• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > TDM - Tattica del Mercato > TATTICA DEL MERCATO - Fiorentina, Borini: gol e sacrificio per Paulo Sousa

TATTICA DEL MERCATO - Fiorentina, Borini: gol e sacrificio per Paulo Sousa

L'analisi di Calciomercato.it sui protagonisti del mercato: occhi puntati sull'attaccante del Liverpool


Fabio Borini (Getty Images)
Michele Furlan (Twitter: @MicheleFurlan1)

08/08/2015 14:30

TATTICA DEL MERCATO CALCIOMERCATO FIORENTINA BORINI LIVERPOOL PRADE' SOUSA / ROMA - Il calciomercato Fiorentina finora non ha certo vissuto di fiammate. Il caso relativo a Mohamed Salah (accasatosi alla Roma) ha monopolizzato l'attenzione viola anche se qualche colpo è stato piazzato. Paulo Sousa, però, si aspetta di più soprattutto nel reparto offensivo dopo la partenza di Mario Gomez. Fabio Borini, ormai ai margini della rosa del Liverpool, è l'obiettivo di calciomercato numero uno per l'attacco della Fiorentina. La trattativa è in fase avanzata: su Borini però è forte l'interesse anche dagli altri campionati maggiori d'Europa, come riportato in esclusiva da Calciomercato.it. Conosciamolo meglio attraverso la nostra rubrica 'Tattica del Mercato'.


BIOGRAFIA DI FABIO BORINI, OBIETTIVO DELLA FIORENTINA PER L'ATTACCO

Fabio Borini nasce a Bentivoglio il 29 marzo 1991. Cresce nel settore giovanile del Bologna ma a 16 anni si trasferisce nella Academy del Chelsea. Nella stagione 2009/2010 fa il suo esordio con la maglia dei 'Blues' sotto la gestione di Carlo Ancelotti, con cui vincerà campionato ed Fa Cup. Nel marzo 2011 viene ceduto in prestito allo Swansea, club che milita in Championship, dove segna 6 gol in 9 partite confermando quanto di buono fatto vedere con le squadre giovanili. Scaduto il contratto col Chelsea viene tesserato dal Parma con cui gioca una sola gara prima di essere girato alla Roma. Borini gioca una buona stagione con Luis Enrique, dimostrando di essere una delle poche note positive di un'annata storta. La Roma se lo aggiudica alle buste e lo vende al Liverpool, dove ritrova Brendan Rodgers. L'avventura coi 'Reds' però non decollerà mai tra infortuni e scelte tecniche. Da incorniciare, invece, l'avventura in prestito al Sunderland nel 2013/2014.

Borini ha militato nelle nazionali giovanili partendo dall'under 16. Con l'under 21 ha messo in fila 18 partite e 6 reti, laureandosi vice-campione d'Europa nel 2013. Può contare una presenza con la maglia dell'Italia, con cui ha preso parte all'Europeo del 2012 (terminato al secondo posto) senza mai essere schierato da Cesare Prandelli.

 

CARATTERISTICHE TECNICO-TATTICHE DI FABIO BORINI

Alto 1,80 per 74 kg, fisico asciutto e normolineo, destro naturale. Borini è un attaccante dalle caratteristiche uniche. Veloce ed agile, bravo nel dribbling. Il suo ruolo naturale è quello di punta centrale, potendo disporre di un senso del gol notevole. Nonostante ciò, però, è un giocatore molto intelligente tatticamente e che è predisposto ad aiutare la manovra della squadra sia in fase di costruzione che di non possesso palla. E' un attaccante moderno che può giostrare anche da punta esterna e che ripiega spesso e volentieri, facendosi così apprezzare molto dai propri allenatori senza mancare di lucidità sotto porta. Si tratta di un patrimonio interessante del calcio italiano ed il suo recupero (è solamente un '91) potrebbe far bene anche alla Nazionale di Antonio Conte.


FABIO BORINI E' UN GIOCATORE ADATTO ALLA FIORENTINA?

Nelle amichevoli estive Paulo Sousa ha dimostrato di essere un allenatore camaleontico, a cui piace alternare diversi sistemi di gioco. Dopo aver perso Mario Gomez, la Fiorentina avrebbe bisogno di un centravanti di stazza dato che ne possiede solo uno (Babacar) a fronte di due 'leggeri' come Giuseppe Rossi e Bernardeschi. Borini, nonostante non sia un gigante, sarebbe un acquisto intelligente: rapido, tecnico e letale potrebbe giostrare come punta centrale o come appoggio a Giuseppe Rossi o Babacar, formando un reparto offensivo imprevedibile. Il valore del giocatore non si discute e strappato a certe cifre potrebbe rivelarsi un vero e proprio colpaccio.




Commenta con Facebook