• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Estero > SOCCER FEVER - Top, Flop e uomini mercato della Week 22 della MLS

SOCCER FEVER - Top, Flop e uomini mercato della Week 22 della MLS

Calciomercato.it vi propone un focus sul calcio a stelle e strisce


Robinson, coach dei Whitecaps (Getty Images)
Michele Furlan (Twitter: @MicheleFurlan1)

05/08/2015 19:00

SOCCER FEVER MLS WEEK 22 / ROMA - Appuntamento settimanale di Calciomercato.it che vi offre un approfondimento sulla week 22 della Mls, il massimo campionato statunitense con i top, i flop e gli uomini mercato, oltre alla top 11 della settimana.

 

La Week 22 della Mls 2015 ha offerto spettacolo a non finire con 51 reti realizzate. In cima alla classifica per il Supporter's Shield troviamo sempre il D.C. United, vincente sul Real Salt Lake con un pirotecnico 6-4. A due lunghezze di distanza i sorprendenti Vancouver Whitecaps di Carl Robinson, che espugnano il campo dei Seattle Sounders ora al limite della zona play-off. Male Dallas che cede in casa dei Chicago Fire e si fa avvicinare pericolosamente dai Los Angeles Galaxy di Bruce Arena. Nel 3-1 inflitto ai Colorado Rapids c'è tanto di Steven Gerrard, neo-acquisto dei californiani. Nella costa Est volano i New York Red Bulls di Jesse Marsch, trascinati dai fratelli Wright-Phillips (3-1 ai Philadelphia Union). Male l'atra metà della 'Grande Mela': il New York City (esordio di Lampard) non va oltre un 2-3 casalingo con il Montreal Impact. Sorride l'altra franchigia 'rookie' ovvero l'Orlando City, che passa in svantaggio in casa contro Columbus Crew salvo poi vincere 5-2. Pessima giornata per il Toronto di Sebastian Giovinco, sconfitto 3-1 dai New England Revolution. Ad Ovest 1-1 che sa di nulla di fatto tra Sporting Kansas City e Houston Dynamo. Pareggio a reti bianche tra San José Earthquakes e Portland Timbers. 


TOP - Si comincia dal 'Player of the Week' nominato dalla Mls, ovvero il difensore norvegese di origini gambiane Pa-Modou Kah. Lo stopper dei Vancouver Whitecaps ha letteralmente fatto a pezzi i Seattle Sounders, segnando una doppietta approfittando di due dormite dei 'Rave Green' su altrettanti calci piazzati. Giornata da ricordare anche per i fratelli Wright-Phillips. Un gol per Bradley su assist di Shaun (appena arrivato e partito dalla panchina) nel 3-1 ai Philadelphia Union. Nel pirotecnico 5-2 dell'Orlando City sul Columbus Crew c'è la firma di Kakà, autore di una splendida prova, ma soprattutto quella del canadese Cyle Larin. Per lui altri due gol dopo la tripletta contro New York City e quota 11 agganciata. Impossibile trovare un solo protagonista in D.C. United-Real Salt Lake, ma nel 6-4 c'è tanto del veterano Chris Rolfe, autore di una doppietta e costante spina nel fianco per la difesa di Jeff Cassar. Grande prova di Steven Gerrard in Colorado-Los Angeles Galaxy, con Bruce Arena che si coccola anche Sebastian Lletget, al sesto gol stagione e in costante crescita. Così come David Accam, stantuffo offensivo inesauribile per i Chicago Fire di Frank Yallop.

 

FLOP - Non è proprio giornata per Josh Saunders, portiere del New York City colpevole su quasi tutte le reti segnate dal Montreal Impact. E l'arbitro Rivero non gli dà certo una mano assegnando un rigore discutibile. Esordio da incubo per Tranquillo Barnetta, svizzero d'esperienza e nuova stella dei Philadelphia Union: in 26 minuti un rigore causato con un intervento davvero goffo. Lo stesso si può dire di Nathan Sturgis, mediano degli Houston Dynamo che si fa espellere per un intervento molto duro nel finale della gara con lo Sporting Kansas City, mettendo in forte difficoltà i suoi nei minuti finali. Ben più grave il rosso diretto sventolato in faccia a Jozy Altidore in New England Revolution-Toronto. La reazione violenta del centravanti della nazionale Usa dopo soli 39 minuti di gioco è ingiustificabile ed è una delle cause della sconfitta per la squadra allenata da Greg Vanney. L'argentino Diego Valeri ha provato in tutti i modi a sbloccara San José Earthquakes-Portland Timbers (terminata 0-0) ma l'errore dal dischetto nei minuti finali costa davvero carissimo (potevano essere 3 punti d'oro in chiave play-off).


CONSIGLI DI MERCATO - La Mls 2015 sta mettendo in mostra tanti giocatori, tra cui una serie di talenti 'made in Usa' davvero interessanti. Dopo Ethan Finlay di Columbus Crew, oggi vogliamo parlare di Sebastian Lletget dei Los Angeles Galaxy. Nato a San Francisco, classe '92, viene notato nel 2009 dal West Ham che lo porta in Inghilterra e che gli fa firmare il primo contratto nel 2010. Esordisce in Fa Cup  nella stagione 2013/2014. Nel maggio 2015 firma un contratto con i Los Angeles Galaxy, con cui si divide tra squadra senior e riserve. In questa stagione ha messo a segno 6 reti in 10 partite godendo della piena fiducia di Bruce Arena. Centrocampista duttile e tecnico, può giocare in molte posizioni ma preferisce coprire l'out di sinistra. Bravo nella progressione, nella sovrapposizione e nel creare la superiorità numerica. Arriva spesso al tiro e dimostra grande lucidità negli ultimi 16 metri. Giocatore interessante che potrà crescere ancora con compagni come Giovani Dos Santos, Robbie Keane e Steven Gerrard.


TOP 11 (3-4-3): Melia (Sporting Kansas City); Kah (Vancouver Whitecaps), Gehrig (Chicago Fire), Horst (Houston Dynamo); Lletget (Los Angeles Galaxy), Rolfe (D.C. United), Polster (Chicago Fire), Shaun Wright-Phillips (New York Red Bulls); Oduro (Montreal Impact); Davies (New England Revolution), Larin (Orlando City). All. Carl Robinson (Vancouver Whitecaps).




Commenta con Facebook