• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Marchetti > L'Editoriale di Marchetti - Ma veramente Romagnoli vale 25 milioni (più bonus)?

L'Editoriale di Marchetti - Ma veramente Romagnoli vale 25 milioni (più bonus)?

Consueto appuntamento con il nostro editorialista ed esperto di mercato di Sky Sport 24


Luca Marchetti
Luca Marchetti (@LucaMarchetti)

10/08/2015 10:15

EDITORIALE MARCHETTI CALCIOMERCATO ROMAGNOLI / MILANO - La domanda, ora che l'affare è chiuso, è questa: ma veramente Romagnoli vale 25 milioni di euro più bonus? Una domanda che frulla in testa da più di un mese. Ovvero da quando Mihajlovic aveva fatto la sua lista della spesa. Un solo nome, sottolineato. Questo è quello che serve al Milan. Ecco, allora partiamo proprio da qui: se l'allenatore ti fa soltanto un nome sul calciomercato evidentemente su quello devi puntare e non puoi fallire. Già questo comporta un lieve rialzo del prezzo perché la controparte sa che non puoi cambiare obiettivo. Ma se Mihajlovic che l'ha avuto un anno alle sue dipendenze lo sceglie fra tutti quelli che conosce (e ricordatevi che Miha è stato un grande difensore) allora è un sacrificio che va fatto.

Alessio ha 20 anni appena ma è sempre stato un predestinato. E da sempre gli hanno detto che sarebbe stato il futuro Nesta. Questa etichetta lo accompagna da sempre, nonostante le giovanili della Roma. Perché Nesta (insieme a Cannavaro) è il difensore per eccellenza degli ultimi anni. Nel novero dei top in assoluto della storia del calcio italiano. Come Nesta da una romana passerà al Milan, come Nesta per un sacco di soldi. A differenza di Nesta, Romagnoli ci passa quando la sua carriera deve ancora iniziare. Raccontano che il neo rossonero abbia vissuto questi giorni di tournée con la Roma con l'animo un po' turbato. Garcia, che aveva capito di non poter contare su di lui per la prossima stagione, non lo coinvolgeva. Aveva trovato il suo confidente in De Rossi, che lo ha ascoltato e capito consigliandogli di seguire l'istinto e la sua strada, qualunque essa fosse.

La sua strada l'ha portato a Milano e ha portato alla Roma una cifra importantissima. Meno di Marquinhos, meno di Benatia. Ma poco meno. Il Milan è stato molto scaltro nella gestione della trattativa. Ha subito messo sul tavolo 20 milioni per poi arrivare a 25. Subito, senza perdere tempo. E poi ha lasciato l'offerta lì. L'ha lasciata maturare dicendo che avrebbe preso il giocatore ma solo a quella cifra, visto che la Roma non scendeva neanche di un millimetro dai 30. Ha fatto in modo che la stampa, i tifosi e Romagnoli facessero il resto. E alla fine a Forte dei Marmi, residenza estiva di Galliani, si è consumato il matrimonio. Il Milan ora ha il difensore che Miha voleva. Il prezzo è giusto? Per me sì. Giovane, forte, straconosciuto dall'allenatore. Male che va è un assegno circolare, o quasi. Bene che va il Milan ha trovato il difensore su cui rifondare la propria rinascita. E in questo affare sorride (eccome) anche la Roma. Perde un talento, è vero. Ma i soldi sono serviti per far arrivare Dzeko, Salah, Szczesny e Digne. Quattro innesti per far volare la Roma. E - come ha detto Sabatini - non è finita qui. Non è finita qui per nessuno: 20 giorni di trattative e tutti stanno facendo un grande maquillage. Sarà un campionato spettacolare...




Commenta con Facebook