• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Inter > Calciomercato Inter, Thohir: "Volevamo Nainggolan. Con Mancini torneremo in Champions"

Calciomercato Inter, Thohir: "Volevamo Nainggolan. Con Mancini torneremo in Champions"

Il presidente dei nerazzurri: "Il mercato è ancora giovane, abbiamo tempo per lavorare"


Erick Thohir ©Getty Images
Silvio Frantellizzi (@SilFrantellizzi)

27/07/2015 10:37

CALCIOMERCATO INTER THOHIR NAINGGOLAN MANCINI/ ROMA - In una lunga intervista rilasciata ai microfoni del 'Corriere dello Sport', il patron dell'Inter Erick Thohir ha rivelato un retroscena di calciomercato legato al possibile approdo di Radja Nainggolan in nerazzurro, tornano poi a parlare dei motivi che hanno portato all'esonero di Walter Mazzarri e al ritorno di Roberto Mancini in panchina.

NAINGGOLAN - "Volevamo il meglio per il nostro centrocampo, i nomi più gettonati erano sicuramente quelli di Nainggolan, Kondogbia e Imbula. Non voglio commentare quello che è successo con Nainggolan e Imbula, ma siamo molto felici di Kondogbia, un giocatore che i nostri manager volevano perché ritenevano il migliore".

JOVETIC - "Ogni volta che mi chiedono di un giocatore solitamente non commento perché appartiene ad un altro club, ma non nascondo che saremo felici di portare Jovetic all'Inter - ha spiegato Thohir parlando dell'ultimo colpo del calciomercato Inter - Prima però dobbiamo aspettare che passi i test medici e che ci siano le firme sui contratti".

FELIPE MELO, PERISIC E CLICHY - "Felipe Melo e Clichy in arrivo dopo Jovetic? Il mercato è giovane e abbiamo ancora quaranta giorni di tempo davanti a noi. In questo momento Mancini deve preparare la squadra e quest'anno avrà molto più tempo per lavorare rispetto alla scorsa stagione. Per i giocatori è importante che capiscano quali sono le sue aspettative".

MAZZARRI - "Nel calcio italiano, in una squadra, ci sono alti e bassi ogni settimana, ma l'importante è restare concentrati sull'obiettivo: è questo che ci ha spinto a cambiare l'allenatore la scorsa stagione. Non è stato facile perché Mazzarri è un grande lavoratore, ma sono convinto che abbiamo preso la decisione giusta per il club scegliendo Mancini. Lui ha portato qui esperienza internazionale e ci riporterà in Champions League".




Commenta con Facebook