anche la Fiorentina sta facendo bene. Sarà un campionato equilibrato".

SQUADRA INCOMPLETA - "Credo sia normale che la Juventus sia ancora in fase di costruzione, visto che abbiamo cambiato tanti giocatori. La società sta lavorando molto bene, siamo in completa sintonia. Alex Sandro? E' un ottimo colpo di calciomercato. Oggi farà il primo allenamento e domani sarà in panchina".

INFORTUNATI - "Dispiace per questi infortuni che ci sono capitati, soprattutto quello di Khedira che è il più lungo. Morata martedì sarà in squadra, Mandzukic oggi valuteremo se potrà essere a disposizione per domani visto che ieri ha fatto un lavoro differenziato per questo colpo ricevuto alla coscia nella partita di mercoledì. Se non sta bene preferisco non rischiarlo anche perché siamo coperti con le alternative. Se non gioca lui, Llorente sarà uno dei probabili titolari. Chiellini è a completa disposizione, ha già lavorato abbastanza. Ha bisogno di giocare le partite"

PADOIN - "Domani giocherà davanti la difesa, ci ha già giocato l'anno scorso e sa giocare in tutti i ruoli".

STIMOLI - "Tutti i campionati sono stimolanti, altrimenti non sarei qui a fare l'allenatore. Con la società abbiamo condiviso questo cambiamento. Tevez, Storari e tutti gli altri che sono partiti facevano parte di un gruppo che ha vinto tanto e che ha fatto un lavoro importante. Tevez poi voleva tornare in Argentina, Vidal ha avuto questa opportunità, Pirlo ha fatto un'altra scelta. E' normale cambiare. La società ha cambiato portando a casa giovani di qualità, ora ci vuole pazienza. Al momento siamo riusciti a portare a casa la Supercoppa e da domani inizia il campionato che sono 38 partite dove, ripeto, ci vorrà molto equilibrio perché quest'anno serviranno meno punti dell'anno scorso per poterlo vincere".

PARTITA - "Noi dobbiamo giocare una partita tecnicamente valida, l'Udinese fa giocare male gli aversari. Dobbiamo essere bravi a calarci velocemente nella partita, come fatto in Cina su un campo non buono. L'importante domani è vincere, sapendo che andiamo incontro ad una partita difficile. Non penso sarà una partita bellissima sul piano tecnico, dobbiamo sfruttare al meglio le occasioni e le palle inattive".

MOURINHO - "Domani inizia il campionato, penso sia meglio parlare di questo".

LLORENTE - "Sarà un giocatore importante anche quest'anno. Sta bene e ha la mia fiducia".

ISLA - "Si è presentato molto bene. Al momento è bianconero e credo lo rimarrà".




Commenta con Facebook