• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Serie A > Serie A, Ranieri: "Roma la più forte in assoluto. Il Milan mi intriga molto"

Serie A, Ranieri: "Roma la più forte in assoluto. Il Milan mi intriga molto"

L'ex allenatore giallorosso: "Ora ha un centravanti vero come Dzeko, un talento come Salah e un portiere come Szczesny"


Claudio Ranieri ©Getty Images
Marco Di Federico

22/08/2015 08:45

CAMPIONATO SERIE A RANIERI JUVENTUS ROMA / LONDRA (Inghilterra) - Sulla panchina del Leicester City ha zittito tutti gli scettici che lo volevano vicino al capolinea dopo l'esperienza drammatica alla guida della Grecia. Claudio Ranieri è tornato agli onori della cronaca in Premier League, dove ha vissuto stagioni entusiasmanti alla guida del Chelsea, senza però mai vincere quel titolo che ha poi sfiorato anche sulla panchina della "sua" Roma. Ecco, proprio i giallorossi sono per Ranieri la grande favorita del campionato che sta per iniziare: sulle colonne della 'Gazzetta dello Sport', l'attuale manager delle 'Foxes' ha parlato di tutte le ultime news Serie A.

SCUDETTO - "Nella mia griglia Roma e Juventus davanti a tutte, ma la Roma è potenzialmente la più forte in assoluto. - le parole di Ranieri - Dal calciomercato è arrivato un centravanti vero come Dzeko, un talento come Salah e un portiere come Szczesny. La Juve sta affrontando un rinnovamento fisiologico, ma come si fa a non mettere in prima linea una squadra che ha vinto 4 campionati di fila? Poi mi intriga molto il Milan di Mihajlovic. Berlusconi è tornato a spendere e si vede".

INTER - "I risultati del precampionato non vanno mai presi troppo alla lettera. Io mi fido di Mancini e della sua esperienza. Quando si cambia molto, non si può essere impazienti. Kovacic? Credo che un club come l'Inter faccia le sue valutazioni prima di rinunciare a certi giocatori".

SORPRESA - "Il Napoli. Sarri meritava la serie A molto prima. Il suo Empoli giocava bene. Se i giocatori si mettono al servizio delle idee di Sarri, il Napoli può arrivare lontano".

FIORENTINA E LAZIO - "Il mio punto di riferimento è il Basilea: con Sousa era una squadra a tratti spettacolare, ma anche concreta. La partecipazione alla Champions è invece la chiave della stagione per la Lazio. Giocare su due fronti non è facile".

EUROPEI - "Non invidio Conte. Il mestiere del ct è difficilissimo. Penso che 20 squadre siano troppe per la serie A. Scendere a 18 servirebbe anche a dare maggiori spazi alla Nazionale".

RIMPIANTO - "Non è aver perso con la Sampdoria, ma essere arrivato a Roma solo alla terza giornata. Con due partite in più, chissà come finiva".




Commenta con Facebook