• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Inter > Calciomercato Inter, vietato sbagliare: nuovi rinforzi per accontentare Mancini

Calciomercato Inter, vietato sbagliare: nuovi rinforzi per accontentare Mancini

L'allenatore jesino pretende un 'colpo' per reparto per completare la rosa


Roberto Mancini (Getty Images)
Giorgio Musso (Twitter: @GiokerMusso)

14/08/2015 15:00

CALCIOMERCATO INTER MANCINI PERISIC CLICHY LEIVA PEROTTI / MILANO - Si aspettava un'estate decisamente più serena Roberto Mancini. Specialmente, dopo i 'botti' di inizio calciomercato che hanno portato a Milano i vari Kondogbia, Miranda, Montoya e Murillo. La prima settimana di agosto, poi, il calciomercato Inter si è fregiato anche del ritorno nel Bel Paese dell'ex viola Stevan Jovetic, ma tutto questo non è bastato ancora per far cambiare marcia alla 'Beneamata'. Il precampionato nerazzurro, sia in termini di risultati che di prestazioni, ha lasciato finora più di qualche interrogativo sulla reale consistenza della rosa a disposizione del 'Mancio', che non può permettersi nuovi passi falsi dopo la disastrosa stagione scorsa, con il 'monito' di Thohir di riportare al più presto il club ai vertici in Italia e ritrovare smalto anche in campo internazionale. E per far questo, Mancini chiede un ulteriore sacrificio al presidente Thohir per il calciomercato Inter, una pedina per ogni ruolo: Clichy per l'out sinistro difensivo, un mediano (Lucas Leiva?) e ovviamente il tanto agognato Perisic per completare il tridente d'attacco. Mentre non è una priorità trovare il vice Icardi.

 

Attacco Inter, c'è sempre Perisic. Perotti piano B

Il mister di Jesi insiste: rimane sempre Ivan Perisic l'obiettivo 'maximo' per rifinire il puzzle offensivo insieme all'inamovibile Icardi e al neo-acquisto Jovetic, con il montenegrino assetato di riscatto dopo la non fortunata avventura in terra d'Albione con la maglia del Manchester City. Ma la trattativa per portare il Nazionale croato alla corte di Mancini, nonostante la recente cessione 'sblocca mercato' di Shaqiri, sta incontrando più di qualche difficoltà rispetto ai segnali positivi riscontrati nelle scorse settimane. Permane una certa distanza infatti sulle modalità dell'operazione, con il Wolfsburg che spinge per la cessione definitiva di Perisic, mentre l'Inter punta ad un prestito con obbligo di riscatto. Ausilio & soci non demordono comunque e, forti dell'accordo con il calciatore, studiano la mossa decisiva per consegnare il calciatore a Mancini. La dirigenza nerazzurra, in caso di fumata nera, non vuole però farsi trovare impreparata e starebbe valutando le possibili alternative al mancato approdo alla Pinetina di Perisic. Il piano B porta al 'folletto' argentino Perotti, nei radar anche della Lazio nelle ultime ore, e che per un'offerta 'pesante' (o l'inserimento nell'affare di alcune contropartite come Taider e Andreolli) potrebbe lasciare il Genoa di Preziosi. Sullo sfondo, più defilati, restano i napoletani Mertens e Gabbiadini, profili entrambi molto stimati dal 'Mancio', oltre a Ljajic e Borini.


Occhi su Clichy. In mediana, rispunta Lucas Leiva

Davanti ad Handanovic, manca l'ultimo tassello al tecnico jesino per completare la linea a quattro del pacchetto arretrato. Vista l'impossibilità di trovare uno spiraglio per Criscito, le attenzioni dell'Inter negli ultimi tempi si sarebbero concentrate su Gael Clichy, pedina non inamovibile nello scacchiete del City di Pellegrini e dunque in odor di salutare Manchester nella parte finale di questa campagna trasferimenti. Il mancino francese potrebbe sbarcare con la formula del prestito a Milano e al momento resterebbe la pista più credibile nel ruolo rispetto alle ipotesi Coentrao, Alex Telles e Masuaku. Sul fronte centrocampo, invece, brucia e non poco a Mancini il mancato ingaggio di Felipe Melo, vicinissimo ai nerazzurri fino a pochi giorni fa, prima del rinnovo a sorpresa con il Galatasaray fino al giugno 2019. Una notizia che il tecnico fatica a digerire, visto che l'ex Fiorentina e Juventus rappresentava il 'volante' ideale davanti la difesa per le sue alchimie tattiche. Sfumato il brasiliano, rispunta così il nome del connazionale Lucas Leiva per la mediana dell'Inter, non una primissima scelta per Mancini e finito tra l'altro anche negli orizzonti della Juventus. Il 'Mancio' pretende di più, per vivere una stagione da protagonista: l'Inter, per scacciare i fantasmi delle ultime stagioni, non può permettersi di sbagliare in questo rush finale del calciomercato.




Commenta con Facebook