• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Serie A > Serie A, Delneri: "Il Milan dopo la Juventus, Bertolacci è il nuovo Pirlo"

Serie A, Delneri: "Il Milan dopo la Juventus, Bertolacci è il nuovo Pirlo"

L'ex tecnico della Sampdoria su Cassano: "Ha bisogno di una squadra che lo faccia sentire importante"


Bertolacci in azione (Getty Images)

28/07/2015 12:30

DELNERI JUVENTUS MILAN CASSANO BERTOLACCI / ROMA - In un'intervista alla 'Gazzetta dello Sport', Luigi Delneri ha affrontato i temi più attuali della Serie A in vista della nuova stagione. "Favorita rimane la Juventus. Ha mentalità, carattere, attitudine alla vittoria, e sopperirà alla perdita di Pirlo, Vidal e Tevez. - le parole dell'ex tecnico del Chievo Verona - L'uomo chiave sarà Marchisio: è cresciuto lì, deve fare il salto, diventare leader. Pirlo è insostituibile, al massimo lo puoi surrogare. Marchisio si imporrà con altre caratteristiche. Dietro alla Juventus vedo bene il Milan. Ha tre giocatori che ho allenato e che mi piacciono: Bertolacci, Bonaventura e Poli. Vado oltre, per me Bertolacci in prospettiva è il giocatore italiano più interessante. Lo farei giocare davanti alla difesa. Sa liberarsi dell'avversario, ha potenza, è dinamico, potrebbe diventare un piccolo Pirlo".

JUVENTUS - "Rimpiango di non aver detto no e di non essere rimasto alla Samp per giocarmi il playoff di Champions. Ma si può dire no alla Juve? Battute a parte, recrimino sugli infortuni: con due-tre giocatori sani sarebbe finita meglio".

CASSANO - "Ha bisogno di una squadra che lo faccia sentire importante e che gli dia sei mesi di tempo per ritornare al top. Alla Samp mi tirava l'acqua e mi guardava male se non lo facevo giocare, ma gli voglio bene e ci sentiamo spesso. Se discutiamo Antonio, è finita".

 

M.D.F.




Commenta con Facebook