• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Marchetti > L'Editoriale di Marchetti - Lazio, serve un attaccante. E se arriva la Champions...

L'Editoriale di Marchetti - Lazio, serve un attaccante. E se arriva la Champions...

Consueto appuntamento con il nostro editorialista ed esperto di mercato di Sky Sport 24


Luca Marchetti
Luca Marchetti (@LucaMarchetti)

19/08/2015 12:00

EDITORIALE MARCHETTI CALCIOMERCATO LAZIO / MILANO - La partita di ieri sera ha proiettato la Lazio un po' più avanti nel futuro. Nulla è stato deciso ma alcune strade il club capitolino le dovrà battere, indipendentemente dalla qualificazione alla fase a gironi. Intanto un verdetto è arrivato: alla Lazio serve un attaccante. Con l'infortunio di Klose lo stesso Pioli è uscito allo scoperto: "Ne abbiamo bisogno a prescindere". Certo, il fatto che al bomber tedesco ancora non sia stata fatta che una prima diagnosi non aiuta i biancocelesti, che sull'attaccante stavano lavorando, vero, ma senza alcuna emergenza in corso. Ora - visti anche i tempi di chiusura del calciomercato e le assenze - bisogna muoversi e farlo in fretta.

I nomi italiani in questo momento sono tre. Uno è quello di Matri, da sempre accostato all'ambiente biancoceleste. Giocatore bravo ed esperto, senza ingaggio da superstar che ora al Milan è certamente chiuso dalla coppia Bacca-Luiz Adriano. Il problema però (della Lazio) è che in rossonero c'è solo lui come attaccante, dopo l'infortunio di Niang. E sarà difficile che Mihajlovic si privi di Matri, a meno che non arrivi un certo Ibrahimovic che le gerarchie lì davanti le farebbe saltare tutte. Altra suggesione delle prime ore è quella di Borriello. Per lui potrebbe essere la soluzione più comoda e affascinante, la rivalsa contro chi non l'ha utilizzato in questi anni (la Roma), in una squadra competitiva, senza dover spostare troppo le proprie abitudini. E' svincolato, basta soltanto trovare accordo sull'ingaggio ed eventualmente vincere la concorrenza di Carpi (soprattutto) e Chievo che ultimamente avevano approfondito le chiacchierate con Marco.

La terza pista è quella che porta a Borini, che però è più un attaccante esterno. Uno che parte da fuori. Verrebbe quasi da dire il sostituto di Keita. Che dopo la Supercoppa voleva andar via, vista la scarsa considerazione che ritene abbia Pioli di lui, ma che dopo questo gol così pesante non vuole pensare al futuro. Il prezzo la Lazio l'ha fatto: 15 milioni di euro. Il presidente Lotito non lo vorrebbe lasciar andare e vorrebbe provare a convincerlo. Vedremo cosa succederà. Finora si era provato pure a capire se fosse percorribile lo scambio con il Genoa per Perotti e un (timidissimo) approccio dell'Inter. Poi (ovvio) c'è la pista estero. Che potrebbe allargarsi se alla fine il gol di Keita spalancasse le porte della Champions League...




Commenta con Facebook