• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Juventus > Juventus, Marchisio: "Posso giocare al posto di Pirlo. Avversaria più vicina? Dico Milan"

Juventus, Marchisio: "Posso giocare al posto di Pirlo. Avversaria più vicina? Dico Milan"

Il centrocampista bianconero: "Le grandi cessioni? Devono esserci dei cambiamenti"


Claudio Marchisio ©Getty Images
Silvio Frantellizzi (Twitter: @SilFrantellizzi)

03/08/2015 09:39

MERCATO JUVENTUS MARCHISIO PIRLO MILAN/ ROMA - In una lunga intervista rilasciata a 'Tuttosport', Claudio Marchisio ha analizzato le mosse di calciomercato che hanno portato la Juventus a vivere una sorta di rifondazione con gli addii di Pirlo, Tevez e Vidal. Il 'Principino' ha inoltre parlato della difficoltà di ripetersi dopo la grande annata vissuta dagli uomini di Allegri e delle avversarie che partiranno per strappare alla 'Vecchia Signora' il lo scettro di padrona d'Italia.

EREDITA' - "Cosa cambia con me al posto di Pirlo? Poco, ho già ricoperto quel ruolo l'anno scorso e avevo iniziato a giostrare lì anche con Conte. Pirlo è un giocatore completamente diverso da me, è un grandissimo campione e sappiamo tutti cosa ha dato alla Juventus e a tutto il calcio italiano, ma adesso è iniziato un nuovo percorso per noi. Sono andati via grandi campioni e ne sono arrivati altri, votliamo pagina ricordandoci che dobbiamo difendere lo Scudetto e l'ottimo percorso in Champions League".

FORZA - "Juventus più forte delle altre italiane? La Juventus è fortissima, se sarà più forte lo diraà il campionato. Noi siamo i campioni d'Italia e dobbiamo dimostrare di essere una grande squadra. Ci danno per favoriti ma è difficile ripetersi dopo quattro campionati consecutivi, per proseguire il nostro percoso servono le motivazioni".

TEVEZ, PIRLO E VIDAL - "Tevez, Pirlo e Vidal sono stati fondamentali per noi, ma è normale che ci siano dei cambiamenti. Khedira e Mandzukic hanno vinto tanto e poi sono arrivati anche giovani di qualità. Sono convinto che ne verrà fuori un bel mix".

MORATA - "La strigliata di Allegri a Morata? E' riferita ad un caso specifico di una singola partita, in questo momento stiamo lavorando tanto e spesso testa e gambe non vanno d'accordo, portando a reazioni diverse. Aldilà di questo, è importante resettare ogni anno, le avversarie cercando sempre di dare di più".

ALLEGRI - "Un anno fa c'era curiosità attorno ad Allegri, ora il mister può iniziare a lavorare sin da subito. Con noi c'è un rapporto consolidato e si cercherà di migliorarlo, anche se sarà difficile ripetere la stagione passata".

CALCIOMERCATO - "Juventus incompleta? Non saprei dirlo, con gli infortuni siamo partiti per la Cina con gli uomini contati a centrocampo. Le decisioni sul mercato le prende la società, i dirigenti sanno cosa è meglio per la Juventus, l'importante è che chiunque arrivi pensi a vincere qualcosa e a non accontentarsi".

AVVERSARIE - "Il nome dell'avversaria italiana che si è avvicinata di più? Non posso fare un nome, ma se proprio devo scegliere dico il Milan, soprattutto per la sua storia".




Commenta con Facebook