• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Marchetti > L'Editoriale di Marchetti - Il triangolo di casa Samp: Zenga, Ferrero e Cassano

L'Editoriale di Marchetti - Il triangolo di casa Samp: Zenga, Ferrero e Cassano

Consueto appuntamento con il nostro editorialista ed esperto di mercato di Sky Sport 24


Luca Marchetti
Luca Marchetti (@LucaMarchetti)

07/08/2015 17:55

EDITORIALE MARCHETTI CALCIOMERCATO SAMPDORIA / MILANO - Sembrava dovesse esserci una rivoluzione alla Sampdoria neanche dopo i primi dieci giorni di agosto. E invece la reazione d'orgoglio contro il Vojvodina ha reso tutto meno terribile. Rimane lo scotto dello 0-4 subito una settimana fa, ma rimane anche Zenga sulla panchina blucerchiata. E questo sicuramente è il primo tassello che si incunea sulla stagione Ferrero 2.0. Probabilmente non tutte le scorie sono state smaltite ma i due personaggi sono sanguigni e durante la stagione ci sarà modo di chiarire (grazie anche ai risultati spera l'ex Uomo Ragno) le differenti visioni di gestione degli allenamenti o della squadra.

Ma ci sarà un altro banco di prova molto importante: l'arrivo di Cassano. Ormai sembra una decisione presa, quella di Ferrero. E al di là del valore tecnico e romantico dell'operazione (di cui avremo modo di parlare) è evidente che è una sorta di supremazia nell'ambiente sampdoriano. Zenga non lo vuole, il presidente sì. E se in un primo momento la linea dell'allenatore sembrava prevalere per una sorta di rispetto dell'area tecnica sulle operazioni di calciomercato (nonostante il presidente abbia subito detto: comunque vada decido io) la sconfitta della scorsa settimana ha portato quasi a un ribaltamento dei ruoli. Cassano è sicuro, Zenga vediamo che succede.

Ecco, ora che Zenga ha rimesso al sicuro la sua panchina deve però aspettarsi il ritorno di Cassano a Bogliasco. FantAntonio ha una personalità debordante, a Genova è stato un idolo e indiscusso protagonista. Ha scritto le pagine recenti della storia blucerchiata. Ma nella vita di Cassano arriva sempre il momento in cui il matrimonio (sportivo, s'intende) salta. Il compito di Zenga sarà quindi quello di anticipare le mosse del barese. Ed essendo uomo di mondo e con un carattere direttooi scommettiamo che il Cassano bis funzionerà.

Poi ci dovrà essere spazio anche per l'altro attaccante. Quello che prende il posto di Okaka. Ma per quello, una volta sfumato Samaras, c'è ancora tempo.




Commenta con Facebook