• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Inter > Inter, Thohir: "Era il mio sogno diventare presidente di questa grande squadra"

Inter, Thohir: "Era il mio sogno diventare presidente di questa grande squadra"

Il presidente dei nerazzurri parla dei progetti della società alla stampa cinese


Erick Thohir ©Getty Images

25/07/2015 20:23

INTER THOHIR CINA / MILANO - Erick Thohir era presente oggi al primo derby stagionale tra Milan e Inter, vinto dai rossoneri con un grande gol di Mexes. Il patron nerazzurro si è fermato a parlare alla stampa cinese dei progetti della società nerazzurra: "Non vogliamo solamente raggiungere i nostri tifosi, ma vogliamo portare loro ciò che l'Inter rappresenta. Siamo 'fratelli del mondo' dalla notte della nostra fondazione, questa è un'eredità profonda che insieme a ciò che rappresenta il nostro brand oggi a livello globale ci accompagna da sempre. Le sfide contro Bayern Monaco, Milan e Real sono top class - prosegue Thohir nelle parole riportate dal sito ufficiale dell'Inter -. Sono importanti per i tifosi cinesi allo stadio, per quelli davanti alla tv, per lo sviluppo del calcio sul campo e fuori dal campo. Diventare proprietario dell'Inter era il mio sogno ed è diventato realtà. In Cina l'Inter è nella top 5 delle squadre più seguite. Per questo è importante per noi essere qui e portare il nostro calcio in Cina".

Il patron dell'Inter ha parlato anche degli obiettivi extracalcistici: "Il calcio è anche una missione sociale. Massimo esempio di questo è il progetto Inter Campus, attivo in Cina sin dal 1999, per restituire ai bambini il diritto al gioco. Nella società moderna c'è la necessità di vivere lo sport come momento di incontro e di vita per i ragazzi".

A.D.S.

 




Commenta con Facebook