• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Estero > SOCCER FEVER - Top, Flop e uomini mercato della Week 23 della MLS

SOCCER FEVER - Top, Flop e uomini mercato della Week 23 della MLS

Calciomercato.it vi propone un focus sul calcio a stelle e strisce


Benny Feilhaber (Getty Images)
Michele Furlan (Twitter: @MicheleFurlan1)

13/08/2015 12:05

SOCCER FEVER MLS WEEK 23 / ROMA - Appuntamento settimanale di Calciomercato.it con Soccer Fever, la rubrica che vi offre un approfondimento sulla week 23 della Mls, il massimo campionato statunitense con i top, i flop e gli uomini mercato, oltre alla top 11 della settimana.


La Week 23 della Mls 2015 vede ancora il dominio del solido D.C. United di Erick Thohir, messo straordinariamente bene in campo da Ben Olsen. La compagine di Washington è prima nella classifica del Supporter's Shield e domina la Eastern Conference grazie alla vittoria per 1-0 maturata contro il Montreal Impact. Non mollano, comunque, i sorprendenti Vancouver Whitecaps di Carl Robinson. La franchigia canadese domina la Western Conference e schianta il Real Salt Lake con un perentorio 4-0. Bene anche i Los Angeles Galaxy di Bruce Arena, che superano 3-1 i Seattle Sounders, in caduta libera e a rischio play-off. Ad est due belle partite dei New York Red Bulls: 1-1 con i Monteal Impact e 2-0 nel derby col New York City, anche se a fare notizia, purtroppo, sono gli scontri tra le due tifoserie. Due giorni da dimenticare per Orlando City: sconfitta per 4-1 contro Toronto (Giovinco incontenibile) e pareggio insipido con Philadelphia. Per i canadesi dell'ex Juventus anche una sconfitta interna contro lo Sporting Kansas City. Vittoria dei Portland Timbers sui Chicago Fire (1-0) mentre ad ovest gli Houston Dynamo superano in casa i San José Earthquakes.


TOP - Settimana da dominatore assoluto per Sebastian Giovinco. Nel 4-1 inflitto ad Orlando, la 'Formica Atomica' mette a segno una meravigliosa tripletta toccando quota 16 reti realizzate. Giovinco segna in tutte le maniere ed in Canada ormai è una vera e propria star. Un assist a Bradley anche nella gara persa contro lo Sporting Kansas City dove a brillare è Benny Feilhaber, fantasista dal tocco vellutato (re degli assist con 12 passaggi vincenti) e cervello della squadra di Peter Vermes. Passiamo ora al 'Player of the Week' nominato dalla Mls: Kei Kamara. L'attaccante della Sierra Leone mette a segno una doppietta, si riprende la testa della classifica cannonieri, regalando anche la vittoria ai Columbus Crew e confermando il proprio killer instinct. Per l'ex Norwich City e Middlesbrough è una stagione da incorniciare. Non possiamo non citare la franchigia capolista: il D.C. United. Nessuna 'figurina' ma tanta solidità che parte dal portiere Hamid, una vera saracinesca. A rendere efficace la manovra offensiva ci pensa Chris Rolfe. Grande esordio in campionato per Giovani Dos Santos, autore di un gol nel successo dei Los Angeles Galaxy (molto bene anche Robbie Keane) sui Seattle Sounders. Nel 4-0 dei Vancouver Whitecaps spicca l'uruguaiano Cristian Techera: doppietta e migliore in campo.


FLOP - Giornata negativa per gli arbitri a stelle e strisce, finora piuttosto deludenti. Inesistente l'espulsione del belga Ciman in Montreal-New York Red Bulls, ad opera di Ted Unkel (lo stesso dei 4 rigori in New York City-Toronto). Male anche Chris Penso e i suoi assistenti in Vancouver-Real Salt Lake: un rigore generoso e un gol in sospetto fuorigioco. Ancora opaco Jozy Altidore: dopo il rosso folle di qualche partita fa arriva un errore pesantissimo nel ko contro lo Sporting Kansas City. Pessima la partita di Axel Sjoberg, difensore svedese dei Colorado Rapids. Nella sconfitta con i Columbus Crew viene graziato in un primo momento, salvo poi guadagnarsi un sacrosanto (e poco furbo) cartellino rosso nel finale dimostrando la grama giornata. Giovinco fa quello che vuole in Toronto-Orlando City e la colpa è anche del francese Aurelien Collin, semplicemente disastroso e saltato con preoccupante regolarità. Deludono ancora i Seattle Sounders: sconfitti dai Los Angeles Galaxy, i  'Rave Green' sono in caduta libera e nessuno al momento si salva. Nota a margine il pessimo spettacolo offerto dalle tifoserie di New York nel derby tra Red Bulls e City: scene (purtroppo) da calcio europeo di ultim'ordine e lontano dal modello statunitense che stiamo imparando ad apprezzare. 


CONSIGLI DI MERCATO - Seconda giovinezza o prima maturità? Sta di fatto che Benny Feilhaber è un altro giocatore rispetto a quello visto in Europa con le maglie di Amburgo, Derby County ed Aarhus. Statunitense di origine brasiliana, classe '85, Feilhaber è un centrocampista centrale che può svolgere il ruolo di regista oppure di trequartista. Ambidestro e con molta esperienza internazionale può contare infatti più di 40 presenze con la maglia degli Stati Uniti con cui ha giocato diversi tornei (tra cui il Mondiale del 2010). Giocatore dotato di grande classe, ha una visione di gioco superiore e due piedi vellutati, tanto che nella Mls è il re dell'assist. Probabilmente ora non fallirebbe una seconda chances nel vecchio continente, magari in un campionato con ritmi più blandi rispetto alla Premier League.

 

TOP 11 (4-3-3): Hamid (D.C. United); Powell (Portland Timbers), Miazga (New York Red Bulls), Ellis (Sporting Kansas City), Beasley (Houston Dynamo); Techera (Vancouver Whitecaps), McCarty (New York Red Bulls), Feilhaber (Sporting Kansas City); Keane (Los Angeles Galaxy), Kamara (Columbus Crew), Giovinco (Toronto Fc). All. Jesse Marsch (New York Red Bulls)




Commenta con Facebook