• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Inter > Inter, Ranocchia: "Il gap con la Juventus si è ridotto, resto anche senza fascia"

Inter, Ranocchia: "Il gap con la Juventus si è ridotto, resto anche senza fascia"

Il difensore sul Milan: "Fa impressione vedere le milanesi fuori dalle coppe, ma anche il calcio è fatto di cicli"


Andrea Ranocchia (Getty Images)
Marco Di Federico

25/07/2015 10:05

CALCIOMERCATO INTER RANOCCHIA MANCINI / SHENZHEN (Cina) - In ogni sessione di calciomercato viene dato tra i partenti, ma alla fine le news Inter dicono che Andrea Ranocchia è sempre tra i calciatori più utilizzati. Quest'anno sarà più difficile dopo gli arrivi di Murillo e Miranda ma il capitano, alla vigilia del derby di oggi contro il Milan, è sereno. "Ogni estate sono fuori dall'undici titolare, poi gioco io... Le cose vanno dimostrate in campo. Io esco sempre con la maglia sudata, do tutto per questi colori. Del discorso fascia si parla solo tra i media, nessuno in società ne ha fatto cenno. Sono serenissimo. E lo resterei anche senza fascia. - le parole del difensore alla 'Gazzetta dello Sport' - Sono l'unico interista superstite della Supercoppa persa qui in Cina nel 2011 contro il Milan. Da allora, per entrambi è cambiato tanto. Fa impressione vedere le milanesi fuori dalle coppe, ma anche il calcio è fatto di cicli ed entrambi i club stanno lavorando bene. Con il Milan è sempre derby, anche in amichevole. Saranno tra gli avversari da temere. Battere il Milan dà sempre soddisfazione particolare".

NUOVI ARRIVI - "Kondogbia mi piace. Poche parole e molti fatti. Ma soprattutto è un giocatore di talento, in campo si farà sentire. Basta non aspettarsi che, a 22 anni e appena arrivato, risolva le partite da solo. Murillo è tosto, si è tagliato le vacanze dopo la Copa America, l'ambientamento è stato rapidissimo e contro il Bayern ha fatto un grande esordio. E poi c'è Miranda, altro grande acquisto. Ciascuno dovrà lottare per una maglia, nelle grandi deve essere così".

JUVENTUS - "Loro hanno perso tre giocatori importanti: Pirlo, Vidal e Tevez. Tutti difficili da rimpiazzare, malgrado sia arrivata gente forte. Non so se sarà una Juve meno forte. Possibile che il gap si sia ridotto. Ma queste sono parole, adesso i fatti".

OBIETTIVI - "Se vuoi vincere, devi convivere con la pressione. L'obiettivo Champions dobbiamo porcelo, ma dentro lo spogliatoio. Senza proclami. Mancini è carichissimo. Poter scegliere gli uomini in base alle esigenze, fare la preparazione e il lavoro tattico dall’inizio farà la differenza".




Commenta con Facebook