• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Juventus > Calciomercato Juventus, Allegri e il centrocampo 'cantiere aperto'

Calciomercato Juventus, Allegri e il centrocampo 'cantiere aperto'

L'allenatore bianconero progetta di dare linfa nuova al reparto mediano


Massimiliano Allegri (Getty Images)
Andrea Corti (@cortionline)

04/08/2015 15:35

CALCIOMERCATO JUVENTUS STRATEGIE ALLEGRI TREQUARTISTA / TORINO - "Dybala è giovane, ma per le sue caratteristiche la vedo dura che giochi come trequartista. Forse in qualche spezzone di gara...". A parlare è l'allenatore della Juventus Massimiliano Allegri, che in un'intervista concessa a 'Tuttosport' ha ribadito la necessità dei bianconeri sul calciomercato di arrivare a un giocatore che possa ispirare le punte, visto che a suo dire nemmeno il gioiellino preso dal Palermo ha la possibilità di posizionarsi a ridosso degli attaccanti. Il mercato della Juventus si focalizza sulla ricerca di un fantasista, con la pista Draxler sempre più concreta nonostante le esose richieste dello Schalke 04, visto che può sostituire anche l'infortunato Khedira. Ma il calciomercato di Marotta e Paratici per forza di cose dovrà prendere in considerazione anche altri ruoli, che al momento non sembrano copertissimi.

DRAXLER OBIETTIVO NUMERO UNO DELLA JUVE, MA LO SCHALKE NON MOLLA

"Draxler e Goetze sono differenti: uno è molto più centrocampista, l'altro più attaccante. Draxler è un calciatore giovane, dal grande futuro. Lo vedo più da mezzala, ultimamente ha giocato in mezzo al campo". Allegri fa trapelare senza peli sulla lingua il suo gradimento per il talento dello Schalke, obiettivo prioritario del calciomercato Juventus, ma il club tedesco non sembra ammorbidire la sua posizione. Se il club torinese, anche in considerazione dei tanti problemi fisici riportati dal talento tedesco nelle ultime stagioni, ha fatto pervenire al club proprietario del cartellino un'offerta composta da una parte fissa e di bonus, da Gelsenkirchen non ci sentono da questo orecchio e se proprio dovessero privarsi della loro stellina lo farebbero solo di fronte ad un incasso sicuro e (preferibilmente) immediato. Difficile pronosticare quale sarà l'esito della contrattazione: tutto è stato rimandato al ritorno della carovana bianconera dalla Cina, dove sabato si giocherà con la Lazio il primo trofeo ufficiale della stagione, la Supercoppa italiana. L'ipotesi Goetze, dal canto suo, sembra sempre meno concreta, anche in considerazione delle recenti dichiarazioni di Guardiola nei confronti dell'autore del gol che ha laureato la Germania Campione del Mondo in Brasile la scorsa estate. Per cui i bianconeri presto si concentreranno ancora di più su Draxler, che è ritenuto il profilo ideale per dare linfa nuova al gioco offensivo di una squadra che ha perso due ispiratori come Pirlo e Vidal e un finalizzatore come Tevez.

IL POSSIBILE SOSTITUTO DI KHEDIRA E L'IMPORTANZA DI POGBA

Sempre nel centrocampo bianconero c'è poi un altro 'buco' imprevisto: l'infortunio muscolare di Khedira priverà Allegri di un'importantissima alternativa per i prossimi due mesi, e getta un'ombra di dubbio sull'affidabilità di un giocatore che nelle ultime stagioni ha subito numeri stop per guai fisici. I nomi più caldi restano quelli di Guarin e Mascherano, con il primo che sembra decisamente un'ipotesi più percorribile anche se, come riportato in esclusiva da Calciomercato.it, non c'è stata ancora nessuna offerta all'Inter. Ancora più difficile la pista che porta all'argentino: le informazioni raccolte dalla nostra redazione smentiscono trattative avviate, con il Barcellona restio a cedere Mascherano. Non è poi da escludere un cambio di modulo, come ammesso dallo stesso tecnico livornese: "La società è al lavoro, sta valutando bene ciò che serve e ciò che è disponibile. Le mie scelte sul modulo dipenderanno dal modo in cui finirà il mercato. Io non mi sento obbligato a schierare il 4-3-1-2, anche perché conta di più la capacità di sfruttare al meglio le caratteristiche dei calciatori".

Dunque il centrocampo della Juve è molto simile ad un cantiere aperto, in cui lo stesso progetto non sembra essere stato ancora definitivamente scelto. Le maggiori responsabilità, per forza di cose, ricadranno almeno all’inizio su Paul Pogba, che sarà chiamato a dare prova della sua definitiva maturazione. Per i Campioni d’Italia trattenere il francese, che aveva offerte sontuose dai più ricchi club europei, è stato un grande sacrificio, e la speranza è che con un ulteriore salto di qualità l’ex Manchester United possa prendere per mano da leader vero reparto e squadra intera. Allegri e i tifosi bianconeri sperano che presto ad aiutare Pogba arrivino due nuovi innesti di qualità.




Commenta con Facebook