• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Marchetti > L'Editoriale di Marchetti - Il ballo della Juve a sinistra e la caccia all'uomo in mezzo

L'Editoriale di Marchetti - Il ballo della Juve a sinistra e la caccia all'uomo in mezzo

Consueto appuntamento con l'editorialista di Calciomercato.it ed esperto di mercato di Sky Sport 24


Luca Marchetti
Luca Marchetti (@LucaMarchetti)

14/08/2015 12:01

EDITORIALE MARCHETTI CALCIOMERCATO JUVENTUS SIQUEIRA ALEX SANDRO DRAXLER GUNDOGAN / MILANO - Quando tutto sembrava concluso, tutto ormai deciso, tutto ormai prossimo alle firme... Ecco che le firme non arrivano. Dettagli burocratici si dice in questi casi. Ma in realtà per Siqueira i dettagli stanno per fare la differenza. Perché questo tempo la Juventus lo sta utilizzando per andare a verificare con concretezza se la pista Alex Sandro si può incredibilmente riaprire. In realtà la mission impossible sembra già essere rientrata, visto che margini non sembra ce ne siano. Ma i bianconeri ci hanno provato eccome. E soprattutto ora sembra proprio che vogliano cambiare strategia. 

Ma andiamo per ordine e cerchiamo di far chiarezza. Dicevamo dell'accordo raggiunto con Siqueira e Atletico Madrid. Tutto a voce, mancava soltanto scrivere. Ma Alex Sandro nel frattempo ha comunicato alla sua società che non intende affatto rinnovare il contratto. Il Porto però che non ha fatto una grinza. Bene: la clausola rescissoria resta sempre di 50 milioni di euro, il prezzo è 25 scontato. Sempre troppo, secondo la Juventus, soprattutto per un giocatore che tra 12 mesi si può prendere a zero. I bianconeri proveranno a far capire che è meglio prendere qualcosa che nulla, ma l'ambasciata finora è servita a poco. Ma questo non riporta in orbita Siqueira. Non al 100%. Perché questa situazione ha invitato tutta la Juventus a una riflessione. È vero, il terzino serve. Ma se possiamo prendere Alex Sandro proviamoci fino in fondo. Rischiamocela, eventualmente ne prendiamo uno. Ma quello che ci serve ora è il centrocamposita. Priorità centrocampo, insomma. 

Ed è qui che si innesta la vicenda Draxler. Per la Juve è una trattativa da chiudere solo a determinate condizioni, per lo Schalke è uno che vale invece almeno 30 milioni. Il dialogo non c'è. Si lascera passare qualche giorno ancora ma la verità è che la Juve deve guardarsi necessariamente intorno. E lo spettacolo, almeno al momento, non soddisfa le esigenze bianconere. Intanto Goetze ha annunciato al Bayen Monaco che rimane lì. Gundogan (che è in cima alla lista dei desideri di Allegri) ha rinnovato da poco il contratto, il Borussia Dortmund non lo lascia andare per meno di 20-30 milioni. Anzi non lo vorrebbe lasciar andare proprio. Guarin è un nome che gravita sempre in orbita Juve: ma per convincere l'Inter a darlo proprio ai bianconeri serve un'offerta sostanziosa. Soriano è stato sondato a più riprese dai bianconeri, il costo non è eccessivo. Ma l'idea era quella di poter arrivare a un giocatore che avesse un profilo già ora diverso. Cuadrado è un'ottima opportunità, ma costringerebbe Allegri a cambiare ancora una volta sistema di gioco: diciamo che se per Cuadrado ci fosse lo spazio potrebbe arrivare a prescindere. Insomma la Juve è tutt'altro che immobile. Il centrocampista ora è la priorità. Più del terzino.




Commenta con Facebook